Category Archive : Uncategorized

Ultim’Ora III/127 – Le pillole abortive stanno per diventare il nuovo campo di battaglia degli antiabortisti americani.

Irlanda del Nord: lo Sinn Fein proiettato verso una vittoria elettorale “sismica”.

Il partito indipendentista ha conquistato il 29% dei voti di prima preferenza contro il 21,3% del Partito Democratico Unionista (DUP) filo-britannico. L’Assemblea unicamerale nordirlandese conta 90 membri eletti con il sistema del voto singolo trasferibile, simile al voto alternativo di tipo australiano, in un quadro di rappresentanza proporzionale. (The Irish Times)

Il capo del Partito laburista inglese indagato per una specie di “birragate”.

La polizia di Urham vuole accertare se Keir Starmer abbia infranto le norme anti covid partecipando a una festa al chiuso a base di birra alla vigilia delle elezioni suppletive di Hartlepool il 30 aprile dello scorso anno. (Evening Standard)

L’attivista russa Sofia Sapega, arrestata costringendo il suo aereo ad atterrare in Bielorussia con la scusa di un allarme bomba, è stata condannata a sei anni di reclusione.

Sofia Sapega è stata riconosciuta colpevole di incitamento all’odio sociale e appropriazione indebita di dati. (The Moscow Times)

Xi Jinping attacca i “dubbiosi” e insiste nella politica cinese dello “zero covid”.

Il presidente difende i blocchi di massa “scientifici ed efficaci”, nonostante le proteste, i problemi e il rallentamento della crescita economica. (The Gardian)

Australia: clima e costo della vita dominano il dibattito in vista delle prossime elezioni.

I laburisti sperano di porre fine a un decennio di opposizione scalzando il governo di Scott Morrison il 21 maggio prossimo, ma i candidati indipendenti catturano la maggior parte dell’attenzione. (The Gardian)

Il governatore del Texas è deciso a contrastare la scolarizzazione dei bambini migranti.

Greg Abbott potrebbe attaccare una sentenza della Corte Suprema del 1982 che obbliga le scuole ad accogliere tutti i bambini, anche se privi di documenti. Dopo l’aborto potrebbe aprire un altro fronte. (The Dallas Morning News)

Un disegno di legge della Louisiana vorrebbe accusare chi abortisce di omicidio.

Il disegno di legge abolirebbe il reato di aborto nello stato e lo punirebbe come omicidio volontario. (NewsWeek)

Le pillole abortive stanno per diventare il nuovo campo di battaglia degli antiabortisti americani.

L’aborto farmacologico consente alle pazienti di interrompere prematuramente le gravidanze in autonomia. Alcuni stati vogliono limitarle; altri lavorano per facilitarne l’accesso. (The New York Times)

L’India non sa resistere al  petrolio russo. Nonostante le pressioni diplomatiche.

Una processione di emissari sollecita Modi perché assuma una linea più dura verso la Russia, mentre la neutralità politica dell’India sulla guerra in Ucraina si colora di opportunismo economico. (The New York Times)

I russi che si oppongono a Putin lasciano il paese. Con una piccola spinta dal Cremlino.

Molti russi che il governo definisce  “agenti stranieri” trovano insostenibile vivere o tornare nel paese. Il Cremlino non se ne dispiace. (The New York Times)

Milioni di russi hanno scoperto come bucare la cortina di ferro digitale.

La corsa alle reti virtuali private (VPN) sfida Putin e la sua versione della guerra in Ucraina. (The Washington Post)

Guerra in Ucraina: un’indagine di Amnesty International trova ” prove inconfutabili di crimini di guerra”.

L’ong ha intervistato decine di residenti delle città di Boutcha, Borodianka, Novi Korohod, Andriivka, testimoni diretti delle uccisioni e dei saccheggi commessi dall’esercito russo. (Amnesty International)

Il ministro israeliano intende autorizzare la costruzione di 4.000 case per  coloni.

Secondo l’amministrazione civile israeliana 1.452 unità abitative sono in avanzato stato di costruzione mentre altre 2.536 sono in attesa dell’approvazione del ministro della difesa Benny Gantz. (Haaretz)

Un’esplosione nella capitale cubana distrugge un antico albergo e causa otto morti.

L’esplosione che ha distrutto ampie sezioni del muro esterno dell’Hotel Saratoga, una struttura del 19° secolo nell’Avana Vecchia, forse per una fuga di gas. (Associated Press)

Il giornalista Luis Enrique Ramírez è stato picchiato a morte; il suo cadavere è stato trovato avvolto nella plastica.

Sono già nove i giornalisti uccisi in Messico nel 2022. Il presidente Andrés Manuel López Obrador dice di non lesinare risorse e sforzi per trovare i responsabili. (Excelsior)

Pedro Castillo: la procura peruviana indaga sulla tesi di laurea che il presidente avrebbe copiato.

Il presidente del Perù e sua moglie avrebbero copiato oltre la metà delle proprie tesi. (El Comercio)

Colombia: estradato negli Usa il “più pericoloso“ dei narcos.

Cresciuto nelle file dell’ Ejército Popular de Liberación (EPL), Dairo Antonio Úsuga, chiamato spesso Otoniel,   successivamente è passato alla formazione paramilitare  Autodefensas Unidas de Colombia (AUC). Dopo il suo scioglimento si è messo in proprio, creando nel 2006 la banda criminale “Los Urabeños“, poi ribattezzata Clan del Golfo. (Euronews)

Tensione in Colombia dopo l’estradizione negli Stati Uniti del narcotrafficante Otoniel.

Il potente capo del “clan del Golfo”, è apparso davanti al tribunale di Brooklyn. L’opposizione e le organizzazioni delle vittime sospettano che le autorità abbiano consegnato il criminale agli americani per impedirgli di parlare. (Le Monde)

La Siria è al centro  del traffico di captagon, la “cocaina dei poveri”.

Dopo la riconquista della Siria meridionale da parte delle forze fedeli al presidente Bashar Al-Assad nel 2018, il traffico di droga è esploso lungo tutto il confine con la Giordania. Il recente maxi-sequestro di oltre sei milioni di pillole di captagon in Iraq ha puntato i riflettori sulla Siria, emersa negli ultimi anni come un narco-stato di importanza regionale e forse globale. (Middle East Institute)

Inflazione cinese: Pechino dà la priorità alla stabilità dei prezzi nonostante il crescente rischio di stagflazione.

Ad aprile l’indice dei prezzi al consumo cinese sarebbe salito al 2,1% dopo l’1,5% di marzo. (South China Morning Post)

Mostra: i re di Napata, i nubiani che divennero faraoni.

Il museo parigino rende omaggio a questi abitanti del regno di Kush e restituisce parte della sua africanità all’antico Egitto. La città di Napata sorgeva nella antica Nubia, sulla riva orientale del Nilo nei pressi della città di Karima, a circa 400 km a nord di Khartum, e costituiva l’insediamento permanente più meridionale del Nuovo Regno d’Egitto (XVI-XI secolo a.C.) e il principale centro di culto nubiano del dio Amon. Il nome attuale del sito è Gebel Barkal. (Louvre)

Ultimo minuto

Leggi le ultime notizie dalle principali agenzie giornalistiche del mondo

Ultim’Ora – Notizie e idee dal mondo, trascurate o minimizzate dai media italiani di oggi.

Ultim’Ora III/126 – La Turchia ha un piano per fare rientrare i rifugiati in Siria: costruire case per un milione di persone.

Intervista: la Bielorussia ammette che la guerra della Russia “si trascina lentamente”.

Il presidente autoritario della Bielorussia Alexander Lukashenko difende l’invasione russa dell’Ucraina in un’intervista con l’Associated Press, ma ammette che non si aspettava che il conflitto “si trascinasse avanti così lentamente”. (Associated Press)

I servizi segreti statunitensi hanno aiutato l’Ucraina a scovare e uccidere 12 generali russi.

Il ministero della difesa ucraino rifiuta di rivelare quanti generali sono stati uccisi effettivamente uccisi grazie all’assistenza degli Stati Uniti. (The New York Times)

In Messico, un cartello della droga è stato sgominato, ma ce ne sono altri che lottano per prendere il suo posto.

Nello stato di Michoacán, i piccoli cartelli della droga competono con quelli più grandi per il controllo del territorio, lasciando i residenti nel mezzo di una brutale guerra tra bande. (The New York Times)

La Turchia ha un piano per fare rientrare i rifugiati in Siria: costruire case per un milione di persone.

Il presidente Erdogan afferma che la Turchia costruirà case, scuole, ospedali e altre strutture primarie  nel nord della Siria, ma gli esperti si chiedono se i rifugiati torneranno davvero. (The New York Times)

Il tribunale israeliano apre la strada allo sfratto di mille palestinesi dalla Cisgiordania.

La Corte Suprema israeliana ha respinto una petizione contro lo sfratto di mille palestinesi da una zona rurale della Cisgiordania occupata in un’area che Israele ha destinato alle esercitazioni militari. Destinando l’area a uso militare, il tribunale apre la strada a una delle più  grandi operazione di espulsioni dall’inizio dell’occupazione del 1967. (Al-Arabiya)

I tagli agli aiuti del Regno Unito costringono 40.000 bambini siriani ad abbandonare la scuola, afferma una ong.

Il finanziamento di 133 scuole gestite da Syria Relief è terminato col mese di aprile, esponendo gli alunni al rischio di lavoro minorile e di matrimoni precoci. (The Guardian)

Il trattamento per la malattia della retrazione delle dita può essere un punto di svolta.

La sperimentazione clinica sembra mostrare che il morbo di Dupuytren può essere guarito da un farmaco per l’artrite reumatoide. (Lancet Rhreumatology)

Tra gennaio 2020 e dicembre 2021, la pandemia di covid ha causato tra i 13 e i 17 milioni di morti in tutto il mondo.

La nuova stima dell’Organizzazione Mondiale della Sanità conferma un bilancio molto più alto della somma dei dati ufficiali forniti dalle autorità dei vari paesi.

A Bruxelles si fa strada l’idea che internet debba essere finanziata dal GAFA.

La Commissione europea vuole che i giganti di Internet, come Google, Facebook, Amazon, Microsoft e Netflix, i cui servizi sono particolarmente ad alta intensità di larghezza di banda, partecipino al finanziamento delle reti internet fisse e mobili. (La Tribune)

Nigeria: a Port-Harcourt, 20mila persone gettate per strada senza preavviso chiedono giustizia.

Dieci quartieri poveri di questa grande città petrolifera sono stati rasi al suolo alla fine di gennaio senza alcun indennizzo, ufficialmente per “lottare la criminalità”. (Le Monde)

La repressione cinese colpisce anche le voci “moderate” a favore dei diritti: basta un tweet per finire in prigione.

Numerosi attivisti rischiano anni di carcere per i loro messaggi in rete e per l’organizzazione di incontri privati. In passato, tali attività avrebbero attirato solo qualche avvertimento. Casi come quello di Wang Aizhong di Guangzhou, nella Cina meridionale, arrestato a maggio dello scorso anno per “avere provocato litigi e provocato problemi” e ancora dietro le sbarre senza alcun processo un anno dopo, non sono delle eccezioni. (South China Morning Post)

Può un piccolo dispositivo fornire ossigeno alle ambizioni cinesi per la creazione d’una base lunare?

Ricercatori cinesi affermano di aver sviluppato un dispositivo portatile per convertire l’anidride carbonica in ossigeno e carburante utilizzando il suolo lunare, l’acqua e l’energia solare. Il processo di fotosintesi artificiale utilizzerebbe il suolo lunare come catalizzatore e mira a testare il sistema nello spazio, molto probabilmente nelle missioni lunari con equipaggio della Cina e nella stazione spaziale di Tiangong. “Sulla base di questo sistema, possiamo realizzare un ambiente a ‘consumo energetico zero’ e un sistema di supporto vitale per l’esplorazione, la ricerca e i viaggi lunari”, scrivono i ricercatori in un articolo pubblicato sul numero di Joule di giovedì. (Joule)

Ultimo minuto

Leggi le ultime notizie dalle principali agenzie giornalistiche del mondo

Ultim’Ora – Notizie e idee dal mondo, trascurate o minimizzate dai media italiani di oggi.

Ultim’Ora III/125 – Tre influenti imprenditori lanciano l’allarme: la Cina versa in cattive condizioni.

Sierra Leone: “le leggi sul vagabondaggio criminalizzano la povertà”.

Attivisti e avvocati denunciano le violenze e gli stupri da parte della polizia coperti dalle leggi contro il vagabondaggio introdotte sotto il dominio britannico. (Consortium for Street Children)

Il parlamento britannico vuole interrogare Elon Musk sui problemi della sicurezza. Naturalmente via  Twitter.

Una commissione parlamentare britannica che sta esaminando un progetto di legge sulla sicurezza in rete ha invitato Elon Musk a illustrare i suoi piani per Twitter e le innovazioni che intende proporre per la piattaforma. (ABC News)

Il Sinn Fein punta a una vittoria elettorale che potrebbe rappresentare una pietra miliare per l’unità irlandese.

Una volta paria politico, il partito indipendentista arriva alle elezioni odierne per l’Assemblea dell’Irlanda del Nord con otto punti di vantaggio, secondo l’ultimo sondaggio. (Euronews)

I mercenari russi sarebbero responsabili dei massacri di civili in Mali.

Documenti interni dell’esercito maliano mostrano che gli agenti di Wagner hanno preso parte a “missioni miste”. (The Guardian)

L’alleato di Putin, finanziatore del gruppo Wagner, afferma sprezzante che “l’Occidente morente pensa che i russi siano la feccia del terzo mondo”.

Yevgeny Prigozhin, indiziato di aver finanziato il gruppo mercenario Wagner, ribatte alle accuse di massacri in Mali. (The Guardian)

I cellulari spagnoli, e in particolare catalani,  clonati dal programma Pegasus sarebbero oltre 200.

La scelta dei numeri da intercettare sarebbe stata fatta in Marocco. (The Guardian)

La bozza della sentenza della Corte Suprema lasciata trapelare segnala un cambiamento sismico nella politica e nel diritto americano.

I parlamentari democratici guidati dal presidente Biden hanno promesso di fare del diritto all’aborto una questione dirimente delle elezioni di medio termine autunnali. I repubblicani accusano i democratici di aver orchestrato la fuga di notizie per intimidire la corte. Il giudice capo John G. Roberts Jr. ha ordinato un’inchiesta. (The New York Times)

La guerra russa è stata brutale, ma Putin ha mostrato una certa moderazione nell’uso delle risorse umane e di mezzi. Come mai?

Le cancellerie occidentali s’interrogano sui calcoli del Cremlino e si chiedono se da parte di Mosca non sia all’orizzonte un’iniziativa più ampia. (The New York Times)

La Russia potrebbe vendere più petrolio e gas all’Asia, ma deve tagliare i prezzi.

La Russia vuole vendere più petrolio e carbone a Cina e India, ma con le sanzioni occidentali potrebbe essere difficile. A meno che non offra sconti molto allettanti. (The New York Times)

Un’indagine di Associated Press calcola che i morti nell’attacco aereo al teatro Mariupol siano stati più di 600.

Associated Press ha ricostruito quanto è accaduto all’interno del teatro dai resoconti di 23 sopravvissuti, soccorritori e persone che hanno sperimentato direttamente  la vita nel teatro trasformato in rifugio antiaereo. Sono state esaminate due serie di planimetrie del teatro, foto e video realizzati all’interno prima, durante e dopo il giorno del bombardamento. (Associated Press)

Circa sei milioni di statunitensi si definiscono afro-latini.

Si tratta di circa il 2% della popolazione adulta degli Stati Uniti e del 12% della popolazione latina adulta del paese. (Associated Press)

Pechino chiude dozzine di stazioni della metropolitana e apre un centro di isolamento di massa mentre cresce la possibilità di un blocco totale come a Shanghai.

Pechino ieri ha chiuso più di 60 stazioni della metropolitana e sospeso 158 linee di superficie. Nella speranza di evitare quanto è stato fatto a  Shanghai, dove milioni di persone sono confinate in casa, l’amministrazione della città si affida ai test di massa e riapre un mega centro di isolamento nell’ospedale di Xiaotangshan. (Daily Mail)

Tre influenti imprenditori lanciano l’allarme: la Cina è in cattive condizioni.

L’industriale europeo Jörg Wuttke, l’economista americano Stephen Roache e il finanziere cinese Weijian Shan in tre diversi autonomi interventi, ma a distanza di pochi giorni, hanno espresso preoccupazione per lo stato di  salute della seconda maggiore economia del mondo. L’ex amministratore di Lenovo e  ora d’Alibaba sul Financial Times, Stephen Roach, ex presidente di Morgan Stanley Asie, su SupChina, e il tedesco Jörg Wuttke, dalle colonne dello svizzero The Market, hanno espresso perplessità sulla crescita cinese e sulle conseguenze della politica zero covid di Pechino. (Le Monde)

I dati ufficiali indiani sui decessi per covid non raccontano la storia completa dell’epidemia.

I decessi per covid del 2020, secondo l’ufficio statistico del paese sarebbero circa 1,49 milioni. Diversi studi accademici calcolano un numero di morti notevolmente più alto, ma si tratta di stime ottenute utilizzando metodi indiretti basati su più livelli di ipotesi ed estrapolazioni. (The Indian Express)

Ultimo minuto

Leggi le ultime notizie dalle principali agenzie giornalistiche del mondo

Ultim’Ora – Notizie e idee dal mondo, trascurate o minimizzate dai media italiani di oggi.

Ultim’Ora III/124 – Pfizer, “profittatrice  di pandemia”.

La Corte suprema americana ha già deciso di ribaltare la sentenza sull’aborto “Roe contro Wade”, secondo quanto mostra una bozza di risoluzione anticipata da Politico.

Con una fuga di notizie senza precedenti, il documento redatto dal giudice Samuel Alito afferma che “la sentenza era terribilmente sbagliata fin dall’inizio”. La Corte riconosce che il documento, riportato fedelmente nell’articolo,  è autentico, ma non definitivo. Il possibile ribaltamento della sentenza consentirebbe a 26 stati a maggioranza repubblicana di reintrodurre il divieto di aborto. (Politico)

Secondo un sondaggio Washington Post-ABC, la maggior parte degli americani afferma di essere a favore della sentenza Roe.

Mentre la Corte Suprema è pronta a revocare il diritto all’aborto, il 54% degli americani pensa che la sentenza del 1973 dovrebbe essere confermata. Solo il 28% ritiene che debba essere revocata. (The Washington Post)

Tre dozzine di gerarchi hanno incontrato Putin lo stesso giorno dell’inizio dell’invasione. Poi la maggior di essi ha trasferito il proprio denaro all’estero.

Dei 37 partecipanti, più della metà sono titolari di conti per centinaia di milioni di dollari in paradisi fiscali come dimostrano i dati di Pandora Papers e Paradise Papers. Almeno 21 di loro, inoltre, hanno conti nelle Isole Vergini britanniche, a Cipro o in altre giurisdizioni insulari note per il segreto finanziario e i vantaggi fiscali, secondo i documenti scoperti dal Consorzio Internazionale di giornalisti investigativi. (The Washington Post)

Le autorità sanitarie indagano su tre bambini indonesiani morti per una forma non identificata di epatite.

I sintomi corrispondono a quelli di un’epatite acuta di “origine sconosciuta” riscontrata in altri 170 bambini in tutto il mondo. (Antara)

Pfizer, “profittatrice  di pandemia”, nel primo trimestre ha fatturato 26 miliardi di dollari.

L’azienda farmaceutica criticata per i prezzi eccessivi e per non volere condividere i brevetti sul vaccino e sulla nuova pillola Paxlovid. (City A.M.)

Una “epidemia” di obesità in Europa causa ogni anno 1,2 milioni di morti premature, afferma l’OMS

Un rapporto rileva che l’obesità causa almeno 200.000 casi di cancro all’anno. (OMS)

Aung San Suu Kyi nuovamente sotto processo per un altro presunto episodio di corruzione.

Le accuse alla leader deposta tendono a screditarla per legittimare la presa del potere da parte dell’esercito. (The Hindu)

Il premier cambogiano sollecita la giunta birmana a concedere a un suo inviato di visitare Aung San Suu Kyi.

L’inviato speciale Prak Sokhonn potrebbe intraprendere la missione nel paese a fine maggio. (The Diplomat)

Guerra in Ucraina: per i volontari del battaglione Kastous-Kalinowski, “la Bielorussia non sarà mai libera se non lo sarà anche l’Ucraina”.

Gli oppositori bielorussi vengono a dare una mano all’esercito ucraino. Per alcuni di loro è un modo per apporsi a Lukashenko, ormai succube del Cremlino. (Le Monde)

Unione europea: braccio di ferro per la pesca a strascico nelle aree marine profonde delle aree protette.

Gli eurodeputati hanno respinto la proposta dei Verdi che chiedevano il divieto della pesca a strascico sui fondali delle aree protette. (Le Monde)

Nuove banche, una crepa nella lotta al riciclaggio.

Alcuni di queste banche, che consentono di aprire in pochi minuti conti da remoto, non controllano adeguatamente i dati dei clienti o non dispongono di sistemi di valutazione del rischio di criminalità finanziaria. (Le Monde)

Un “possibile” test missilistico nucleare della Corea del Nord al centro della visita dell’inviato cinese a Seoul.

L’ex ambasciatore cinese a Londra Liu Xiaoming ha incontrato il diplomatico coreano Noh Kyu-duk per valutare la “grave” situazione della penisola coreana. L’imminente test di Pyongyang, il settimo dal 2006, potrebbe coinvolgere testate che si ritiene gli daranno un vantaggio nel conflitto che coinvolge le potenze occidentali. (South China Morning Post)

Il Bangladesh chiude dozzine di scuole allestite dai rohingya nei campi profughi.

Più di 30 scuole, frequentate da decine di migliaia di studenti rohingya, sono state chiuse in Bangladesh, perché il governo teme che le scuole incoraggino i rifugiati a stabilirsi in modo permanente nel paese. (The New York Times)

Ultimo minuto

Leggi le ultime notizie dalle principali agenzie giornalistiche del mondo

Ultim’Ora – Notizie e idee dal mondo, trascurate o minimizzate dai media italiani di oggi.

Ultim’Ora III/123 – Pechino centralizza il potere nelle province alla vigilia del congresso del Partito Comunista.

Un’agitazione sindacale senza precedenti scuote la Chiesa di Svezia.

Mentre la gerarchia della Chiesa evangelica luterana cerca di smussare le asperità, circa 500 dipendenti hanno scioperato per protestare contro quello che definiscono un deterioramento delle loro condizioni di lavoro. Battesimi, funerali e matrimoni sono stati sospesi. Se l’agitazione, iniziata il 29 aprile in Svezia, si estende, non sarà solo la cura dei cimiteri che potrebbe risentirne. (Arbetet)

La Finlandia deciderà l’adesione alla NATO il 12 maggio.

La decisione avverrà in due fasi nello stesso giorno. Come prima cosa, la domanda di adesione sarà votata dai gruppi parlamentari; subito dopo Il presidente finlandese Sauli Niinisto ne annuncerà l’approvazione. (Iltalehti)

Il governo spagnolo denuncia che i cellulari del primo ministro Sánchez e e del ministro della difesa Robles sono stati intercettati dal programma Pegasus.

I pirati hanno scaricato 2,6 gigabyte di dati dal telefono del presidente e nove megabyte da quello del ministro della difesa. Non si sa ancora quali siano le informazioni trafugate nè il loro grado di sensibilità. (El País)

L’UE intensifica l’indagine sui pagamenti a sfioramento di Apple Pay.

L’indagine è concentrata sulle restrizioni all’accesso alla tecnologia che consente ai telefoni Apple di effettuare i pagamenti. (Politico)

In migliaia fuggono dagli incendi del New Mexico, mentre le fiamme superano le linee di contenimento.

Circa 1.000 vigili del fuoco combattono l’incendio del Calf Canyon, il più grande incendio attivo negli Stati Uniti, avvertendo che il rifiuto di evacuare potrebbe essere fatale. Il fuoco del Calf Canyon/Hermits Peak ormai si estende per quasi 500 chilometri quadrati. Le autorità valutano anche l’evacuazione in massa dei residenti di Las Vegas. (Santa Fe New Mexican)

Jacob Zuma consentiva ai suoi amici di depredare impunemente i beni del Sudafrica.

Un’inchiesta ufficiale afferma che l’ANC al governo del Sud Africa “dovrebbe vergognarsi” dei presunti tentativi di saccheggio del patrimonio pubblico. In un rapporto di 1.000 pagine gli inquirenti accusano i fratelli e uomini d’affari Atul, Ajay e Rajesh Gupta di essere i beneficiari delle iniziative di Zuma per licenziare funzionari competenti, intervenire nelle decisioni di gestione, nominare ministri compiacenti e influenzare l’aggiudicazione degli appalti. I Gupta, arrivati in Sud Africa dall’India negli anni ’90, sono a capo di un vasto impero commerciale. (Daily Maverick)

Qantas annuncia voli regolari diretti da Sydney a New York e Londra a partire dal 2025.

La compagnia aerea prevede che questi voli dureranno fino a 20 ore. (The Australian)

L’Iraq, inghiottito da una tempesta di sabbia che tinge di  arancione il cielo di Bagdad, registra decine di ricoveri in ospedale e il blocco dei voli.

Uno spesso strato di polvere arancione avvolge tutto il paese. Secondo i meteorologi il fenomeno diventerà sempre più frequente a causa della siccità e del calo delle precipitazioni. (BBC)

Dalla lotta per riportare a casa i mariti incarcerati, alla “giustizia per tutti”, le “mogli del venerdì” cambogiane si sono trasformate in pioniere del cambiamento.

Dopo due anni di proteste per ottenere la liberazione dei loro cari incarcerati, rischiando l’arresto e le violenze, un piccolo gruppo di donne ha intessuto una rete a favore della democrazia. (The Guardian)

Beta Pictoris, una stella circondata da comete, affascina gli astronomi.

L’analisi di trenta palle di fuoco ghiacciate nell’orbita di questa stella a solo 63 anni luce da noi, aiuta a capire il processo di formazione dei sistemi planetari. (Scientific Reports)

Gli aiuti europei alla Palestina sono in ostaggio di un commissario ungherese di Bruxelles.

Oliver Varhelyi, fedele di Viktor Orbán, condiziona il pagamento di questi fondi a una revisione dei testi scolastici palestinesi, ritualmente accusati dalle organizzazioni filo-israeliane di incitamento alla violenza. (Le Monde)

Pechino centralizza il potere nelle province alla vigilia del congresso del Partito Comunista.

Il caso del Guangdong testimonia la pratica crescente di nominare dirigenti esterni ai posti chiave delle provincie. Contemporaneamente si accorcia la durata dei mandati, mentre i problemi locali che passano in secondo piano. (South China Morning Post)

Un magnate russo ha criticato la guerra di Putin. La punizione è stata immediata.

Il mese scorso, Oleg Tinkov, fondatore di una delle più grandi banche russe, ha criticato la guerra in Ucraina su Instagram. Il giorno seguente collaboratori di Putin hanno contattato i suoi dirigenti minacciando di nazionalizzare la banca se Tinkov non ne fosse uscito spontaneamente. La scorsa settimana, Tinkov ha dovuto vendere la sua quota del 35% a un miliardario minerario in quella che egli definisce una “vendita disperata, una svendita” impostagli dal Cremlino. “Non ho potuto discutere il prezzo”, dice. “Ero in ostaggio: “prendi quello che ti offrono”, mi hanno detto. Non potevo negoziare”. (The New York Times)

Chi è l’eroe del grande dramma televisivo “La Scelta 3”in onda in Egitto per la fine del Ramadan? Naturalmente el-Sisi, il presidente eroe.

Il presidente Abdel Fattah el-Sisi dice che il film documenta fedelmente la storia della sua ascesa. I critici dicono che è una riscrittura della storia recente da parte di un mondo dello spettacolo sempre più succube  del potere. (The New York Times)

Negli Stati Uniti, l’industria solare è “congelata” mentre l’amministrazione Biden indaga sulla concorrenza cinese.

Più di 300 progetti sono stati cancellati o ritardati nelle ultime settimane a causa di un’indagine del dipartimento del commercio. (The New York Times)

Il passaggio al rublo a Kherson segnala la volontà russa di consolidare il controllo sulla regione occupata.

Kherson, nel sud dell’Ucraina, è stata la prima grande città a cadere nelle mani delle forze russe. Oscurando internet e i cellulari e sostituendo la valuta ucraina con il rublo russo, sembra che la Russia voglia consolidare nel tempo  il controllo sulla regione strategicamente cruciale. (The Washington Post)

L’Unione Europea è vicina all’accordo per la messa al bando graduale del petrolio russo. La Germania è d’accordo. Ungheria e  Slovacchia recalcitrano.

Per concludere l’accordo, l’UE potrebbe concedere ai due paesi esenzioni o compensazioni ma i dettagli sono ancora in fase di definizione. La Germania intanto dice di essere pronta a un embargo immediato dell’Unione Europea sul petrolio russo(The Washington Post)

Il settore dei fertilizzanti registra i maggiori profitti degli ultimi anni grazie al conflitto Russia-Ucraina.

I principali produttori di fertilizzanti Nutrien, Mosaic e CF Industries dovrebbero beneficiare delle sanzioni contro Russia e Bielorussia, al secondo e al terzo posto tra produttori mondiali di potassio. (Reuters)

Ultimo minuto

Leggi le ultime notizie dalle principali agenzie giornalistiche del mondo

Ultim’Ora – Notizie e idee dal mondo, trascurate o minimizzate dai media italiani di oggi.

Ultim’Ora III/122 – Ucraina: forze speciali saccheggiano i musei.

USA: il governatore repubblicano dell’Arkansas, Asa Hutchinson, dice che sta valutando di candidarsi alle elezioni presidenziali del 2024. Anche contro Trump.

Hutchinson, 71 anni, è al suo ultimo anno del secondo mandato come governatore dell’Arkansas, la cui costituzione impedisce di presentarsi per un terzo mandato. (CNN)

Età, nazionalità, comportamento: chi sono gli utenti di Twitter?

Elon Musk, boss di Tesla e SpaceX, ha appena acquistato la rete sociale per 44 miliardi di dollari. Ma chi usa davvero questa piattaforma? (Pew Research Center)

“La Bulgaria non si arrende”: il premier Kiril Petkov difende il suo rifiuto di pagare in rubli il gas russo.

In un’intervista a Le Monde, il leader centrista, fermamente europeista, chiede aiuto all’Ue nel conflitto economico col Cremlino. (Le Monde)

L’Ucraina afferma che la Russia ha saccheggiato antichi manufatti d’oro da un suo museo.

Decine di manufatti d’oro di oltre 2.300 anni sono stati portati via dai depositi del museo di Melitopol, una città meridionale nel territorio occupato dalla Russia. Gli oggetti d’oro provenivano da un antico impero scita e risalgono al IV secolo a.C. Anche a Mariupol, la città martellata per settimane dalle forze russe, agenti speciali hanno fatto irruzione in un museo e rubato dipinti, sculture e diverse icone cristiane di grande valore. Secondo Kiev, questo è un altro modo ancora per appropriarsi, e forse distruggere, il patrimonio culturale dell’Ucraina. (The New York Times)

Afghanistan: rara apparizione pubblica del leader supremo Hibatullah Akhundzada in occasione della festa musulmana dell’Eid.

Il leader supremo dell’Afghanistan ha pronunciato un discorso pubblico apparendo in pubblica per la seconda volta in sei anni, in occasione della festa di Eid al-Fitr. I fedeli stavano pregando presso la moschea Eidgah, nella città meridionale di Kandahar, considerata una roccaforte dei talebani, quando un uomo si è alzato ed è stato presentato come il leader dei talebani Hibatullah Akhundzada. Quindi ha iniziato a parlare, senza mai voltarsi verso i fedeli. (The Times of India)

Gli alti dirigenti delle società tecnologiche cinesi si ritirano dalle reti sociali o nascondono i propri profili, mentre Pechino forza la presa sulla rete.

Jean Liu Qing, presidente di Didi Chuxing, e suo padre Liu Chuanzhi, fondatore di Lenovo, sono gli ultimi dirigenti cinesi a cancellare le proprie pagine da Weibo. (South China Morning Post)

Le morti per covid non sono più prerogativa dei non vaccinati, mentre torna a crescere la percentuale degli anziani.

I numeri mostrano l’importanza delle terze dosi e i rischi che i più vulnerabili devono ancora affrontare. A gennaio e febbraio, i vaccinati americani rappresentavano il 42% dei decessi a causa dell’impennata della variante omicron, contro il 23% di settembre. (The Washington Post)

Gli attacchi di pirateria informatica a danno della Russia sembravano impensabili. Con la guerra in Ucraina la musica è cambiata.

Gli esperti prevedevano un incremento degli attacchi informatici guidati da Mosca; invece, ora è la Russia vittima di attacchi senza precedenti da parte di informatici arrabbiati e di criminali che profittano della situazione. Un recente sondaggio ha mostrato che, a marzo, sono state rese pubbliche sulla rete più parole d’ordine e altri dati sensibili di utenti russi rispetto a quelli di qualsiasi altro paese. (The Washington Post)

Il primo ministro dello stato dell’Assam vuole sostituire le leggi indiane basate sulla religione con un codice civile uniforme per tutto il paese.

Himanta Biswa Sarma, un  politico non precisamente laico, esponente del partito estremista indù BJP di Modi, vuole soprattutto prendere di mira le regole che consentano agli uomini musulmani, ad esempio, di avere quattro mogli. L’idea di un codice “laico” per tutto il paese fa arrabbiare non solo le minoranze musulmane e cristiane, ma anche molti elettori indù. (Reuters)

Ultimo minuto

Leggi le ultime notizie dalle principali agenzie giornalistiche del mondo

Ultim’Ora – Notizie e idee dal mondo, trascurate o minimizzate dai media italiani di oggi.

Ultim’Ora III/121 – Il riscaldamento globale potrebbe causare l’estinzione in massa della vita marina.

Le perdite militari della Russia al 30 aprile, secondo le forze armate ucraine.

Al 30 aprile, dall’inizio dell’invasione sono stati uccisi circa 23.200 soldati russi. Inoltre ha Russia avrebbe perso 190 aerei, più di 1.000 carri armati, otto navi militari, 1.700 veicoli, quasi 2.500 mezzi corazzati per il trasporto di personale e 436 sistemi di artiglieria. (The Kiev Independent)

Un detenuto del Colorado risulta positivo all’influenza aviaria. È il primo americano e il secondo essere umano infettato.

L’attuale ceppo di influenza aviaria, l’H5N1, si è diffuso negli allevamenti industriali di polli e tacchini negli Stati Uniti a partire dalla fine di febbraio. I virus sono stati trovati in volatili d’allevamento di 29 stati e in uccelli selvatici in 34 stati degli USA, obbligando all’abbattimento di 35 milioni di capi. (The De Moines Register)

UK: i parlamentari conservatori ribelli temono che Boris Johnson voglia convocare le elezioni generali in autunno.

Gli oppositori interni del primo ministro sono “convintissimi” che Johnson voglia andare alle urne nei prossimi mesi per salvare il suo governo messo a rischio dallo scandalo delle festicciole della sua “piccola corte”. (The Guardian)

I miliardari in grado di offrirsi del turismo spaziale potrebbero essere l’avanguardia di una rivoluzione cosmica.

Affinché l’umanità possa davvero sfuggire ai gravi rischi che minacciano la Terra, saranno necessari fondi privati ​​e intrepidi cercatori di emozioni, sostiene l’astronomo “reale” Martin Rees. (The Guardian)

La siccità etiope è all’origine dell’aumento “esponenziale” dei matrimoni precoci nel paese, avverte l’Unicef.

Con la fame sempre più grave in tutto il Corno d’Africa e 600.000 bambini che non vanno a scuola, i genitori “disperati” spingono più ragazze a sposarsi precocemente. (The Guardian)

Alexis Kohler, l’inossidabile “vicepresidente” di Macron.

Collaboratore stretto e potente del capo dello stato francese, il segretario generale dell’Eliseo, in carica dal 2017, potrebbe essere riconfermato nell’incarico, nonostante le non poche critiche. La continuità della  presidenza rimane una delle questioni chiave del secondo mandato di Emmanuel Macron, il quale penserebbe di sostituire il primo ministro, Jean Castex, e rimaneggiare ampiamente il governo. (Le Monde)

Guerra in Ucraina: ma Kiev dipende dal gas russo?

L’Ucraina ha ripetutamente esortato gli europei a bloccare gli acquisti di gas russo, ma per quanto la riguarda,  acquista ancora gas russo? E riuscirebbe a sopravvivere senza i diritti che Mosca le paga per il gas fornito all’occidente utilizzando i gasdotti che l’attraversano? Nel 2013, Kiev dipendeva per il 92% dalla della Gazprom. Nel 2016 questa percentuale è scesa a zero. Dopo l’annessione della Crimea e la crisi del gas che ha opposto i due Paesi nel 2014, l’Ucraina ha interrotto gli acquisti da Mosca fin dal 2016. Nel 2019 il suo fabbisogno di gas si è dimezzato rispetto al 2006 e la sua produzione nazionale copriva il 70% del suo fabbisogno. Per il restante 30%, Kiev continua a importare da altri paesi europei, tra cui Slovacchia, Polonia e Ungheria. (Le Monde)

I governi aumentano i controlli sui rifornimenti alimentari globali, contribuendo a far salire i prezzi.

Dall’inizio dell’anno, vari paesi hanno imposto un totale di 47 misure restrittive sull’esportazione di prodotti alimentari e fertilizzanti, di cui 43 introdotti dopo l’invasione dell’Ucraina alla fine di febbraio. La stessa Ucraina ha contingentato le esportazioni di olio di girasole, grano, avena e bovini. La Russia ha vietato la vendita all’estero di fertilizzanti, zucchero e cereali. L’Indonesia, che produce più della metà dell’olio di palma mondiale, ne ha vietato l’esportazione. La Turchia ha interrotto le esportazioni di burro, carne, mais e oli vegetali. Le misure protezionistiche si sono trasferite a cascata da un paese all’altro spingendo ovunque i prezzi all’insù. L’aumento è stato avvertito in modo particolarmente pesante nei paesi più poveri del Medio Oriente e dell’Africa subsahariana. (The New York Times)

Tutto è iniziato con un pesce con le zampe. E  poi?

Il Tiktaalik roseae, un antico pesce con le zampe, cominciò a a esplorare la terraferma un giorno di 375 milioni di anni fa. Ancora non abbiamo finito di cercare. (The New York Times)

Milioni di sudcoreani potrebbero presto scoprire di essere ringiovaniti. Almeno sulla carta.

La Corea del Sud ha tre modi per calcolare l’età, spesso aggiungendo un anno o due al sistema usato in tutti gli altri paesi. Presto, se il presidente eletto Yoon Suk-yeol manterrà la promessa fatta in campagna elettorale di adeguarsi al resto del mondo, i quasi 52 milioni di sudcoreani ringiovaniranno di due anni (anche se solo sulla carta). (The JapanTimes)

Il riscaldamento globale potrebbe causare l’estinzione in massa della vita marina.

Un nuovo studio rileva che, se le emissioni di combustibili fossili continueranno, gli oceani potrebbero subire un’estinzione di massa entro il 2300. I principali rischi per le specie marine sono legati al riscaldamento dell’acqua e all’esaurimento dell’ossigeno. Per fortuna siamo in tempo per evitarlo. (Science)

L’India sequestra 725 milioni di dollari dalla società cinese Xiaomi.

L’India ritiene che il popolare produttore di telefonini abbia trasferito illecitamente 725 milioni di dollari a “tre entità con sede all’estero” giustificandoli come pagamenti di royalty. (Associated Press)

La Germania porta nuovamente l’Italia davanti la corte delle Nazioni Unite per le richieste di risarcimento per le stragi naziste.

La richiesta della Germania alla Corte internazionale di giustizia dell’Onu afferma che l’Italia continua a consentire che le richieste di risarcimento vengano presentate nei tribunali nazionali nonostante la sentenza della Corte internazionale di giustizia del 2012 secondo cui ciò viola il diritto di Berlino all’immunità ai sensi del diritto internazionale. La controversia sulle richieste di risarcimento della seconda guerra mondiale è iniziata nel 2008 quando la Corte costituzionale italiana ha condannato la Germania a pagare circa un milione di euro alle famiglie di nove persone che furono tra le 203 uccise dall’esercito tedesco a Civitella, in Toscana, nel 1944. Da allora le richieste di risarcimento si sono moltiplicate. (Reuters)

Nicaragua: la condanna di due importanti imprenditori segna una svolta della repressione politica di Ortega.

Due alti dirigenti della più grande associazione imprenditoriale del Nicaragua sono stati condannati per “attività contro l’integrità nazionale”: è l’ultima di una serie di iniziative giudiziarie contro l’opposizione politica. Oltre 40 oppositori di Daniel Ortega sono stati condannati per reati che vanno dall’alto tradimento al riciclaggio, nel periodo che ha preceduto le elezioni presidenziali di novembre, che gli sono valse facilmente la conquista del quarto mandato consecutivo. (Reuters)

Ultimo minuto

Leggi le ultime notizie dalle principali agenzie giornalistiche del mondo

Ultim’Ora – Notizie e idee dal mondo, trascurate o minimizzate dai media italiani di oggi.

Ultim’Ora III/120 – In Russia emergono alcune crepe e cresce la frustrazione degli oligarchi per non potere influenzare Putin.

Perquisizione al quartier generale della Deutsche Bank per presunto riciclaggio.

Funzionari della BKA, dell’organismo di controllo sulle attività finanziarie  BaFin e della procura di Francoforte hanno perquisito gli uffici della Deutsche Bank in seguito a segnalazioni di sospetto riciclaggio. (DieZeit)

Le forze israeliane fanno irruzione nella moschea di Al-Aqsa. Otre 40 palestinesi feriti.

La Mezzaluna Rossa Palestinese afferma che 42 persone sono state ferite l’ultimo venerdì del Ramadan in uno dei luoghi più sacri dell’Islam. (Al Jazeera)nel

La “corsa all’oro delle profondità marine” alla ricerca di metalli rari potrebbe causare danni irreversibili.

Le compagnie minerarie vogliono trarre profitto dalla nuova industria, ma gli attivisti ambientali temono conseguenze disastrose. (The Guardian)

Il Primo ministro delle Isole Vergini Britanniche e il direttore dell’autorità portuale arrestati a Miami con l’accusa di riciclaggio e traffico di stupefacenti.

Il premier Andrew Alturo Fahie e l’amministratore delegato della BVI Ports Authority Oleanvine Pickering Maynard sono stati arrestati all’aeroporto di Miami-Opa Locka. A seguito dell’arresto il governo delle isole è stato sciolto e le isole sono passate sotto la giurisdizione diretta di Londra. (CNN)

Il muro di confine col Messico, che Trump ha definito invalicabile, presenta il suo triste bilancio.

Dal 2019, quando l’altezza della barriera è stata aumentata a nove metri lungo gran parte del confine con la California, il numero di pazienti arrivati al reparto traumatologico dell’UC San Diego Medical Center dopo essere caduti dalla struttura è salito a 375, con 16 decessi. (JAMA)

Nell’élite russa emergono le prime crepe mentre i magnati iniziano mugugnare per l’invasione.

Oligarchi e alti dirigenti sono allarmati per il tributo economico che stanno pagando, ma sanno di non potere influenzare Putin. Le sanzioni imposte dall’Occidente hanno issato una nuova cortina di ferro attorno all’economia russa, congelando decine di miliardi di dollari di proprietà dei magnati. Intervistati in condizione di anonimato per paura di ritorsioni, parecchi miliardari russi, banchieri, alti funzionari ed ex dirigenti dichiarano di essere stati presi alla sprovvista dal loro presidente sempre più isolato, ma si sentono incapaci di influenzarlo perché la sua cerchia ristretta è dominata da una intransigente manciata di funzionari della sicurezza. (The Washington Post)

Gli attacchi ucraini portano la guerra fin dentro la Russia, logorando i nervi della popolazione civile.

Il Cremlino minimizza i dati sulle perdite, ma gli attacchi ucraini sul suolo russo della scorsa settimana evidenziano come il conflitto stia valicando il confine, sconvolgendo i residenti delle regioni frontaliere e minacciando di vanificare gli sforzi del presidente Vladimir Putin per nascondere la guerra ai suoi cittadini. (The Washington Post)

L’Ucraina rivela i primi nomi di criminali di guerra mentre porta avanti oltre 8.000 indagini.

Il procuratore capo di Bucha afferma che tutti gli accusati sono sottufficiali e volontari ​​della 64a brigata motorizzata di fucilieri, un’unità recentemente encomiata da Putin per la dedizione alla “patria e agli interessi dello stato”. (USA Today)

Come i prodotti ad alta tecnologia militare americani arrivano in Russia aggirando i controlli sulle esportazioni.

La storia su come i semiconduttori americani siano arrivati ​​dal Texas a Mosca nel 2015 dimostra che la sensibile tecnologia occidentale continua ad arrivare in Russia nonostante i severi controlli sulle esportazioni statunitensi. (Reuters)

Quando è partita l’invasione, i russi sono stati a un passo dalla cattura di Zelenskiy.

In un’intervista a Time,  Zelenskiy rivela che le truppe russe hanno fatto due tentativi di prendere d’assalto il complesso presidenziale mentre c’era la sua famiglia. (Time)

Darfur Occidentale: operatori sanitari e bambini tra le 213 vittime degli “attacchi insensati e brutali”.

Le recenti violenze intercomunitarie nelle aree del Darfur occidentale, in Sudan, hanno causato la morte di almeno 21 bambini, tra cui uno di 11 mesi. (UN News)

In India e Pakistan rischiano di restare al buio a causa dell’eccezionale ondata di caldo.

Nella megalopoli di New Delhi, dove venerdì la temperatura ha raggiunto i 43,5°C, le autorità stimano che in molte centrali sia rimasto “meno di un giorno di carbone”. L’ondata di caldo record ha ridotto i raccolti di grano, sollevando timori su come il paese possa bilanciare i propri bisogni interni con l’ambizione di aumentare le esportazioni e compensare le carenze dovute alla guerra russa in Ucraina. (France 24)

In Sudan gli islamisti alzano la testa profittando del colpo di stato.

Il loro obiettivo è “riportare il paese alla religione” e “organizzare diversi gruppi” in vista delle elezioni promesse dai militari per il 2024. (Le Monde)

Una potente esplosione squarcia la moschea di Kabul e fa 50 morti.

L’esplosione ha squarciato la moschea Khalifa Sahib durante le preghiere del venerdì. Un’ondata di bombardamenti ha colpito l’Afghanistan nelle ultime settimane del sacro mese islamico del Ramadan. (Al Arabiya)

Perché l’indonesiano Joko Widodo ha deciso di imporre un improvviso divieto assoluto alle esportazioni di olio di palma? Guadagnare voti.

Nell’ultima settimana, l’Indonesia prima ha vietato le esportazioni di olio di palma, poi ha annullato la decisione, per ripristinarla subito dopo. Il governo afferma che il divieto è stato reso necessario per ridurre la carenza interna e contenere i prezzi, ma alcuni analisti pensano che la vera ragione sia stata quella di venire incontro agli appelli di alcuni suoi elettori. (South China Morning Post)

El Salvador: il presidente Bukele limita le libertà civili,  ma è amato proprio per questo.

I gruppi per i diritti umani hanno denunciato le azioni come violazioni delle libertà fondamentali. Ma la maggior parte dei salvadoregni non si lamenta. Il paese è stanco degli infiniti spargimenti di sangue, del terrore delle bande criminali, dell’illegalità che ha spinto numerosi cittadini fino al confine americano. (The New York Times)

Gli azionisti di Johnson & Johnson bocciano la proposta di porre fine alle vendite globali di talco per uso pediatrico.

A carico dell’azienda pendono oltre 40.000 richieste di risarcimento per i potenziali legami del borotalco con il cancro e per le contaminazioni con amianto. Sebbene sia stato ritirato dagli scaffali in Nord America, le vendite dei prodotti a base di talco continuano in Asia e Sud America e l’azienda non vuole rinunciare agli utili registrati in queste aree. (Forbes)

Ultimo minuto

Leggi le ultime notizie dalle principali agenzie giornalistiche del mondo

Ultim’Ora – Notizie e idee dal mondo, trascurate o minimizzate dai media italiani di oggi.

Ultim’Ora III/119 – La città ucraina di Kherson, occupata da Putin, teme un falso referendum pro-Russia. 

I dati sul farmaco per l’obesità di Eli Lilly ingrassano la borsa.

L’azienda farmaceutica afferma che il suo potenziale farmaco per l’obesità aiuta i pazienti a perdere oltre il 20% del loro peso, secondo uno studio clinico in fase avanzata. Il farmaco, la tirzepatide, che è allo studio anche come trattamento per il diabete di tipo 2, garantirebbe una perdita di peso fino al 22,5%. La casa farmaceutica statunitense nel primo trimestre ha riportato utili superiori alle attese di Wall Street.  (Reuters)

Il parlamento del Montenegro approva un governo  pro-Europa.

Il nuovo governo filo-occidentale intende accelerare il processo di adesione all’Unione europea e contemporaneamente fare uno sforzo per colmare le profonde divisioni politiche della piccola nazione balcanica. Il governo del primo ministro Dritan Abazovic ha ottenuto 45 voti su 81. I parlamentari filo-serbi non hanno partecipato alla votazione. Il precedente governo filo-serbo era stato sfiduciato a febbraio. (Albanian Daily News)

Il governo delle isole Salomone potrebbe ricorrere alla polizia cinese per mantenersi al potere, temono alcuni osservatori.

Celsus Irokwato Talifilu afferma che la gente comune teme di essere coinvolta in un conflitto tra Cina e Stati Uniti. (The Jakarta Post)

La Cina lotta il mercato nero  e i prezzi speculativi alimentati dalla scarsità di generi alimentari.

Le autorità mettono in guardia contro i profitti speculativi sul confinamento di Shanghai, mentre anche a Pechino la gente corre a fare scorte nei supermercati. (South China Morning Post)

I casi di morbillo aumentano del 79% dopo i problemi della pandemia.

L’incremento registrato a gennaio e febbraio “è un segnale preoccupante di un aumento della diffusione delle  malattie prevenibili con i vaccini”, secondo una dichiarazione congiunta dell’Organizzazione mondiale della sanità e dell’UNICEF. (Axios)

Il disastro dell’EgyptAir del 2016 è stato causato da una sigaretta nella cabina di pilotaggio.

Il volo EgyptAir MS804 è scomparso dagli schermi radar il 19 maggio 2016 mentre era in volo verso Il Cairo da Parigi, uccidendo 66 persone. L’agenzia francese per la sicurezza aerea afferma che l’aereo ha trasmesso messaggi automatici che segnalavano fumo in cabina. (Arab News)

Frontex, l’agenzia europea per il controllo delle frontiere, ha sostenuto rimpatri illegali di migranti nel Mar Egeo.

Secondo un’indagine di “Le Monde” e “Lighthouse Reports”, tra marzo 2020 e settembre 2021, Frontex ha classificato  i rimpatri illegali dei migranti, giunti nelle acque greche, come semplici operazioni preventive  effettuate nelle acque turche. (Le Monde)

Un dipendente dell’Unione Europea arrestato a Pechino.

Per la prima volta un dipendente cinese di una rappresentanza diplomatica occidentale è stato arrestato e trasferito a migliaia di chilometri da Pechino, nel Sichuan, provincia ad ovest del Paese dove non ha alcun legame familiare. Motivo della carcerazione: “fomentare liti e creare problemi”, reato punibile con cinque anni di reclusione. (Le Monde)

La guerra in Ucraina aggrava la crisi economica in Siria.

La deviazione di parte degli aiuti internazionali verso i profughi dell’Ucraina aggrava la crisi nella regione di Idlib, dove milioni di sfollati sopravvivono dipendono dagli aiuti umanitari. (Le Monde)

La città ucraina di Kherson, occupata da Putin, teme un falso referendum pro-Russia.

Quando le forze russe hanno preso la città di Kherson, nel sud dell’Ucraina, all’inizio di marzo, i residenti hanno percepito che gli occupanti avessero un piano speciale per la loro città. Ora, quella sensazione si è concretizzata nel timore sempre più reale  che la Russia intenda organizzare un finto referendum per trasformare il territorio in una “repubblica popolare” filo-Mosca. (Associated Press)

La disperata campagna di reclutamento dei separatisti di Donetsk svuota le strade degli uomini.

I maschi sotto i 65 anni trascorrono le loro giornate in clandestinità, lasciando mogli e sorelle a farsi carico del loro lavoro. A dimostrazione di quanto i filo-russi non riescano a trovare uomini per rimpinguare i ranghi,  alla fine di marzo a Donetsk l’età massima della leva era stato portata  da 55 a 65 anni. Sabato, inoltre, le autorità hanno annunciato una mobilitazione anche nella regione di Kherson. Coloro che non vogliono diventare carne da cannone in una guerra che non condividono, contro un paese,  l’Ucraina, che la maggior parte di loro considera ancora proprio, trascorrono le giornate in clandestinità. La gente del posto scherza sul fatto che ora Kherson è diventata una città di amazzoni, gestita solo da donne. (The Guardian)

Le ong chiedono con urgenza anticoncezionali per le donne stuprate dai soldati.

Mentre si moltiplicano le segnalazioni di stupri, le organizzazioni umanitarie denunciano le difficoltà logistiche negli invii di pillole del giorno dopo e farmaci per l’aborto. (The Guardian)

La Russia usa delfini militari addestrati nella base navale del Mar Nero, secondo l’analisi di immagini satellitari.

L’Istituto navale degli Stati Uniti ha esaminato le immagini satellitari catturate dalla Maxar Technologies di Sebastopoli, in Crimea, e ha scoperto due recinti per delfini della marina russa nel principale porto della penisola. I delfini vi sono stati trasferiti a febbraio, più o meno nel periodo in cui la Russia ha lanciato l’invasione. (USNI News)

La Camera Usa approva un disegno di legge che impegna  Biden a vendere gli yacht russi sequestrati per aiutare l’Ucraina.

La norma non è vincolante, ma la sua approvazione con 417 voti contro 8 riflette un desiderio condiviso affinché il presidente assuma un atteggiamento più aggressivo mentre gli Stati Uniti e gli alleati europei si chiedono cosa fare dei beni sequestrati ai russi. (The New York Times)

Dai cobra reali ai gechi, il 20 percento dei rettili rischia l’estinzione

La prima analisi globale di questo tipo ha rilevato che il disboscamento e l’agricoltura stanno portando via l’habitat dei rettili a un ritmo insostenibile, accelerando il declino della biodiversità. La ricerca, pubblicata su Nature, aggiunge un’altra dimensione a un corpo sostanziale di prove scientifiche che sostengono che la crisi della biodiversità è causata dall’uomo come il cambiamento climatico. (The New York Times)

Ultimo minuto

Leggi le ultime notizie dalle principali agenzie giornalistiche del mondo

Ultim’Ora – Notizie e idee dal mondo, trascurate o minimizzate dai media italiani di oggi.

Ultim’Ora III/118 – La Cina segnala il primo caso umano di influenza aviaria H3N8.

La Nuova Zelanda ha un piano per salvare le città costiere dall’innalzamento dei mari.

Per preparare il paese a fronteggiare inondazioni, tempeste violente e incendi boschivi le nuove costruzione dovranno essere edificate lontano dalle aree ad alto rischio. (New Zealand Herald)

La California meridionale, minacciata dall’arsura, decide di limitare l’irrigazione all’aperto.

Nelle contee di Los Angeles, Ventura e San Bernardino l’irrigazione sarà consentita un solo giorno alla settimana. (Los Angeles Times)

Il Myanmar condanna Aung San Suu Kyi a cinque anni di carcere.

Un tribunale del Myanmar mercoledì ha condannato l’ex leader Aung San Suu Kyi a cinque anni di carcere. Secondo l’accusa Suu Kyi, 76 anni, avrebbe accettato 11,4 kg di oro e pagamenti in contanti per un totale di $ 600.000 dall’ex primo ministro di Yangon Phyo Min Thein.  Nel suo servizio, il canale d’informazione cinese CGTN ha anche mostrato brevi immagini del processo. (CGTN)

In quattro paesi dell’Europa orientale la libertà dei media è “in pericolo”, rileva un sondaggio dell’Ue.

Gli intervistati in Polonia, Ungheria, Repubblica Ceca e Slovacchia chiedono interventi per garantire la libertà di stampa. (The Guardian)

Gli azionisti di Johnson & Johnson chiedono di mettere fine alla vendita di prodotti che contengono talco per uso pediatrico.

Da decenni la scienza denuncia collegamenti tra cancro alle ovaie e borotalco. La Food and Drug Administration, inoltre,  ha rilevato amianto in una linea di prodotti che Johnson & Johnson da anni commercializza tra le donne afroamericane in sovrappeso, pur essendo a conoscenza dell’amianto. L’Organizzazione Mondiale della Sanità ha iniziato a classificare il talco in polvere come “possibilmente cancerogeno” nel 2006. (The Guardian)

Secondo fonti diplomatiche qualificate, un accordo nucleare con l’Iran è ancora possibile, ma non c’è tempo da perdere.

La difficoltà principale sarebbe l’insistenza dell’Iran perché le Guardie della Rivoluzione vengano escluse  dalla lista nera delle organizzazioni terroristiche  e l’esenzione dei suoi leader dall’elenco delle sanzioni statunitensi. Sembra che l’Iran stia scommettendo sul fatto che gli Stati Uniti finiscano con l’accettare le sue richieste per evitare un’altra crisi oltre a quella in Ucraina. (Asharq Al-Awsat)

Guerra in Ucraina: la Russia non riesce a conquistare completamente il Donbass, nonostante il diluvio di fuoco.

Mosca voleva conquistare questo territorio dell’Ucraina orientale con un movimento a tenaglia prima del nove maggio. Ma la resistenza ucraina fa avanzare poco le linee del fronte. (Le Monde)

Transnistria: perché la guerra in Ucraina preoccupa questa striscia della Moldovia.

Dopo una serie di esplosioni crescono i timori che il conflitto in Ucraina si estenda a quest’ultima reliquia del comunismo sovietico. (Le Monde)

La Cina segnala il primo caso umano di influenza aviaria H3N8.

La variante è stata trovata in un bambino di quattro anni della provincia centrale di Henan. Il bambino era stato in contatto con polli e corvi allevati dalla sua famiglia. (Reuters)

Due terzi dei dipendenti di Shanghai del principale produttore di semiconduttori cinese SMIC dormono in fabbrica mentre il blocco delle attività minaccia la catena di approvvigionamento.

SMIC è tra le prime 666 imprese autorizzate dal governo di Shanghai a riprendere la produzione nonostante il confinamento. (South China Morning Post)

I bulldozer in India sono diventati il simbolo del nazionalismo indù.

Con l’aumento delle tensioni religiose, il partito al governo BJP ordina ala demolizione dei quartieri a maggioranza musulmana. (The Washington Post)

Le idee di Musk per Twitter possono configgere con le regole europee.

L’approccio alla moderazione dei contenuti su Twitter di Elon Musk potrebbe scontrarsi con le nuove ambiziose leggi dell’Ue intese a proteggere gli utenti dalla disinformazione, dall’incitamento all’odio e da ogni altro contenuto rischioso. (Associated Press)

Cosa c’è dietro la chiusura dei rubinetti del gas naturale della Russia?

L’annuncio di Gazprom dell’interruzione delle forniture di gas naturale a Polonia e Bulgaria, aumenta le tensioni tra il Cremlino e l’Europa aggiungendo nuova urgenza ai piani per ridurre la dipendenza del continente dalla Russia come fornitore di petrolio e gas. (Associated Press)