Category Archive : News

Ultim’Ora III/281 – Cina: il “liberale” Wang Yang potrebbe essere il prossimo premier.

La corte europea intima alla Svizzera di porre fine alla discriminazione contro i maschi.

La Corte europea dei diritti dell’uomo ha accolto una denuncia presentata da un vedovo svizzero per presunta discriminazione in materia di diritto alla pensione di reversibilità che è più favorevole per le vedove. [SwissInfo]

L’Europa si rivolge all’Africa nel tentativo di sostituire il gas naturale russo.

Un nuovo progetto di gas naturale liquefatto al largo della costa occidentale dell’Africa sarebbe pronto solo all’80%, ma già la prospettiva di un nuovo fornitore di energia ha attratto le visite dei leader di Polonia e Germania. [Associated Press]

Il primo turista spaziale del mondo prenota il  volo intorno alla luna a bordo dell’astronave di Elon Musk.

Ora che è andato in pensione e ha tutto il tempo libero che vuole, per Dennis Tito, 82 anni, è un’occasione per rivivere il piacere del suo viaggio sulla Stazione Spaziale Internazionale. [CNN]

Il servizio sanitario britannico lancia un primo “allarme ambra” per le scorte di sangue estremamente basse.

Gli ospedali sono stati invitati ad aiutare a ricostituire le scorte nazionali di sangue rinviando gli interventi chirurgici meno urgenti. [The Independent]

Porto Rico ancora paralizzato dopo l’uragano Fiona.

Migliaia di famiglie sono ancora senza energia, settimane dopo che l’uragano Fiona ha colpito Porto Rico.

Alte temperature, pioggia e zanzare rendono la vita insopportabile a chi è ancora colpito dall’interruzione di corrente più lunga della storia degli Stati Uniti. [Usa Today]

A novembre sarà necessario un “significativo” aumento dei tassi, avverte il capo economista della Bank of England.

Gli acquisti dei titoli di Stato del Regno Unito continua e spinge il rendimento dei cosidddetti gilt a 20 anni al massimo degli ultimi 20 anni, mentre la Banca d’Inghiterra (Boe) conferma  che il programma di acquisti di obbligazioni terminerà venerdì; l’economia britannica è sull’orlo della recessione. [The Guardian]

Negli Usa, una campagna da 100 milioni di dollari vuole a salvaguardare l’immagine di Gesù dagli accessi di alcuni seguaci.

Cartelloni pubblicitari con messaggi del tipo “Anche Gesù si rilassava” o “Anche Gesù rischiava grosso” sono apparsi nei principali centri come New York e Las Vegas. Annunci con video in bianco e nero apparsi in rete che presentano un Gesù a volte ribelle, a volte attivista o anche ospite ad una cena sono stati visti più di 300 milioni di volte, secondo gli organizzatori. La campagna He Gets Us è finanziata dalla Signatry, una fondazione cristiana con sede in Kansas. [The Washington Post]

I missili russi colpiscono le città dell’Ucraina, ma Israele rifiuta di venderle i suoi sistemi di difesa aerea.

L’apparato “Cupola di ferro”,  un sistema d’arma mobile per la difesa antimissile sviluppato dalla RAFAEL, progettato per la difesa di strutture o di piccole città, è in grado di intercettare razzi a media velocità e proiettili di artiglieria con un tasso di successo del 90%. Ma Israele no intende fornirlo agli ucraini per non inasprire le relazioni strategiche con la Russia in Siria e altri punti caldi. [The Washington Post]

Cina: il “liberale” Wang Yang potrebbe essere il prossimo premier.

Da capo del Partito comunista cinese della ricca provincia del Guangdong, Wang Yang ha mostrato una vena liberale che non si è più vista da quando Xi Jinping ha monopolizzato il potere. Sebbene il primo ministro sia la seconda carica nella gerarchia cinese, con Xi è diventato sempre meno influente. [Reuters]

Almeno 17 morti nell’incendio di un autobus nel sud del Pakistan.

L’incidente è avvenuto sull’autostrada M-9 che collega la città portuale di Karachi con le città di Hyderabad e Jamshoro nella provincia del Sindh. [Reuters]

Razzi, probabilmente lanciati da miliziani iraniani, prendono di mira il giacimento di gas di Khor Mor nel Kurdistan iracheno.

Almeno otto razzi Katyusha sono stati lanciati contro il giacimento nella regione del Kurdistan iracheno, ma non hanno provocato vittime né influenzato l’attività estrattiva.  [Reuters]

La Russia arresta otto persone sospettate di essere coinvolte nell’esplosione del ponte in Crimea.

Il Servizio di sicurezza federale russo rende noto di avere arrestato cinque russi e tre tra ucraini e armeni. [Al Jazeera]

Ciad: Saleh Kebzabo nominato primo ministro del governo di transizione. Una scelta di pacificazione per il presidente Mahamat Idriss Déby Itno.

L’ex giornalista è stato negli ultimi due decenni uno dei più accaniti oppositori di Idriss Déby Itno, morto nell’aprile 2021. Quattro volte candidato alle elezioni presidenziali, era entrato a far parte del primo governo di transizione di Mahamat Idriss Déby Itno, nel maggio 2021. [Jeune Afrique]

I rapporti Usa-Arabia Saudita peggiorano, ma Biden vuole evitare che esplodano apertamente.

I cambi di passo di Joe Biden nei confronti di Mohammed Ben Salman, dettati da esigenze a breve termine, sono un boomerang. Ma dopo l’irrigidimento saudita, che si è appena allineato con gli interessi petroliferi della Russia, ogni decisione è un azzardo. [Le Monde]

In Iran, l’esponente dell’opposizione Mostafa Tajzadeh condannato a cinque anni di carcere.

L’ex viceministro degli interni sotto la presidenza di Mohammad Khatami è accusato di “cospirazione contro la sicurezza”. La sua candidatura alle elezioni presidenziali del 2021 era stata respinta. [Le Monde]

Guerra in Ucraina: gli Emirati Arabi Uniti si atteggiano a mediatori con Putin.

Ambiguo sulla questione della guerra in Ucraina, il leader degli Emirati, Mohammed Ben Zayed, raro capo di stato straniero in visita in Russia, ha incontrato il presidente russo  a San Pietroburgo. [Libération]

Iran: nonostante  gli oscuramenti di internet e la violenta repressione, le proteste si estendono a 15 città e al settore petrolifero.

Secondo alcuni attivisti almeno 185 persone sono state uccise e migliaia sono state ferite o arrestate durante le manifestazioni innescate dalla morte di Mahsa Amini, quasi un mese fa. [The New York Times]

Cellule cerebrali umane impiantate nei topi sentono ciò che provano i topi.

Gli “organoidi” del cervello umano si sono collegati al sistema nervoso dei topi, influenzando le sensazioni e i comportamenti degli animali. Il trapianto di tessuto cerebrale umano nei ratti fra l’altro potrebbe aiutare a

477 balene muoiono in “strazianti” spiaggiamenti nelle Isole Chatham.

Le balene si sono spiaggiate sulle isole Chatham, a circa 800 km a dalla Nuova Zelanda. [The New Zealand Herald]

Ultimo minuto

Leggi le ultime notizie dalle principali agenzie giornalistiche del mondo

Ultim’Ora – Notizie e idee dal mondo, trascurate o minimizzate dai media italiani di oggi.

Ultim’Ora III/280 – Chi hanno sbaragliato i cartaginesi in Sicilia 2.500 anni fa? Non esattamente l’esercito greco.

Il presidente sudcoreano vuole abolire il ministero per l’uguaglianza di genere. Per “proteggere” meglio le donne.

Durante la campagna elettorale, Yoon Suk-yeol ha corteggiato gli elettori maschi e “antifemministi”. I suoi oppositori affermano che la decisione odierna vuole essere un modo per adempiere una sua implicita promessa elettorale, oltre che  una grave battuta d’arresto per i diritti delle donne. [The KoreaTimes]

L’FBI dice di avere acquisto  indizi convincenti di reati fiscali e false dichiarazioni relative all’acquisto di armi a carico di Hunter Biden.

Sulla base di questi elementi il procuratore generale del Delaware dovrà decidere se incriminare formalmente il figlio del presidente statunitense. [The Washington Post]

Un incendio nell’Isola di Pasqua provoca danni “irreparabili” alle famose statue moai.

L’incendio, che ha colpito più di 100 ettari del parco nazionale, ha “carbonizzato completamente” alcuni dei famosi giganti di pietra. [The Guardian]

Tre alti militanti del gruppo Stato Islamico uccisi in attacchi statunitensi in Siria.

L’esercito americano afferma che gli uomini sono stati uccisi in due attacchi separati. [The Guardian]

Tutta la nomenklatura del potere cinese.

Il 19° Comitato Centrale del PCC: foto, curricula e posizioni occupate di 377membri del 19mo Comitato centrale. Questo è il massimo organo dirigenziale del Partito Comunista Cinese. I suoi membri eleggono il Politburo, che è l’apice del potere in Cina. I membri a pieno titolo del comitato possono votare sui temi all’ordine del giorno; i membri supplenti no. Una nuova formazione di volti più giovani sarà promossa al Comitato Centrale al 20° congresso del partito poiché molti membri attuali hanno ormai raggiunto l’età pensionabile. [South China Morning Post]

Con l’inizio della stagione della raccolta del cotone in Cina, la legge sul “lavoro forzato” dello Xinjiang e i timori di una recessione globale raffreddano la domanda.

Il prezzo del cotone dello Xinjiang è sceso di oltre il 20% da quando Washington ne ha effettivamente vietato le importazioni a giugno. Sul mercato globale del cotone pesano anche le condizioni meteorologiche estreme in paesi come gli Stati Uniti ei timori di recessione. [South China Morning Post]

Chi hanno sbaragliato i cartaginesi in Sicilia 2.500 anni fa? Non esattamente l’esercito greco.

L’analisi del DNA dei resti umani trovati nelle fosse comuni dopo le due battaglie di Imera getta nuova luce sulla natura dell’esercito greco classico. Una fossa comune dei caduti della seconda battaglia di Imera, in Sicilia nel 409 a.C., evidenzia che un quarto dei soldati non erano  greci, ma mercenari, rispetto ai due terzi della prima battaglia di Imera vinta dai greci settant’anni prima.  [I kathimerini]

Il presidente dell’Uganda licenzia il figlio per i suoi tweet strampalati.

Il presidente dell’Uganda Yoweri Museveni ha licenziato il proprio figlio, comandante delle forze di fanteria della nazione,  perché con un tweet ha minacciato di occupare la capitale del vicino Kenya. Con altri tweet ha manifestato sostegno dei ribelli del Tigré che combattono le truppe federali etiopi, ai ribelli che combattono nel Congo orientale  e alla Russia per la guerra in Ucraina. Recentemente ha anche scritto di volere offrire 100 buoi dalle lunghe corna (apparentemente come prezzo della sposa) per la prossima prima ministra italiana. [Associated Press]

La Turchia suggerisce che Svezia e Finlandia entrino nella NATO separatamente.

La Turchia aveva minacciato di bloccare l’adesione di Svezia e Finlandia all’alleanza di difesa di 30 membri, accusando Stoccolma e, in misura minore, Helsinki di sostenere gruppi che Ankara considera terroristi. Ora dice che potrebbero entrare, ma alla spicciolata. [Associated Press]

Danielle Smith, nuova premier dell’Alberta canadese, è pronta a sfidare Trudeau.

Danielle Smith, il premier entrante della principale provincia produttrice di petrolio del Canada, l’Alberta, si prepara a contrastare il primo ministro Justin Trudeau dopo aver vinto la sua corsa alla leadership con l’intenzione di opporsi alle leggi federali. Smith, 51 anni, è stata eletta alla guidadell’United Conservative Party (UCP) al governo dell’Alberta, a solo sette mesi dalle prossime elezioni provinciali. [Le Devoir]

L’Iran nega che le forze di sicurezza abbiano ucciso una sedicenne: si sarebbe gettata dal tetto di un edificio di cinque piani.

Le testimonianze diffuse sulle reti sociali e Amnesty International sostengono che Sarina Esmaeilzadeh è stata uccisa dalle forze di sicurezza a colpi di manganello in testa durante le proteste per la morte della 22enne Mahsa Amini. Secondo le stesse fonti le vittime della campagna di repressione sono oltre 150 mentre  centinaia di manifestanti sono stati feriti e migliaia arrestate. [Al Arabiya]

Ultimo minuto

Leggi le ultime notizie dalle principali agenzie giornalistiche del mondo

Ultim’Ora – Notizie e idee dal mondo, trascurate o minimizzate dai media italiani di oggi.

Ultim’Ora III/279- La Russia chiede il voto segreto delle Nazioni Unite sulla mozione di condanna dell’annessione dell’Ucraina.

Macron si oppone alla costruzione di un nuovo gasdotto tra la Spagna e la Francia.

La costruzione del nuovo gasdotto, dice, richiederebbe dai cinque agli otto anni. Inoltre,  i gasdotti esistenti tra la Spagna e la Francia sono utilizzati al 50-60% della loro capacità. [L’Indépendant]

Biden concede l’indulto per  tutti i reati federali legati al semplice possesso di marijuana. È un primo passo verso la depenalizzazione.

La decisione, che  interessa migliaia di americani, arriva un mese prima delle critiche elezioni di novembre che decideranno quale partito controllerà il Congresso. Alcuni candidati, in particolare il governatore democratico della Pennsylvania John Fetterman, che si candida per il seggio al Senato degli Stati Uniti nel suo stato, hanno posto la questione della legalizzazione della marijuana al centro delle loro campagne. [CNN]

 Energia: la Francia vieta ogni pubblicità luminosa tra l’una e le sei del mattino.

Il decreto momentaneamente ne esclude l’applicazione negli aeroporti, nelle stazioni ferroviarie e nelle stazioni della metropolitana. [Le Monde]

“Occorre investire nei piccoli agricoltori o il mondo dovrà affrontare crisi alimentari ricorrenti”.

Servono miliardi per la conservazione dell’acqua e del suolo e aumentare la resilienza nelle piccole aziende agricole, afferma il nuovo capo del settore per il finanziamento agricolo delle Nazioni Unite. [The Guardian]

La morte di 66 bambini in Gambia suona l’allarme sugli sciroppi per la tosse prodotti in India.

L’Organizzazione Mondiale della Sanità invita a vigilare su quattro sciroppi per la tosse e il raffreddore prodotti da Maiden Pharmaceuticals in India, avvertendo che potrebbero essere collegati alla morte di 66 bambini in Gambia. [The Guardian]

Nei rubinetti di Kathmandu finalmente torna a scorrere l’acqua. Un disastro climatico aveva cancellato la rete idrica precedente.

Un disastro, che ha spazzato via un progetto decennale per portare l’acqua nella capitale del Nepal, mostra la discrepanza tra i lenti sforzi finanziati dai donatori e la velocità del riscaldamento globale. [The New York Times]

Che cosa è successo ai totem  per passaporti degli aeroporti statunitensi?

Più dell’80% di tutti i viaggiatori che entrano negli Stati Uniti oggi sono controllati  dal riconoscimento facciale. L’accantonamento dei metodi più vecchi e apparentemente più economici lascia molti perplessi. Per non dire nulla della riservatezza. [The New York Times]

Myanmar: un documentarista giapponese condannato a sette anni di reclusione.

Il cinereporter  Toru Kubota, detenuto a Yangon da luglio, è stato condannato a sette anni di carcere per sedizione e violazione di una legge sulle comunicazioni elettroniche: aveva ripreso una manifestazione di protesta antigovernativa. [The JapanTimes]

La Russia chiede il voto segreto delle Nazioni Unite sulla mozione di condanna dell’annessione dell’Ucraina.

La Russia ha chiesto una votazione a scrutinio segreto la prossima settimana su una risoluzione appoggiata dall’Occidente che condannerebbe il suo “tentativo di annessione illegale” di parte di quattro regioni ucraine. Apparentemente la Russia pensa  di ottenere più voti in suo favore se il voto sarà segreto. La Russia ha anche posto il veto a quella che sarebbe stata una risoluzione giuridicamente vincolante del Consiglio di Sicurezza i per condannare come illegali i referendum sull’annessione nelle quattro regioni ucraine, dichiararli non validi ed esortare tutti i paesi a non riconoscere alcuna annessione del territorio rivendicato da Mosca. [Associated Press]

Alcuni parlamentari statunitensi chiedono di ripensare le vendite di armi ai sauditi mentre Biden riflette sulla risposta ai tagli decisi dall’OPEC per tenere alto il prezzo del grezzo.

I membri democratici del Congresso degli Stati Uniti sollecitano una forte riduzione delle vendite militari all’Arabia Saudita, anche se il presidente Joe Biden riflette ancora su come rispondere ai piani delle nazioni OPEC+ per ridurre la produzione di petrolio. [Reuters]

Ultimo minuto

Leggi le ultime notizie dalle principali agenzie giornalistiche del mondo

Ultim’Ora – Notizie e idee dal mondo, trascurate o minimizzate dai media italiani di oggi.

Ultim’Ora III/278 –OPEC: Arabia Saudita e Russia concordi nel ridurre la produzione di petrolio di due milioni di barili al giorno.

Terremoto di magnitudo 5.6 vicino a Sullana, nella provincia di Sullana, al confine tra Ecuador e Perù.

Secondo i dati preliminari del servizio specializzato Volcano Discovery, il sisma è stato localizzato a una profondità di 10 km. I terremoti poco profondi si fanno sentire più fortemente di quelli più profondi poiché sono più vicini alla superficie. [Volcano Discovery]

La Polonia chiede alla Germania 1,3 trilioni di dollari di danni di guerra.

Il ministro degli esteri polacco ha firmato una nota ufficiale con la quale chiede alla Germania il pagamento di circa 1,3 trilioni di dollari di risarcimento per i danni subiti durante la seconda guerra mondiale. [Associated Press]

La Russia ha trovato nuovi modi per diffondere  i suoi video di propaganda.

Attraverso profili artificiosi collegati ai media statali russi, dozzine di video vengono diffusi in 18 lingue diverse, il tutto senza lasciare tracce che possamo condurre alla fonte. Secondo un rapporto dell’americana Nisos, società specializzata nella raccolta di informazioni, i video diffusi promuovono le teorie del complotto del Cremlino che attribuiscono all’Ucraina la responsabilità per le vittime civili e affermano che i residenti delle aree annesse dalla Russia hanno accolto con entusiasmo i loro occupanti. Le versioni in lingua inglese circolando su Twitter e su piattaforme meno note,  ma apprezzate dai conservatori americani. Tra queste,  Gab e Truth Social, create dall’ex presidente Donald Trump, offrono alla Russia un canale privilegiato per rivolgersi a milioni di persone. [Associated Press]

Dove sono le armi nucleari che la Russia minaccia di usare?

Sono immagazzinate in un numero limitato di strutture sparse per tutto il paese, da cui devono essere rimosse e trasportate. Questo processo richiede giorni, e questi movimenti verrebbero probabilmente rilevati dai servizi segreti statunitensi ed europei. [The Washington Post]

Il Pentagono conferma di non avere rilevato alcun trasferimento di armi nucleari al confine con l’Ucraina.

Alcuni media avevano diffuso la notizia secondo cui un treno che trasportava armi nucleari sarebbe partito verso  i confini dell’Ucraina. [Ukrainian News Agency]

A tutto il  cinque ottobre scorso la Russia avrebbe perso 61.000 soldati.

In totale le forze russe avrebbero perso anche  2.435 carri armati, 5.038 veicoli corazzati da combattimento, 266 aerei e 232 elicotteri. [Ukraïns’ka pravda]

L’OPEC e la Russia si impegnano a ridurre la produzione di petrolio di due milioni di barili al giorno.

 Il piano dell’UE deve affrontare un nuovo ostacolo. I produttori di petrolio, con in testa l’Arabia Saudita, incuranti dell’inflazione globale, vogliono mantenere alti i prezzi del grezzo. Questi erano scesi a circa $ 80 al barile dagli $ 120 all’inizio di giugno per i crescenti timori di una recessione economica globale. [CNBC]

In rete gli utenti americani parlano sempre più spesso di “guerra civile”. Soprattutto dopo le vicende dei documenti sequestrati a Mar-a-Lago.

Più di un secolo e mezzo dopo la vera Guerra Civile, la più mortale nella storia degli Stati Uniti, i riferimenti alla “guerra civile” si fanno sempre più frequenti quando si parla della destra. Per molti la dizione è usata in modo figurato; per alcuni, però, è molto più di una metafora. [The New York Times]

Gli Stati Uniti preparano nuovi divieti alla vendita alla Cina di programmi o componenti elettronici che possono favorire lo sviluppo dell’intelligenza artificiale o dei supercalcolatori.

La nuova regolamentazione sarebbe l’iniziativa più radicale dell’amministrazione Biden per contrastare l’accesso della Cina alla tecnologia americana. [The New York Times]

I monsoni si fanno sempre più estremi.

I monsoni dell’Asia meridionale sono indissolubilmente legati, culturalmente ed economicamente, a gran parte dell’Asia. Il cambiamento climatico li sta rendendo sempre più violenti e irregolari. [The New York Times]

L’Unione Africana invita l’Etiopia e la regione del Tigré a un tavolo per parlare di pace.

L’Etiopia avrebbe accettato, ma non è ancora chiaro se i colloqui si svolgeranno ai massimi livelli. [Deutsche Welle]

“Catastrofe generazionale”: in Sudan milioni di bambini non hanno alcuna scuola.

Inondazioni, incursioni delle milizie e fame fanno sì che un terzo dei bambini non possa frequentare la scuola, mentre per gli altri ci sono pochi insegnanti. [The Guardian]

Coro di critiche in Europa contro il piano energetico da 200 miliardi di euro della Germania.

Il programma di aiuti presentato da Berlino per ridurre le bollette del gas e dell’elettricità minacciano la coesione dei Ventisette di fronte alla crisi. [Le Monde]

L’esercito di El Salvador assedia la città di Comasagua per catturare un gruppo di affiliati della banda MS-13.

La Mara Salvatrucha (comunemente abbreviato in MS, Mara o MS-13) è un’organizzazione transnazionale di bande criminali associate, nata a Los Angeles e diffusa in altre regioni degli Stati Uniti, in Canada, in Messico, nel Nord dell’America centrale (Guatemala, El Salvador, Honduras), in Spagna e anche in Italia.

La maggior parte delle bande sono composte da circa 70.000 centroamericani attivi nelle aree urbane e suburbane. [El Mundo]

Ultimo minuto

Leggi le ultime notizie dalle principali agenzie giornalistiche del mondo

Ultim’Ora – Notizie e idee dal mondo, trascurate o minimizzate dai media italiani di oggi.

Ultim’Ora III/277- Usa: una Carta dei diritti dell’intelligenza artificiale piuttosto spuntata.

I Giochi invernali asiatici del 2029  si svolgeranno nelle montagne di Trojena, presso Neom, la megalopoli futuristica in costruzione nel deserto montuoso nel nord-ovest dello stato del Golfo, in Arabia Saudita.

La nuova città di Neom dovrebbe sorgere nel 2025 nel cuore del deserto di Tabuk, in Arabia Saudita a nord del Mar Rosso e a est dell’Egitto e del Golfo di Aqaba. [Saudi Gazette]

La Casa Bianca svela il suo “progetto” per una Carta dei diritti dell’intelligenza artificiale. La carta di Biden però non avrà forza di legge e per le grandi imprese rimarrà solo un libro dei sogni.

I principi della bozza comprendono il diritto dei cittadini di opporsi  ai processi decisionali pubblici basati su algoritmici, ma non valgono per il settore privato. [Wired]

Migliaia di iracheni celebrano  in strada  il terzo anniversario delle proteste.

Decine di feriti mentre migliaia di iracheni inneggiano al terzo anniversario delle proteste a livello nazionale. Le nuove manifestazioni esplodono mentre l’Iraq rimane impantanato nella paralisi politica dalle elezioni dell’ottobre dello scorso anno che non sono ancora riuscite a fare emergere né un leader né un governo. [Al-Monitor]

Il premio Nobel per la fisica assegnato a tre ricercatori impegnati nello studio della tecnologia quantistica.

Il francese Alain Aspect, lo statunitense John F Clauser e l’austriaco Anton Zeilinger sono famosi per gli studi sul fenomeno descritto da Einstein come “azione spettrale a distanza” secondo cui nella fisica quantistica regolare, non è possibile alterare il grado di correlazione (entanglement) tra due particelle manomettendo una delle particelle da sola. I loro esperimenti hanno ampie implicazioni per il trasferimento sicuro delle informazioni e il calcolo quantistico. [The New York Times]

Il Parlamento Europeo approva il caricabatterie universale per tutti i cellulari, tavolette e altri dispositivi elettronici.

Dall’autunno 2024, tutti i dispositivi elettronici mobili, compresi quelli di Apple, dovranno incorporare una presa di ricarica standard USB-C. [Parlamento Europeo]

Liz Truss  rifiuta di revocare i tagli alle misure di assistenza sociali in termini reali, adeguandoli alla crescita dell’inflazione.

La prima ministra è nuovamente ai ferri corti con i parlamentari del suo stesso partito che le chiedono di adeguare le misure sociali in linea con l’inflazione. [The Guardian]

Guerra in Ucraina: la Russia afferma di avere già coscritto quasi 200.000 riservisti in solo due settimane.

“L’addestramento è in corso in ottanta campi e sei centri specializzati”, fa sapere il ministero della difesa. [Le Monde]

Alla fine, la malaria può essere eradicata?

Due nuovi vaccini potrebbero porre fine a un’antica piaga. Ma il loro arrivo quasi contemporaneo potrebbe non essere una buona notizia. [The New York Times]

Il giornalista filippino Percival Mabasa ucciso a colpi di arma da fuoco da un assassino a volto scoperto.

Il 63enne commentatore radiofonico, era un caustico critico del presidente filippino Ferdinand Marcos Jr. e del suo predecessore Rodrigo Duterte, come ricorda nel suo sito il Comitato per la protezione dei giornalisti (CPJ). [Al Jazeera]

L’Iran festeggia il lancio d’un prototipo di “rimorchiatore spaziale”, in grado di cambiare l’orbita dei satelliti.

Gli Stati Uniti temono che il programma balistico di Teheran possa servire anche ai suoi missili. [The Times of Israel]

Ultimo minuto

Leggi le ultime notizie dalle principali agenzie giornalistiche del mondo

Ultim’Ora – Notizie e idee dal mondo, trascurate o minimizzate dai media italiani di oggi.

Ultim’Ora III/276 – Crisi del gas: in tutta Europa, interi comparti sono a rischio delocalizzazione.

Il  genetista svedese Svante Pääbo  vince il premio Nobel per la medicina per le sue ricerche sui neanderthal.

Le sue scoperte del genoma dei neanderthal hanno implicazioni anche per la medicina moderna. Tratti del DNA dei neanderthal e dei denisovani sono presenti nel genoma umano presente e la loro analisi aiuta a fare luce su ciò che rende la nostra fisiologia unica. Ad esempio, una versione denisoviana del gene EPAS1, che consente di  sopravvivere in alta quota, è comune tra i tibetani moderni. Sono stati anche identificati geni di neanderthal che influenzano le nostre risposte immunitarie a diversi tipi di infezioni, come il covid.  [Expressen]

Un “ordinario” vaso cinese  del valore di 2.000 euro venduto per quasi 8 milioni di euro a conclusione d’una guerra tra offerenti.

Una porcellana Tianqiuping del 18mo secolo è stata venduta a un’asta telefonica 4.000 volte il suo valore stimato perché gli offerenti erano convinti che si trattasse di un rarissimo esemplare. I banditori della casa d’aste di Fontainebleau, alle porte di Parigi, non credevano alle proprie orecchie sentendo i continui rialzi d’una trentina di offerenti principalmente cinesi. Il vaso è stato aggiudicato per 7,7 milioni di euro, quasi 4.000 volte il suo valore stimato. [Le Parisien]

La polizia antisommossa irrompe nell’Università Sharif di Teheran per sedare la rivolta studentesca.

Gli studenti della prestigiosa università scientifica iraniana partecipavano al 16mo giorno di proteste dopo la morte di Mahsa Amini. I gruppi per i diritti umani sono “estremamente preoccupati” per la violenta repressione delle manifestazioni di Teheran e Isfahan. [Al Jazeera]

Elezioni brasiliane: mentre alle presidenziali  Lula non sfonda e Bolsonaro resiste, un’onda ultraconservatrice prevale al Congresso e negli stati della federazione.

Il bolsonarismo è emerso dalle urne come la principale forza politica della prossima legislatura e, anche se eletto, Lula dovrà conviverci. Dei nuovi 27 eletti che sostituiranno 1/3 del senato, 20 hanno legami o simpatie per l’attuale presidente Bolsonaro. Oltre a cinque ex ministri e un segretario con stretti legami con il Palazzo Planalto, il vicepresidente Hamilton Mourão (repubblicano) ha conquistato un seggio alla Casa dos Estados come rappresentante del Rio Grande do Sul.  All’estremo opposto, i sostenitori o simpatizzanti di  Lula eletti al senato sono solo sette. [Correio Braziliense]

Dopo la caduta di Lyman, in Ucraina, emergono attriti all’interno dell’alto comando russo.

Il ministro della difesa Sergei Shoigu e il capo di stato maggiore Valery Gerasimov sono sempre più apertamente criticati dopo le battute d’arresto subite dalle forze russe. [Le Monde]

Crisi del gas: in tutta Europa, interi comparti sono a rischio delocalizzazione.

Fertilizzanti, carta, acciaio… la crescita vertiginosa dei prezzi del gas costringe molti settori a chiudere gli stabilimenti in Europa. Temporaneamente? O siamo alla vigilia di una grande deindustrializzazione? [Le Monde]

La sterlina rimbalza dopo che Liz Truss abbandona il piano per eliminare l’aliquota massima del 45% sull’imposta sul reddito.

Il dietrofront rappresenta un’importante e umiliante sconfitta per Liz Truss, che fino a domenica diceva di essere “assolutamente decisa” al taglio. Come per scaricare le proprie responsabilità, Truss ha rivelato che la decisione è stata presa dal ministro delle finanze Kwasi Kwarteng e non era stata annunciata a tutto il suo gabinetto. [CNBC]

Una nuova legge della California obbliga la maggior parte delle aziende a fornire informazioni sugli stipendi nelle offerte di lavoro.

Le aziende californiane con più di 15 dipendenti dovranno indicare le fasce salariali per le posizioni aperte e rendere tali informazioni disponibili a tutti i dipendenti. La legge rappresenta una vittoria importante verso la trasparenza salariale e il contrasto al divario salariale di genere. In California, le donne perdono ogni anno 87 miliardi di dollari a causa del divario retributivo, secondo il governatore Newsom. [Los Angeles Times]

Il governo libico di Tripoli firma accordi economici con la Turchia, inasprendo le tensioni con la Grecia.

Gli accordi firmati tra Tripoli e Ankara riecheggiano  un precedente accordo del 2019 che prevedeva che i due paesi condividessero i confine marittimi, ma erano stati fortemente condannati da Cipro e Grecia e criticati da Egitto e Israele. [Cyprus Mail]

Il leader del colpo di stato del Burkina Faso afferma che le elezioni potranno essere tenute entro il 2024.

La presa di potere da parte del capitano Ibrahim Traore è l’ultima battuta d’arresto per il blocco regionale noto come ECOWAS, che ha cercato di riportare tre dei suoi 15 paesi membri verso la democrazia dopo la serie di colpi di stato dell’Africa occidentale degli ultimi due anni. L’ECOWAS aveva raggiunto un accordo con il leader deposto, il tenente colonnello Paul Henri Sandaogo Damiba, per tenere nuove elezioni entro luglio 2024. Damiba, protagonista  del precedente colpo di stato all’inizio di quest’anno, ha accettato di dimettersi e andare in esilio nel vicino Togo. [ABC]

L’inflazione in Turchia è all’83%, il nuovo massimo degli ultimi 24 anni.

Ma è ancora al di sotto delle previsioni, dopo che la banca centrale ha sorpreso i mercati tagliando i tassi due volte negli ultimi due mesi. [Reuters]

Onu: lo spettro della crisi alimentare minaccia 5,7 milioni di pakistani.

Le inondazioni alimentate da piogge monsoniche anormalmente abbondanti hanno mietuto 1.695 vite, impoverito 33 milioni persone, danneggiato oltre 2 milioni di case e costretto centinaia di migliaia di famiglie a vivere in tende o case improvvisate. [Associated Press]

Google interrompe il servizio di traduzione Google Translate nella Cina continentale.

Ufficialmente il servizio è stato interrotto a causa del suo “basso utilizzo”. Qualcuno al contrario pensa che fosse eccessivamente utilizzato per accedere a siti stranieri e che la cosa non piacesse molto alle autorità. Il colosso statunitense ha una relazione tesa con la Cina. Nel 2010, Google ha dovuto ritirato il suo motore di ricerca dal mercato cinese perché riluttante a rispettare le regole di censura del paese. [The Korea Times]

Ultimo minuto

Leggi le ultime notizie dalle principali agenzie giornalistiche del mondo

Ultim’Ora – Notizie e idee dal mondo, trascurate o minimizzate dai media italiani di oggi.

Ultim’Ora III/275 – Il piano segreto britannico del 1976 per tenere i comunisti italiani lontano dal potere.

Ritrovato presso Saqqara il sarcofago di Ptah-em-wia un antico funzionario egiziano vissuto sotto Ramses II durante la XIX dinastia.

 Ola El Aguizy, professore emerito della facoltà di archeologia dell’Università del Cairo, ha scoperto a Saqqara, un’antica necropoli a circa 20 miglia a sud del Cairo. L’anno scorso, El Aguizy, a capo della missione archeologica del sito, ha scoperto la tomba di Ptah-em-wia, ma solo ora ne ha trovato anche la camera funeraria sotterranea con il sarcofago. La scoperta potrebbe dirci molte cose su coloro che governarono l’Egitto dopo Tutankhamon. [The Guardian]

Le proteste in Iran continuano nonostante la repressione.

Determinate a sfidare la violenza delle forze di sicurezza e il l’oscuramento della rete, la gente riscopre vecchie tecniche per organizzarsi. [The Guardian]

Il piano segreto britannico per tenere i comunisti italiani lontano dal potere.

Nuovi archivi desecretati mettono in luce  la sporca campagna del ministero degli esteri britannico per influenzare il risultato delle elezioni italiane del 1976. [The Guardian]

I pomodori vengono in soccorso delle auto elettriche.

Le batterie  a combustibile biologico utilizzano gli scarti del pomodoro e degli altri frutti. Il processo di ossidazione, infatti, rilascia elettroni, che vengono catturati nella batterie a combustibile diventando fonte di elettricità. In questo processo il pomodoro appare una materia prima molto interessante, perché possiede un pigmento, il licopene, che è un buon mediatore per le cariche elettriche. 10 milligrammi di residuo di pomodoro possono generare una potenza di 0,3 watt. Questa cifra sembra ridicola, ma gli autori ritengono che possa essere incrementata senza problemi fino ad ottenere potenze importanti. [Chemical Engineering Journal]

L’UE riprende il dialogo politico ai massimi livelli con Israele.

Il primo ministro israeliano Yair Lapid parteciperà lunedì in videoconferenza al primo Consiglio di associazione tra l’Unione europea (UE) e Israele dopo dieci anni di inattività. [Le Monde]

26 pellegrini morti in India per un veicolo agricolo carico di pellegrini precipitato in uno stagno a Kanpur, nell’Uttar Pradesh.

Il carro trasportava circa 50 persone dirette a Ghatampur, dopo avere partecipato a una cerimonia nel tempio di Chandrika Devi, una delle tante forme della dea madre indù Durga, a Fatehpur. La maggior parte delle vittime erano donne e bambini. [The Economic Times]

Il Venezuela ha liberato  sette americani incarcerati in cambio di due parenti di Maduro condannati per traffico di droga.

Gli Usa hanno scambiato i nipoti della moglie Cilia Flores, Franqui ed Efraín Campo, arrestati ad Haiti sette anni fa e condannati per traffico di droga, con sette dirigenti della statunitense Citgo detenuti in Venezuela. [The Washington Post]

23 militanti curdi sono stati uccisi in attacchi aerei turchi nella regione di Asos, nel nord dell’Iraq, controllata dal governo regionale autonomo del Kurdistan.

La Turchia conduce operazioni militari nel nord dell’Iraq fin dal 2019, prendendo di mira soprattutto il Partito dei lavoratori del Kurdistan (PKK).  [Al-Ahram]

La giunta al potere in Ciad rinvia di due anni le promesse elezioni democratiche.

Nel frattempo il capo ad interim, Mahamat Idriss Deby, rimane al potere e si prepara a candidarsi alla presidenza. [Reuters]

Ultimo minuto

Leggi le ultime notizie dalle principali agenzie giornalistiche del mondo

Ultim’Ora – Notizie e idee dal mondo, trascurate o minimizzate dai media italiani di oggi.

Ultim’Ora III/274 – Le “candidature collettive” brasiliane rivoluzionano le elezioni.

Gli australiani si affrettano a cambiare passaporti e patenti di guida dopo il pirateggio informatico della compagnia telefonica Optus.

Il governo afferma che il gigante delle telecomunicazioni “ha lasciato la finestra aperta”, consentendo un attacco non eccessivamente sofisticato che potrebbe portare a leggi sulla riservatezza in stile europeo. [ABC]

Elon Musk presenta il robot umanoide Optimus.

Nel corso di un evento a Palo Alto, nella Silicon Valley, Musk ha presentato l’ultimo prototipo di robot umanoide sviluppato dalla sua azienda. Optimus è apparso sul palco, ha salutato il pubblico e sollevato le ginocchia. Musk afferma che il robot potrebbe essere in vendita al pubblico tra qualche anno a un quinto del prezzo degli attuali robot. [BBC]

Corea del Nord: quarto lancio di missili balistici in una settimana.

Il lancio segue le esercitazioni militari congiunte di Corea del Sud, Giappone e Stati Uniti e la visita di Kamala Harris in Corea del Sud. [The Guardian]

Le “candidature collettive” brasiliane rivoluzionano le elezioni: “Dai un voto, prendi cinque parlamentari nere”.

Una regola consolidata della democrazia è “una persona, un voto”; il risultato di questa equazione è ovvio: un eletto per ogni voto. Questa formula è stata messa in discussione in Brasile, dove una nuova ondata di quelle che vengono chiamate “candidature collettive” sta trasformando il modo tradizionale di fare politica. Le candidature collettive consentono a più persone con una piattaforma comune di concorrere per una carica pubblica insieme all’impegno di condividere i compiti dell’ufficio. Molti co-candidati rappresentano delle minoranze e quasi tutti vantano partecipanti con competenze molto diverse. In pratica,  i co-candidati condividono i costi della campagna e gli stipendi e gli altri vantaggi se eletti. Devono anche decidere come dividere tra loro gli impegni amministrativi e legislativi, i rapporti e i contatti con i media. Alcuni fanno risalire l’esperimento al sobborgo di Stoccolma di Vallentuna all’inizio del millennio. [The Guardian]

Nuovi OGM: un rapporto denuncia i conflitti di interesse tra esperti scientifici e industria.

Secondo una ONG specializzata nell’analisi delle tecniche di influenza, diverse associazioni scientifiche che si presentano come indipendenti non dichiarano i rapporti tra i loro membri e l’industria. [Corporate Europe Observatory]

Dopo una giornata segnata da spari nel distretto presidenziale di Ouagadougou, una quindicina di soldati in tuta mimetica, alcuni dei quali mascherati,  annunciano il secondo colpo di stato in otto mesi.

Il tenente colonnello Paul-Henri Sandaogo Damiba, arrivato al potere con un colpo di stato a fine gennaio è stato destituito. Il nuovo uomo forte del Paese, autonominato presidente del Movimento patriottico per la salvaguardia e il restauro, è il capitano Ibrahim Traoré, 34 anni, finora capo dell’unità delle forze speciali anti-jihad “Cobra” nella regione di Kaya, a nord del paese. [Le Monde]

Per il Rosh Hashanah, il capodanno civile ebraico che quest’anno è stato celebrato dal 25 al 27 settembre, migliaia di ebrei hassidi si sono recati in pellegrinaggio alla tomba del rabbino Nahman di Bratslav a Uman, in Ucraina. Né la guerra, né la precedente pandemia, hanno fermato questi pellegrini che fanno della gioia un’arma contro ogni difficoltà. [Le Monde]

Per celebrare una vittoria che non c’è stata, annettendo nuove regioni ucraine, Vladimir Putin ha offerto  al pubblico adorante un discorso messianico e violentemente anti-occidentale.

Mentre nel resto del paese l’annessione delle regioni di Luhansk, Donetsk, Kherson e Zaporizhia genera un entusiasmo limitato, venerdì il presidente russo ha cercato di rimobilitare la popolazione e i possibili alleati attaccando un Occidente “totalitario” e “parassitario” . [Le Monde]

Il presidente cinese Xi Jinping avverte il Partito Comunista di prepararsi alle “grandi lotte” future.

In un raro articolo pubblicato su un organo ufficiale del partito, Xi afferma che il paese “non è mai stato così vicino” al completamento del ringiovanimento nazionale, ma che rimangono grandi sfide. [Qiushi]

Il colosso internazionale della consulenza McKinsey incriminato per il suo ruolo nello scandalo della “saccheggio dello stato” del Sud Africa.

La società di consulenza sarebbe corresponsabile della manomissione degli  appalti pubblici durante la presidenza Zuma. [Financial Times]

Come il legname russo aggira le sanzioni statunitensi attraverso il Vietnam.

Un nuovo rapporto afferma che il legno di betulla russo viene instradato attraverso l’Asia prima di essere spedito nel resto del mondo. [The Washington Post]

I peggiori incendi boschivi in ​​Brasile dell’ultimo decennio continuano a distruggere l’Amazzonia, ma la campagna elettorale non ci ha fatto caso.

I sensori satellitari hanno rilevato oltre 42.000 incendi in 30 giorni secondo l’istituto spaziale nazionale brasiliano. È la prima volta dal 2010 che gli incendi in Amazzonia superano i 40.000 in un solo mese. [Associated Press]

Un attacco di separatisti armati a una stazione di polizia mella città del sud-est di Zahedan uccide 19 persone, tra cui quattro membri della Guardia rivoluzionaria islamica d’élite iraniana.

Secondo l’agenzia di stampa statale iraniana IRNA, gli assalitori si erano mescolati tra i fedeli vicino a una moschea  quando hanno attaccato la vicina stazione di polizia. [Associated Press]

Svezia: il partito di destra ottiene le presidenze di quattro commissioni parlamentari chiave.

Le posizioni che saranno ricoperte dai Democratici Svedesi riguardano le presidenze delle commissioni, giustizia, esteri,economia e  lavoro. [Associated Press]

Lettonia: il partito Nuova Unità del primo ministro lettone è in testa al voto, secondo le indagini all’uscita dei seggi.

Le rilevazioni effettuate per la televisione lettone prevedono che otto forze politiche supereranno la barriera del 5% per entrare in parlamento. Il partito più votato sarebbe Jaunā Vienotība (Nuova Unità) del primo ministro Krišjānis Kariņš, con il 22,5% dei voti. Seguono la nuova formazione  politica, l’Apvienotais saraksts (lista unita) con l’11,5% e l’Unione dei Verdi e degli Agricoltori (ZZS) con il 10,9%. La Nacionālā Apvienība (Alleanza nazionale) potrebbe entrare in parlamento con l’8,4% dei consensi, appena davanti ai Progresīvie (Progressisti) con l’8,3%. Altre liste che avrebbero superato la soglia di sbarramento sono

Stabilitātei! (Per la stabilità!) con il 5,4%, Latvija pirmajā vietā (Latvija al primo posto) con il 5,3% e Attīstībai/Par! (Per lo sviluppo/Per!) il 5,2%. [Reuters]

86  feriti a Baghdad tra i manifestanti che ricordano le sollevazioni del 2019.

Le forze di sicurezza irachene hanno lanciato gas lacrimogeni e granate assordanti per disperdere i manifestanti vicino a piazza Tahrir a Baghdad. [Reuters]

Le proteste dell’Avana si infiammano per la seconda notte mentre il governo si affretta a togliere l’oscuramento.

Sabato le squadre hanno ripristinato l’alimentazione in vari quartieri dell’Avana dopo una seconda notte di proteste per l’oscuramento in corso nella capitale cubana, le più violente dopo le  grandi manifestazioni antigovernative dal l luglio 2021. [Reuters]

La coalizione al potere della Repubblica Ceca vince le elezioni senatoriali parziali.

Il partito del primo ministro conservatore Petr Fiala ha vinto le elezioni per un terzo dei seggi alla camera alta del Parlamento. I Partito Civico Democratico ha vinto otto dei 27 seggi in palio nel doppio turno elettorale. Complessivamente, i partiti della coalizione al governo hanno conquistato  18 seggi. [US NEWS & World Report]

Ultimo minuto

Leggi le ultime notizie dalle principali agenzie giornalistiche del mondo

Ultim’Ora – Notizie e idee dal mondo, trascurate o minimizzate dai media italiani di oggi.

Ultim’Ora III/273 –Alexei Navalny scrive che, dopo Putin, la Russia dovrà trasformarsi in una repubblica parlamentare.

Tokio contribuirà con  320 milioni di euro per la produzione in Giappone di circuiti integrati della statunitense Micron Technology.

A luglio il governo giapponese aveva concesso un finanziamento a fondo perduto  di 656 milioni euro alla Western Digital per aumentare la produzione di circuiti di memoria flash in uno stabilimento giapponese gestito con la giapponese Kioxia Holdings, recentemente scorporata da Toshiba. [The Japan Times]

Nancy Pelosi si è opposta alla messa sotto accusa di Trump dopo i fatti del 6 gennaio.

Quel pomeriggio i leader democratici della Camera avevano preparato una atto per mettere Trump in stato d’accusa, ma  la presidente della Camera lo ha bocciato. Quel 6 gennaio, “molti repubblicani erano così furiosi con Trump che ne avrebbero facilmente approvato la messa sotto accusa, la condanna e l’incandidabilità per qualsiasi futura corsa per la Casa Bianca”. [The Intercept_]

Manifestazioni di rabbia a Banglok per la pronuncia del tribunale thailandese che ammette la candidabilità del fautore del colpo di stato del 2014.

Proteste di massa in tutto il paese dopo che l’ex generale Prayuth Chan-ocha ha ottenuto il via libera per un secondo  mandato elettivo perché il periodo come dittatore non viene  conteggiato nel calcolo dei due mandati ammessi dalla costituzione. [Bangkok Post]

“La corsa al litio, il ‘petrolio del 21° secolo’, è diventata tanto feroce quanto globale”.

La competizione per il controllo dei futuri siti di estrazione di questo minerale critico, essenziale per la produzione di batterie elettriche, sta diventando una questione geopolitica di primaria importanza. [Le Monde]

L’UE concorda alcune misure di emergenza per ridurre le bollette energetiche.

I ventisette hanno convalidato il recupero di parte dei “superprofitti” dei produttori per ridistribuirli e una riduzione della domanda di energia elettrica nelle ore di punta. [Le Monde]

In Algeria le autorità ordinano la chiusura dell’associazione cattolica Caritas.

Costretta a porre fine al suo servizio caritativo, la Chiesa cattolica algerina studia “un’altra forma” per continuare la sua missione umanitaria nel Paese. [Le Monde]

Burkina Faso: un secondo colpo di stato in appena otto mesi.

Il capitano dell’esercito  Ibrahim Traore ha estromesso il leader militare Paul-Henri Damiba e ha sciolto il governo nel secondo colpo di stato del paese dell’Africa occidentale in otto mesi. Durante la notte e per tutta la giornata i soldati si erano schierati nei punti strategici della città.  [Jeune Afrique]

Afghanistan: un attentato a un centro studentesco  di Kabul uccide almeno 19 ragazzi.

L’attacco suicida ha scosso venerdì mattina il centro educativo Kaaj,frequentato prevalentemente da studenti sciiti  e hazara. [Hindustan Times]

“Ecco come dovrebbe essere la Russia dopo Putin”.

In un articolo fatto recapitare al Washington Post dai suoi legali,  Alexei Navalny, che sta scontando una condanna a nove anni in una colonia penale di massima sicurezza, scrive che la Russia dovrà trasformarsi in una repubblica parlamentare. [The Washington Post]

La Camera statunitense approva un disegno di legge che vuole mettere un freno al monopolio dei giganti tecnologici.

Il provvedimento condiviso  sia dai repubblicani che dai democratici è passato con 242 voti contro 184. Aspetto importante della norma consente un maggiore potere agli stati nel perseguire eventuali comportamenti monopolistici, privando le imprese del “vantaggio del tribunale di casa” di cui godono le società tecnologiche, ossia di avvalersi della competenza esclusiva del tribunale federale della California settentrionale, dove vengono trattati molti processi  e molte di queste società  hanno sede.  [Associated Press]

Il premier malese ordina un’indagine sull’ex procuratore generale accusato di cattiva condotta.

Il primo ministro malese Ismail Sabri Yaakob ha ordinato un’indagine su una possibile cattiva condotta a carico dell’ex alto procuratore che aveva avviato processi per corruzione contro diversi membri di spicco del suo partito al governo, l’Organizzazione nazionale malese (UMNO). Tommy Thomas, che ha servito come procuratore generale tra il 2018 e il 2020, sarà indagato per sedizione, divulgazione non autorizzata di segreti di stato e abuso di potere. [Malay Mail]

Il presidente del Messico conferma il pirataggio di dati pubblici e ammette di avere problemi di salute.

Il presidente messicano Andrés Manuel López Obrador ha confermato che i pirati hanno avuto accesso ad informazioni riservate sulle forze armate e dettagli sui suoi problemi cardiaci per i quali è stato in cura a gennaio. [Excelsior]

Brasile: l’affluenza sarà decisiva perché Lula possa aggiudicarsi le elezioni al primo turno.

Una rilevazione di Futura Consultoria mostra l’ex presidente Luiz Inácio Lula da Silva in crescita nel tratto finale della corsa per il Palazzo di  Planalto. Secondo il sondaggio, il partito di Lula può contare sul 43,6% dei voti validi al primo turno, mentre il presidente Jair Bolsonaro si fermerebbe al 40,5%. Lo stesso istituto di ricerca la scorsa settimana dava i due tecnicamente in parità, con Bolsonaro leggermente in vantaggio. Ma la crescente astensione degli elettori, specialmente tra i brasiliani meno abbienti che sostengono Lula, potrebbe significare che l’esito delle elezioni sarà deciso al secondo turno. Se nessuno degli 11 candidati ottiene più del 50% dei voti, escluse le schede bianche e invalide, i due primi classificati (quasi sicuramente Lula e Bolsonaro) andranno al ballottaggio del 30 ottobre. [Correio  Braziliense]

La regione mineraria dello Stato di Bolívar in Venezuela è un focolaio di traffico sessuale e violenza, afferma l’ONU.

Una  missione conoscitiva documenta brutali massacri e schiavitù sessuale in un’area ricca d’oro in cui le bande armate combattono per la supremazia. [The Guardian]

Nella zona crepuscolare dell’oceano, detta anche mesopelagica, vive un pesce che potrebbe nutrire il mondo. O distruggerlo.

I pesci lanterna, i vertebrati più abbondanti della terra, potrebbero essere l’ultima fonte di cibo. È improbabile, però, che i pesci lanterna arrivino direttamente sulle nostre tavole: sono troppo grassi e ricchi di lische. Tuttavia, grazie al loro alto contenuto di olio potrebbero essere processati per l’alimentazione animale, principalmente per gli allevamenti ittici. [The Guardian]

Ultimo minuto

Leggi le ultime notizie dalle principali agenzie giornalistiche del mondo

Ultim’Ora – Notizie e idee dal mondo, trascurate o minimizzate dai media italiani di oggi.

Ultim’Ora III/272 – Il prossimo inverno la mancanza di energia potrebbe lasciare l’Europa senza luce e senza telefono.

L’OPEC+ mette il taglio della produzione all’ordine del giorno della riunione del 5 ottobre prossimo.

Una fonte solitamente ben informata afferma che Mosca potrebbe suggerire un taglio fino a un milione di barili al giorno. [Bloomberg]

Il principe Joachim reagisce male  alla decisione della madre, regina Margrethe di Danimarca, di privare quattro degli otto nipoti dei titoli reali.

Il motivo ufficiale della decisione addotto dal Palazzo reale è quello consentire ai nipoti di “organizzare autonomamente la propria vita”. [Poltiken]

Colombia: il gruppo guerrigliero dissidente delle Farc aderisce alla proposta di pace del presidente Petro.

Con un video girato sulle montagne del dipartimento di Nariño, i membri del fronte “Urías Rondón”, dissidenti delle Forze armate rivoluzionarie della Colombia (Farc), fanno sapere di essere pronti a concordare un cessate il fuoco bilaterale, per potersi sedere ad un tavolo negoziale e parlare con il governo del presidente Gustavo Petro dei problemi generati dal conflitto armato in Colombia. [La Voce d’Italia]

L’economista australiano Sean Turnell condannato a tre anni di carcere a conclusone di un processo a porte chiuse in Myanmar.

Il consigliere economico di Aung San Suu Kyi è stato accusato dai capi militari di occultare documenti riservati. Lo stesso tribunale ha inflitto a Suu Kyi un’ulteriore condanna a tre anni per complicità con Turnell ai sensi della legge sui segreti di stato. [The Guardian]

Il Regno Unito sprofonda ancora una volta nella crisi politica.

Dopo l’intervento senza precedenti della Banca d’Inghilterra per evitare il panico finanziario causato dal “mini-budget” del governo di Liz Truss, tra le fila dei parlamentari conservatori è panico. Liz Truss dice di volere andare avanti imperterrita con la sua politica di tagli fiscali. [Le Monde]

La corte suprema indiana parifica per tutte le donne il diritto all’aborto.

La Corte Suprema indiana ha stabilito che tutte le donne, indipendentemente dallo stato civile, possono abortire fino alla 24ma settimana di gravidanza. In precedenza, le donne non sposate potevano abortire solo fino alla 20ma settimana. La corte suprema ha parificato il periodo di 24 settimane per tutte le donne. [The Times of India]

Le elezioni lettoni sono influenzate dalle divisioni tra i cittadini di etnia russa.

Le elezioni generali di sabato saranno sostanzialmente influenzate dall’invasione dell’Ucraina, dalla disintegrazione politica dell’importante minoranza etnica russa del paese baltico e dai problemi dell’economia acuiti dagli elevati costi energetici. I sondaggi attribuiscono al partito Nuova Unità del primo ministro Krisjanis Karins, che guida l’attuale coalizione quadripartita di minoranza di centro-destra, tra il 13% e il 20% dei voti espressi dall’1,5 milioni degli aventi diritto. Le elezioni probabilmente saranno seguite da un lungo periodo di negoziazione per costruire una coalizione di governo. Ma c’è una forte possibilità che Karins, che ha guidato la nazione baltica di 1,9 milioni di abitanti durante la pandemia , alla fine riesca a formare un nuovo governo. [Associated Press]

Il tesoro statunitense prosegue speditamente verso la creazione di una banca dati sugli intrecci proprietari delle aziende.

32 milioni di piccole società statunitensi saranno obbligate a fornire al governo i nomi dei loro proprietari al fine di lottare la finanza illecita. [Associated Press]

Il prossimo inverno la mancanza di energia potrebbe lasciare l’Europa senza luce e senza telefono.

I dirigenti delle imprese telefoniche temono che un inverno troppo rigido possa mettere a dura prova l’infrastruttura di telecomunicazioni europea. In numerosi paesi  i sistemi di supporto in grado di gestire interruzioni di corrente diffuse sono carenti  e la prospettiva di interruzioni dei telefoni cellulari è elevata. Francia, Svezia e Germania lavorano per garantire che le comunicazioni possano continuare anche se le interruzioni di corrente esauriscono le batterie di emergenza installate sulle migliaia di antenne cellulari sparse sul loro territorio. In Italia le compagnia telefoniche puntano a fare pressione presso le autorità governative perché le telecomunicazioni vengano risparmiate in caso di razionamento dell’elettricità. [Reuters]

La Russia è aperta a incontri faccia a faccia con gli Stati Uniti sul trattato sulle armi nucleari.

In un incontro con la stampa, la portavoce del ministero degli esteri russo, Maria Zakharova, ha affermato che la Russia è aperta a riprendere le ispezioni ai sensi del trattato New START e a considerare la possibilità di incontri di persona tra rappresentanti di Stati Uniti e Russia. [Reuters]

Elezioni generali in Bosnia: qual è la posta in gioco?

Domenica in Bosnia si tengono le elezioni presidenziali e parlamentari nel mezzo della peggiore crisi politica dalla fine della guerra del 1992-95. Quasi 3,4 milioni di persone possono votare per i membri serbi, croati e bosniaci della presidenza tripartita del paese balcanico, nonché per i parlamenti a livello nazionale, regionale e cantonale. Molti analisti ritengono che i partiti nazionalisti rimarranno dominanti e che il cambiamento più grande potrebbe arrivare nel campo bosniaco, che è il più grande e diversificato, mentre i nazionalisti serbi e croati rimarranno al loro posto. [Reuters]

Ultimo minuto

Leggi le ultime notizie dalle principali agenzie giornalistiche del mondo

Ultim’Ora – Notizie e idee dal mondo, trascurate o minimizzate dai media italiani di oggi.