Autore: ultimora

Ultim’Ora III/175 – Telefoni Apple e Android spiati  da un programma d’intercettazione  italiano.

La Corte Suprema annulla la legge sulle armi di New York, rendendo più facile per gli americani andare in giro armati.

Il giudice Clarence Thomas, nella relazione che accompagna la sentenza scrive che la legge di New York “impedisce ai cittadini rispettosi della legge e con normali esigenze di autodifesa di esercitare il diritto di detenere e portare armi”. (Usa Today)

La giunta golpista mette Aung San Suu Kyi in stretto isolamento.

La leader birmana, accusata di almeno 20 reati, è detenuta in un luogo segreto dall’anno scorso e potrebbe rimanervi per il resto della vita. (The Guardian)

Scandalo intorno a Karim Keïta, figlio dell’ex presidente maliano “IBK”.

Karim Keïta, figlio del presidente maliano deposto nel 2020, ora vive in Costa d’Avorio. La giustizia del suo paese lo sospetta di aver avuto un ruolo nella scomparsa, nel 2016, di un giornalista. Le Monde svela nuovi elementi collegabili a una vicenda finanziaria nel settore degli armamenti. Karim Keïta  contesta ogni accusa. (Le Monde)

In Tunisia, il progetto di nuova Costituzione sancisce la “presidenzializzazione” del regime.

Il 25 luglio il presidente Kaïs Saïed sottoporrà a referendum una nuova costituzione che dovrebbe rompere con l’esperienza parlamentare post-rivoluzione del 2011. (Le Monde)

I radar a microonde rivoluzionano il mercato dei droni commerciali, aumentandone la  potenza e i campi d’applicazione.

Quando, otto anni fa,  un’impresa di  Shenzhen ha avanzato l’idea di una nuova tecnologia radar a microonde, nota come SAR a 1 bit, alcuni esperti l’hanno scartata dicendo che non avrebbe mai funzionato. Questa tecnologia oggi è realtà e trova applicazioni nella guida intelligente, nella logistica, nel soccorso di emergenza e in caso di calamità. (South China Morning Post)

Tu cerchi “aborto”, Google propone cliniche antiaborto.

Ogni anno, centinaia di migliaia di donne negli Stati Uniti utilizzano Google per cercare cliniche che praticano aborti. Spesso trovano solo centri antiaborto. (The New York Times)

Papa Francesco fa mettere in rete tutti i documenti inviati da ebrei a Pio XII durante la Seconda guerra mondiale.

L’archivio contiene 2.700 richieste di aiuto da parte di gruppi e famiglie ebraiche. I fascicoli sono stati conservati negli archivi della Segreteria di Stato e contengono richieste di intervento per evitare la deportazione nazista, ottenere la liberazione dai campi di concentramento o aiutare a trovare dei familiari. (Associated Press)

Najib Mikati è il nuovo primo ministro libanese,  mentre la crisi economica si aggrava.

Dopo una giornata di febbrili consultazioni tra il presidente Michel Aoun e i gruppi parlamentari, Mikati ha ottenuto 54 voti, mentre il suo principale rivale si è fermato a meno della metà di quella cifra. Quarantasei parlamentari,  appartenenti ai due principali schieramenti  cristiani e al Libero Movimento patriottico di Aoun, si sono astenuti. A favore di Mikati hanno votato il gruppo di Hezbollah e il movimento Amal. Il compito principale del nuovo governo sarà quella di continuare i colloqui con il Fondo monetario internazionale per un piano di ripresa economica del paese. (L’Orient-Le Jour)

Telefoni Apple e Android spiati  da un programma d’intercettazione  italiano.

Programmi messi a punto dall’azienda italiana RCS Lab sono stati utilizzati per spiare cellulari Apple e Android in Italia e Kazakistan, secondo Google. RCS Lab, con sede a Milano, il cui sito Web vanta tra i clienti varie polizie europee, ha sviluppato strumenti per spiare messaggi privati ​​e contatti dei dispositivi presi di mira. La notizia diffusa da Google arriva mentre le autorità di regolamentazione europee e americane valutano nuove regole sulla vendita e l’importazione dei programmi d’intercettazione. (Reuters)

Ultimo minuto

Leggi le ultime notizie dalle principali agenzie giornalistiche del mondo

Ultim’Ora – Notizie e idee dal mondo, trascurate o minimizzate dai media italiani di oggi.

Ultim’Ora III/174 –  Il voto di sfiducia della Bulgaria blocca l’allargamento dell’Unione Europea a Macedonia e Albania.

Un pesce-robot bionico rimuove le microplastiche dai mari.

Un minuscolo robot in grado di nuotare, attacca le microplastiche fluttuanti e si ripara da solo se danneggiato. (Nano Letters)

Terremoto in Afghanistan: oltre mille morti e 1.500 feriti

Un potente terremoto di magnitudo 6,1 ha colpito un’area a 44 chilometri dalla città di Khost, lasciando migliaia di persone senza un tetto. (BBC)

Gli archeologi scoprono nel deserto israeliano la seconda più antica moschea del mondo all’interno d’una struttura bizantina.

La moschea di 1.200 anni fa trovata a Rahat aiuta a capire la transizione della regione dal cristianesimo all’Islam. (Haaretz)

L’UE vuole dimezzare l’uso di pesticidi per ripristinare gli ecosistemi.

Il piano, il primo in 30 anni ad affrontare la catastrofica perdita di fauna selvatica sul continente, fissa obiettivi giuridicamente vincolanti sull’uso dei pesticidi sulla terra, sui  fiumi e in mare. (The Guardian)

L’Australia finanzierà l’installazione di oltre 4000 geolocalizzatori GPS sui pescherecci dello Sri Lanka, anche per scoraggiare i trafficanti di esseri umani.

Il  ministro degli affari interni sottolinea che il nuovo governo australiano si atterrà in  modo  intransigente alla politica del controllo delle frontiere. (The Guardian)

Il bacino del Fiume delle Perle, nella Cina meridionale, storicamente straripa ogni cento anni, ma ora è allarme rosso perché la cintura dei tifoni si sta spostando verso nord.

le inondazioni costringono decine di migliaia a evacuare e già si contano oltre 500.000 case danneggiate o letteralmente spazzate via, strade franate e ponti crollati. Il fiume delle Perle, noto anche come Yuè Jiāng, ossia “fiume del Guangdong”,  è il terzo per lunghezza dopo il Fiume Azzurro e il Fiume Giallo e il secondo fiume cinese per portata. (Global  Times)

Emmanuel Macron cerca una via d’uscita per governare: grande coalizione o accordi caso per caso?

Il capo dello stato francese ha intavolato colloqui con i rappresentanti di tutte le forze presenti in parlamento. (Le Monde)

Covid: in Francia aumentano i casi, si diffondono nuove varianti e si torna alle mascherina. L’Europa arriva all’estate mentre all’orizzonte si agita lo spettro della “quarta ondata”.

Il numero dei  contagi in Francia è balzato di quasi il 50%, con una media di circa 44.000 nuovi casi quotidiani. (20 Minutes)

Pakistan e FMI affermano che i colloqui per il salvataggio finanziario del paese fanno progressi.

Le due parti hanno concordato il bilancio, ma devono ancora mettere a fuoco  una serie di obiettivi monetari. Gli analisti tuttavia temono che l’aumento dei prezzi dell’energia spingerà sempre più persone verso la povertà e cancellerà 5,2 milioni di piccole e medie imprese. (Al Jazeera)

Il gruppo islamista indonesiano Khilafatul Muslimin, forte di “centinaia di migliaia” di seguaci, vuole ricostruire il califfato.

Il Khilafatul Muslimin, nato prima del gruppo Stato Islamico, mira a trasformare la nazione musulmana e democratica più popolosa del mondo in un califfato islamico. (South China Morning Post)

Le pressioni di Trump sui funzionari locali per sovvertire i risultati del voto sono state violente e minacciose.

Nella quarta audizione pubblica, la Commissione ha esaminato nuove testimonianze sul coinvolgimento personale di Trump nella teorizzazione dei “falsi elettori”. Martedì, funzionari degli uffici elettorali statali statunitensi hanno raccontato come i sostenitori di Donald Trump li abbiano minacciati, insultati e molestati, a volte presentandosi nelle loro case, perché si erano rifiutati di aiutare l’ex presidente a ribaltare la sua sconfitta alle elezioni del 2020. (The Washington Post)

I senatori statunitensi mettono a punto un piano concordato per ridurre i prezzi dell’insulina.

Il disegno di legge porrebbe un tetto mensile di $ 35 al costo dell’insulina per i pazienti con assicurazione privata e per quelli iscritti al sistema  Medicare, anche se non offrirebbe le stesse protezioni ai non assicurati. (The Washington Post)

Il Parlamento europeo ha approvato  la riforma del mercato del carbonio dell’UE, dissipando i timori di un ritardo nelle politiche europee sui cambiamenti climatici.

Le proposte, che erano state respinte in una prima votazione questo stesso mese, puntano a ridurre le emissioni nette di gas serra dell’UE del 55% rispetto ai livelli del 1990, entro il 2030. (Reuters)

Il voto di sfiducia della Bulgaria blocca l’allargamento dell’Unione Europea.

Il parlamento bulgaro nega la fiducia al governo di Kiril Petkov con 123 voti contro 116, bocciando il suo bilancio preventivo e la sua politica a favore dell’ingresso della Macedonia del Nord nella Eu. Anche l’ingresso nell’Eu dell’Albania viene bloccato. Ora il presidente Rumen Radev dovrà indire le elezioni entro due mesi e nominare un governo  ad interim se Petkov, o un altro partito, non riesce a mettere insieme una nuova maggioranza. (Reuters)

Unilever aveva promesso di rottamare le confezioni di plastica inquinanti. Ora si batte per mantenerle.

Il gigante dei prodotti di consumo per la casa aveva promesso di abbandonare le bustine di plastica e gli imballaggi monouso. Mentre l’uso della plastica nelle confezioni cresce in modo esponenziale, un’indagine di Reuters ha scoperto come Unilever dietro le quinte lavori per continuare a utilizzarla.  (Reuters)

L’Ecuador perde il controllo della città amazzonica di Puyo, totalmente nelle mani dei dimostranti.

Il governo cerca di riprendere il controllo di Puyo dopo i continui e violenti scontri e l’incendio di una stazione di polizia a causa delle manifestazioni  contro le politiche economiche del presidente Guillermo Lasso. (El Universo)

Ultimo minuto

Leggi le ultime notizie dalle principali agenzie giornalistiche del mondo

Ultim’Ora – Notizie e idee dal mondo, trascurate o minimizzate dai media italiani di oggi.

Ultim’Ora III/173 – Israele verso lo scioglimento della Knesset e il quinto ritorno alle urne in tre anni. 

Più di 320 civili uccisi da gruppi armati nel Welega Occidentale, nello stato di Oromia, in Etiopia.

La strage di sabato 18 giugno a Tole Kebele e Gimbi Woreda, nella zona ovest di Welega, è la più cruenta degli ultimi mesi. Un residente della zona, riuscito a sfuggire alle violenze, dice di  avere “contato almeno 320 cadaveri. (Addis Standard)

I leader dell’Africa orientale decidono di schierare forze regionali nella Repubblica Democratica del Congo.

I leader di sette paesi del blocco regionale chiedono anche un cessate il fuoco immediato e la fine delle ostilità nelle aree più instabili del paese. (Anadulu)

Naftali  Bennett propone lo scioglimento della Knesset e la convocazione della quinta elezione in tre anni.

Se il voto passa al parlamento israeliano, il ministro degli Esteri Yair Lapid diventerà Primo Ministro ad interim  fino al prossimo autunno,  quando si terranno le elezioni . Fonti vicine a Bennett affermano che l’attuale primo ministro stia valutando il ritiro dalla politica. L’ingovernabilità di Israele e di numerosi altri paesi che hanno sistemi elettorali simili deriva proprio nell’inadeguatezza del sistema elettorale in vigore. I paesi più stabili oggi sono quelli con sistemi elettorali basati sul voto alternativo. (NdR) (Haaretz)

Novartis perde in appello il brevetto su un farmaco per la sclerosi multipla.

La decisione di annullare il brevetto di Novartis consente alla casa farmaceutica cinese HEC Pharm Co di realizzare una versione generica del medicinale. Il brevetto copriva l’uso di un dosaggio specifico del Gilenya, noto chimicamente come fingolimod, per il trattamento della sclerosi multipla recidivante. Novartis ha in corso cause per problemi di brevetto con numerosi produttori di farmaci generici. La sentenza  apre la strada all’introduzione di versioni generiche del Gilenya prima della scadenza del suo brevetto nel 2027. (Reuters)

Taiwan fa decollare 29 jet per allontanare gli aerei cinesi nella sua zona di difesa aerea.

L’incursione aerea cinese ha coinvolto 17 caccia, sei bombardieri H-6 e aerei da guerra elettronica e anti-sottomarini. (Al Jazeera)

Jaroslaw Kaczynski, il più potente politico polacco, si dimette dal governo per concentrarsi sul partito in vista delle prossime elezioni.

Jaroslaw Kaczynski ha lasciato la carica di vice primo ministro incaricato della sicurezza per concentrarsi sul partito conservatore e sulle prossime elezioni. Kaczynski, che è già stato primo ministro tra il 2006 e il 2007, è considerato  il politico più potente del paese. A Kaczynski succederà l’attuale  ministro della difesa Mariusz Blaszczak. (Euronews)

I leader del Commonwealth convergono verso il Ruanda per il primo vertice dal 2018.

I principali argomenti all’ordine del giorno riguardano il commercio, il destino dell’organizzazione dopo che il principe Carlo sarà diventato re e il programma di espulsioni britannico. (Deutsche Welle)

Avvocati del Regno Unito raccolgono prove in vista di un’azione giudiziaria contro i paesi responsabili del genocidio degli yazidi.

Il Comitato per la giustizia yazida lavora da oltre due anni per documentare come gli stati non siano riusciti a proteggere il gruppo minoritario. (The Guardian)

Alcuni ricercatori pensano di potere trasformare Jurassic Park in realtà.

Tra pochi anni, branchi di mammut, dodo e dinosauri potrebbero tornare in vita. (The Guardian)

“L’alternativa è sempre la morte”: i tigrini in fuga dalla fame costretti a scegliere  la coscrizione forzata.

In fuga dalla guerra, rischiano le pericolose vie dei trafficanti d’uomini per finire ostaggi dei campi di detenzione prima di rimettersi in fuga. (The Guardian)

Burkini: il Consiglio di Stato ne conferma il divieto nelle piscine pubbliche.

Il Consiglio di Stato ha confermato la decisione del tribunale amministrativo. La città di Grenoble ricorrerà. (Le Dauphiné Libéré)

La Cina prova a “federare” i paesi dell’area Sud del Pacifico per “superare la piccola cricca” del G7.

Pechino sta organizzando un vertice in videoconferenza dei BRICS, ovvero Brasile, Russia, India, Cina e Sud Africa, da tenere giovedì 23 giugno, a pochi giorni dal G7 in Germania. (Le Monde)

L’ordine talebano si abbatte sulle ultime isole di libertà delle ragazze afgane.

Dopo le scuole pubbliche, anche gli istituti privati debbono conformarsi al divieto delle classi miste, impedendo la scolarizzazione alla maggior parte delle ragazze oltre i 12 anni. (Le Monde)

Malawi: circa 250 elefanti  sono stati trasferiti in un parco dove la specie era quasi scomparsa.

Anche bufali, impala e persino facoceri verranno trasportati dalla riserva di Liwonde a quella di Kasungu, dove il bracconaggio è quasi scomparso. (Le Monde)

La Cina vuole controllare  ogni singolo commento sulle reti sociali, suscitando forti timori di censura.

Il garante cinese di Internet invita le piattaforme sociali ad  esamininare tutti i commenti degli utenti prima di metterli in rete. La bozza di regolamento propone inoltre per la prima volta che chi carica un commento sia anche responsabile dei commenti  altrui che ha citato. (South China Morning Post)

Microsoft prevede di eliminare gli strumenti di riconoscimento facciale per “un’Intelligenza Artificiale più responsabile”.

Il gigante della tecnologia non offrirà più strumenti automatizzati che predicono il sesso, l’età e lo stato emotivo di una persona e limiterà l’uso del riconoscimento facciale. (The New York Times)

La Commissione del sei gennaio si concentra sulle pressioni di Trump sui funzionari elettorali statali.

La quarta udienza della Commissione della Camera che indaga sui fatti del Campidoglio ascolta le testimonianze dei funzionari statali della Georgia e dell’Arizona. (The New York Times)

Lo Stato di polizia in Cina si fa sempre più assoluto. Questi documenti rivelano come.

Un’indagine del Times,  analizzando oltre 100.000 documenti con cui la Cina raccoglie dati digitali e biologici sui suoi cittadini, mostra come il controllo dello stato si faccia sempre più ampio e invasivo. (The New York Times)

L’amministrazione Biden abolisce  le regole dell’era Trump sulle mine antiuomo.

La decisione, che la Casa Bianca dovrebbe annunciare martedì, pone fine alla politica adottata all’inizio del 2020 che autorizzava i comandanti militari a utilizzare le mine a livello globale. La revisione annunciata consente l’uso delle mine lungo il confine alleato della Corea del Sud con la Corea del Nord, dove però non ci sono mine. (The Washington Post)

Nel 2021 la filantropia degli americani ha registrato un anno record.

Le donazioni per beneficenza hanno raggiunto i $ 485 miliardi, anche se l’aumento non ha tenuto il passo con l’inflazione. Secondo il rapporto Giving USA, le donazioni sono state il 4% in più rispetto al record di $ 466 miliardi del 2020. Ma, depurate dell’inflazione, sono diminuite dello 0,7%. (Associated Press)

La Corea del Sud lancia il primo satellite con un vettore fatto in casa.

Il vettore Nuri a tre stadi ha posizionato un satellite funzionante di “verifica delle prestazioni” a 700 chilometri d’altezza. Il lancio è stato effettuato dal centro spaziale della Corea del Sud su un’isola meridionale. (Yonhap)

Ultimo minuto

Leggi le ultime notizie dalle principali agenzie giornalistiche del mondo

Ultim’Ora – Notizie e idee dal mondo, trascurate o minimizzate dai media italiani di oggi.

Ultim’Ora III/172 – Una serie di messaggi russi evidenzia una “rete” in possesso di beni per 4,5 miliardi di dollari collegabili a Putin.

La Cina collauda con successo il suo intercettore missilistico anti-balistico.

Gli esperimenti antimissilistici cinesi si svolgono in contrapposizione a quelli statunitensi in Corea del Sud, ma Pechino nega ogni correlazione, anche se l’esperimento è l’equivalente del sistema THAAD statunitense installato nella Corea del Sud. (CNN)

La recessione degli Stati Uniti non è “inevitabile”, ma l’inflazione è “inaccettabilmente alta”, dice la segretaria statunitense  al tesoro Janet Yellen.

La recessione non è “per nulla imminente”, dice domenica Yellen, anche se l’inflazione rimane alta e la Federal Reserve è costretta ad adottare misure aggressive per contrastarla. Mercoledì, la Fed ha annunciato un aumento del tasso di interesse di 75 punti base, il più elevato dal 1994. (CNBC)

Il governo australiano dice di fare pressioni dietro le quinte per la libertà di Assange.

Ma non adotterà la “diplomazia del megafono” per chiederne la liberazione. (The Age)

L’Ucraina limita i libri e musica russi per una “derussificazione” del paese.

Nuove leggi aumentano anche le percentuali di emissioni e musica in lingua ucraina in televisione e alla radio. Ma è una decisione saggia, o non contribuisce a giustificare l’invasione? (The Guardian)

La Russia di Putin: la sindrome del dittatore e l’ascesa di uno ‘Stato mafioso’.

I momenti salienti della prima presidenza di Putin che hanno contribuito a trasformare la Russia in uno “stato mafioso”: dalla repressione dei media indipendenti, agli omicidi scioccanti e all’emergere di movimenti democratici filo-occidentali nelle vicine Georgia e Ucraina. (The Guardian)

Una serie di messaggi russi evidenzia una “rete” in possesso di beni per 4,5 miliardi di dollari collegabili a Putin.

Palazzi, vigneti e yacht collegabili a Putin secondo una serie di messaggi trapelati, con immagini, mappe e video. (OCCRP)

Spagna: il Partito popolare conservatore conquista in Andalusia una maggioranza senza precedenti.

La vittoria affranca il PP dall’estrema destra di Vox per governare, mentre i partiti di sinistra subiscono una solenne batosta. (Diario de Sevilla)

Il campo di Macron teme una “paralisi totale” dopo le elezioni legislative ed evoca “uno scioglimento” anticipato dell’Assemblea nazionale.

La coalizione presidenziale è ben lontana dalla maggioranza assoluta, scenario da incubo per il capo dello Stato che ora è impossibilitato ad attuare la sua politica. (Le Monde)

Migliaia di Rohingya si riuniscono in Bangladesh per chiedere la possibilità di tornare in sicurezza in Myanmar.

I rifugiati Rohingya in occasione della Giornata Mondiale del Rifugiato ricordano gli impegni assunti alla comunità mondiale, mentre il Bangladesh li incoraggia ad avviare una campagna per il “ritorno a casa”. (Anadolu)

L’ascesa al potere del figlio di un dittatore spacca le famiglie filippine.

Quando Marcos Jr. verrà insediato, il 30 giugno prossimo, porterà a termine un progetto iniziato dieci anni fa: riabilitare l’immagine della famiglia più odiata delle Filippine. Ma il ritorno al potere di un Marcos è comunque uno shock per i milioni di persone che una volta hanno festeggiato l’uscita di scena del padre. (The Washington Post)

Colombia: l’economista ed ex guerrigliero Gustavo Petro è il primo presidente di sinistra del paese.

Associazioni imprenditoriali ed economiche come Andi, Asobancaria e Camacol hanno ribadito la volontà di collaborare con il nuovo governo. Molti investitori, tuttavia, rimangono diffidenti, soprattutto perché il suo piano di eliminare gradualmente petrolio e carbone priverebbe la nazione di circa la metà delle esportazioni. (La República)

I repubblicani del Texas dichiarano illegittime le elezioni di Biden. Contro ogni evidenza.

La piattaforma votata dall’assemblea del partito repubblicano a Houston, è l’ultimo segnale che i conservatori del Texas si stanno spostando sempre più a destra. (The New York Times)

Ultimo minuto

Leggi le ultime notizie dalle principali agenzie giornalistiche del mondo

Ultim’Ora – Notizie e idee dal mondo, trascurate o minimizzate dai media italiani di oggi.

Ultim’Ora III/171 – Costa Rica: una guerra anonima si accanisce sul paese più pacifico del mondo.   

Sri Lanka: l’esercito  apre il fuoco per frenare i disordini per la mancanza di carburante.

Sette persone sono rimaste feriti mentre il governo chiude le scuole per due settimane per risparmiare carburante. (Colombo Gazette)

L’intenzione di Pervez Musharraf di tornare in Pakistan riapre il dibattito sul suo governo.

L’autore del colpo di stato del 1999 e presidente del paese dal 2001 al 2008, Pervez Musharraf, 78 anni, ha trascorso negli Emirati Arabi gli ultimi sei anni per ragioni di salute. Ora vorrebbe tornare in patria. Condannato a morte per alto tradimento il 17 dicembre del 2019, Musharraf aveva presentato istanza di appello, ma il suo ricorso non è stato accolto perché prima avrebbe dovuto consegnarsi alla polizia. (The ExpressTribune)

Proseguono gli assalti alle stazioni ferroviarie indiane mentre si intensificano le proteste per il nuovo piano di assunzioni militari che tenta di abolire la ferma a vita.

Le autorità hanno cancellato 369 treni a livello nazionale, in particolare nelle aree interessate ai disordini. Il governo è stato costretto ad annunciare deroghe al progetto chiamato “agnipath, o “percorso di fuoco”, tendente ad abbassare l’età media dell’esercito che conta 1,38 milioni di uomini . (The Times of India)

Legislative francesi: verso un ruolo centrale per LR nell’Assemblea Nazionale.

Mentre Macron perde la maggioranza assoluta, la formazione di destra assieme ai suoi alleati conquisterebbe 76 seggi, il che le offre  una seconda opportunità e una posizione chiave all’interno dell’Assemblea.

Tassa sulle multinazionali: l’Ungheria blocca la tassa minima europea sui colossi multinazionali.

Budapest si oppone alla tassa del 15% sui profitti, che dovrebbe entrare in vigore il 31 dicembre 2023. L’Ue sperava di essere la prima a ratificare questo progetto adottato nel 2021 da 140 paesi sotto l’egida dell’OCSE. (Le Monde)

Le vittime di abusi di sesso maschile ogni anno sono migliaia.

Circa l’80% dei casi riguarda ragazzi di età  tra 12 e 18 anni. Gli autori delle aggressioni sono spesso figure autoritarie, il che rende difficile per le vittime parlare. (Taipei Times)

Pechino nomina un ex funzionario della protezione ambientale di etnia han a capo dell’ufficio per gli affari etnici.

Pan Yue sarà il secondo membro del gruppo etnico dominante in Cina a dirigere l’ufficio responsabile delle minoranze tra cui gli uiguri. (South China Morning Post)

Xi Jinping afferma che il paese ha ottenuto una vittoria “schiacciante” nella battaglia contro la corruzione, ma avverte che ancora resta molto da fare.

In un discorso al politburo, Xi dice di sperare che i funzionari non siano nemmeno tentati da attività corrotte.” I dirigenti pubblici devono denunciare le attività economiche dei propri congiunti e coloro che non lo fanno o cercano di eludere le regole saranno “trattati seriamente in conformità con i regolamenti e le leggi”. (Global Times)

La Corte Suprema potrebbe presto rendere più facile la detenzione delle armi in sei stati.

Mentre il Congresso lavora per una legislazione minimale condivisa sulle armi dopo la serie di stragi del mese scorso, la Corte Suprema prepara una sentenza che potrebbe rendere più facile in almeno una mezza dozzina di stati portare legalmente armi da fuoco cariche in pubblico. In quella che sarà la prima grande decisione sul Secondo Emendamento della corte in oltre un decennio, se i giudici eliminassero le restrizioni secolari di New York sul porto di armi da fuoco nascoste, come sembrava probabile quando il caso è stato discusso lo scorso autunno, regolamenti simili in California, New Jersey, Maryland, Hawaii e Massachusetts rischierebbero di saltare. (The Washington Post)

La crisi idrica del “giorno zero” incombe sul promontorio orientale del Sudafrica.

Quattro anni fa, quando Città del Capo annunciò che si stava avvicinando al giorno zero, il mondo si voltò dall’altro lato. Sembrava puro allarmismo giornalistico. Oggi uno dei suoi quattro principali serbatoi ha raggiunto un livello così basso che le chiatte risucchiano solo fango. Un’altra serbatoio dovrebbe cedere nelle prossime due settimane e un terzo in meno d’un mese. Grandi parti della città presto potrebbero restare completamente prive d’acqua corrente. (Daily Maverick)

Nonostante l’accumulo di prove, l’incriminazione di Trump aprirebbe nuove sfide.

Mentre le audizioni della Camera hanno evidenziato testimonianze tali da giustificare l’apertura di un procedimento penale, l’ex presidente ha opposto una linea di difesa difficilmente credibile. (The New York Times)

Juneteenth è una festa federale, ma nella maggior parte degli stati è rimasto un giorno qualsiasi.

Juneteenth (ufficialmente Giornata Nazionale dell’Indipendenza del Juneteenth) storicamente celebra la liberazione degli schiavi afroamericani. Riconosciuto come festa federale nel 2021, ricorda il 19 giugno del 1865, quando il generale dell’esercito dell’Unione Gordon Granger proclamò l’obbligo di liberare tutti gli schiavi del Texas, ultimo stato della Confederazione a non aver ancora abolito la schiavitù. Anche quest’anno, però per molti è rimasto un giorno qualsiasi perché oltre 30 stati non hanno ancora autorizzato i finanziamenti che consentirebbero ai dipendenti pubblici di fare vacanza. (The New York Times)

Costa Rica al bivio: la guerra si accanisce sul paese più pacifico del mondo.

Il Costa Rica non ha esercito da 73 anni, per cui la dichiarazione di guerra del neopresidente Rodrigo Cháves il 16 maggio ha colto tutti si sorpresa. In effetti, da due mesi, che il paese è in guerra contro apparentemente anonimi  pirati stranieri. Gli insegnanti non possono ricevere gli stipendi, il sistema fiscale e doganale è paralizzato e i medici non riescono ad accedere alle cartelle cliniche o a monitorare la diffusione del covid.  Finora, 27 istituzioni governative costaricane sono state colpite, dal Ministero delle Finanze al Fondo di previdenza sociale, nonché all’Istituto meteorologico. Gli effetti sono vari e includono la crittografia delle informazioni, l’estrazione di informazioni sensibili e vari effetti sulla funzionalità dei sistemi. La  situazione solleva anche interrogativi sulla capacità (e voglia) degli Stati Uniti di proteggere le nazioni amiche dagli attacchi informatici quando le bande criminali con sede in Russia prendono di mira i paesi meno sviluppati con modalità che potrebbero avere importanti ripercussioni globali. (El Universal)

La Cina utilizza il sistema di tracciamento per il covid per controllare gli spostamenti della popolazione.

I residenti cinesi devono avere istallato sul proprio telefono un’applicazione che ne certifica lo stato di salute e l’eventuale esposizione al covid. La luce verde dell’applicazione consente di utilizzare i mezzi pubblici e l’accesso a uffici, ristoranti e centri commerciali. Ma alcuni utenti della provincia di Henan affermano di essere stati bloccati nell’accesso alla propria banca dalla stessa applicazione. (Associated Press)

Le tensioni Russia-Occidente infiammano il dibattito delle Nazioni Unite sulle forze di pace in Mali.

Mentre la missione delle Nazioni Unite nella nazione dell’Africa occidentale è in attesa di rinnovo, e la Francia e l’Unione Europea mettono fine alle proprie operazioni militari in Mali a causa dell’inasprimento delle relazioni con la giunta al governo,  gli attacchi degli estremisti islamici si stanno intensificando. Solo questo mese sono stati  uccisi tre membri delle forze di pace delle Nazioni Unite. I membri del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite concordano ampiamente che la missione di mantenimento della pace, nota come MINUSMA, debba continuare, ma il dibattito in seno al consiglio è minato dagli attriti sul futuro ruolo della Francia in Mali e sulla presenza dei  mercenari russi. (Associated Press)

Ultimo minuto

Leggi le ultime notizie dalle principali agenzie giornalistiche del mondo

Ultim’Ora – Notizie e idee dal mondo, trascurate o minimizzate dai media italiani di oggi.

Ultim’Ora III/170 – Ricercatori sperimentano la fotoimmunoterapia per colpire e uccidere le cellule tumorali.

Inondazioni in Assam e Bangladesh: 41 morti in India; in  milioni senza casa.

Nello stato indiano dell’Assam, almeno nove persone sono rimaste uccise nelle inondazioni e 2 milioni hanno visto le proprie case sommerse, secondo l’agenzia statale per la gestione dei disastri. Un fulmine nel vicino Bangladesh ha ucciso nove persone. Le inondazioni sono una minaccia regolare nella pianura del Bangladesh, ma gli esperti affermano che il cambiamento climatico stia aumentando di frequenza, forza e imprevedibilità. (NPR)

Chi arriverà nel Regno Unito attraversando la Manica su piccole imbarcazioni verrà identificato con un braccialetto elettronico.

Gli attivisti per i diritti umani attaccano l’inumano sistema per identificare quanti fuggono dai conflitti e dalla fame. (The Guardian)

Ricercatori sfruttano la terapia della luce per colpire e uccidere le cellule tumorali.

Alcuni esperti ritengono che la nuova forma di fotoimmunoterapia possa diventare il quinto più importante metodo di cura del cancro. (The Guardian)

Guerra in Ucraina: l’Onu appare in stato di “morte cerebrale”.

Il conflitto mette in luce la paralisi dell’Organizzazione delle Nazioni Unite, già indebolita da vent’anni di politica demolitoria statunitense, in particolare con George W. Bush e Donald Trump, il ripetuto ricorso al diritto di veto da parte della Russia nel Consiglio di Sicurezza e la crescente influenza di Cina. (Le Monde)

Ucraina: la morte scandisce la metrica della guerra.

Dai campi di battaglia martoriati dai proiettili dell’artiglieria, agli scantinati e ai cortili pieni di cadaveri insepolti di civili, la macabra contabilità della guerra espone un bilancio sbalorditivo di vite perse. Gli inviati del New York Times raccontano i molti modi con cui la morte è arrivata in Ucraina. (The New York Times)

L’ombra di Trump incombe sul negoziato sul nucleare iraniano, che sembrava cosa fatta, ma che lentamente si sta allontanando.

Senza alcun compromesso in vista e con l’Iran sempre più vicino al traguardo nucleare, l’amministrazione Biden presto trovarsi potrebbe di fronte a una scelta difficile. (The New York Times)

Il nuovo telescopio cinese non ha captato nessun segnale alieno. Era solo un’interferenza.

Gli addetti al telescopio FAST, da poco attivo nella provincia cinese di Guizhou, erano euforici  per un segnale che sembrava provenire da una qualche intelligenza extraterrestre. Gli astronomi cinesi dovranno abituarsi a questo tipo di falsi allarmi che tutti gli altri loro colleghi sperimentano da decenni. (The New York Times)

Pechino presto potrebbe intensificare la sua campagna per la “riunificazione” di Taiwan, affermano alcuni analisti.

La possibilità di un conflitto armato oggi è considerata superiore rispetto a cinque anni, perché l’esercito cinese presto “sarà dotato degli strumenti necessari” per attaccare. Pechino potrebbe anche utilizzare una serie di opzioni non militari per raggiungere il suo obiettivo. (South China Morning Post)

Un “super  verme” divoratore di polistirolo potrebbe aiutare a risolvere la crisi dei rifiuti.

Scienziati di tutto il mondo da anni cercano di trovare batteri e insetti che divorino o trasformino la  spazzatura. Un super  verme che divora la plastica è l’ultima scoperta. (Microbial Genomics)

Il bitcoin scende al di sotto dei 20.000 dollari, innescando una fuga dalle  cripto valute.

L’ultima volta che il bitcoin è sceso a quel livello è stato nel novembre 2020, prima di raggiungere il suo massimo storico di quasi $ 69.000, secondo CoinDesk. Molti nel settore credevano che non sarebbe mai sceso sotto i $ 20.000. (Associated Press)

Il presidente peruviano sotto indagine per un caso di corruzione.

Sei ex presidenti peruviani in carica tra il 1985 e il 2020 sono stati condannati, incriminati o indagati per corruzione o riciclaggio. Uno di loro, Alan García, presidente dal 1985 al 1990 e poi di nuovo dal 2006 al 2011, si è suicidato prima di essere arrestato nell’ambito di un’indagine sulle tangenti da parte dell’impresa edile brasiliana Odebrecht. Nei 10 mesi in cui è stato in carica, Castillo finora è sopravvissuto a due tentativi di destituzione da parte del Congresso in quella che è una continua crisi politica iniziata nel 2016 e che ha portato all’instabilità, all’alternanza di cinque presidenti e tre scioglimenti del Congresso . I sondaggi mostrano che i peruviani sono molto scontenti sia di Castillo che del Congresso. (Associated Press)

La polizia arresta il terzo sospettato per gli omicidi dell’attivista Bruno Pereira e del giornalista inglese Dom Phillips.

Jefferson da Silva Lima, detto “Pelado da Dinha”, si è arreso alla Polizia di Atalaia do Norte. (Hora Campinas)

L’attacco a un tempio sikh a Kabul causa due morti.

Gli aggressori hanno usato un’auto-bomba esplosa prima di raggiungere il bersaglio. (Reuters)

I giudici tunisini prolungano lo sciopero per i licenziamenti decisi da presidente Kaïs Saïed.

Il presidente aveva licenziato 57 giudici il primo giugno, accusandoli di corruzione e di protezione dei terroristi, accuse che secondo l’Associazione dei giudici tunisini erano per lo più motivate politicamente. In segno di protesta i magistrati hanno sospeso l’attività dei tribunali, affermando che le decisioni del presidente tendono a mettere la magistratura sotto il suo controllo per utilizzarla contro gli oppositori politici. (Reuters)

Ecuador: il presidente Lasso dichiara lo stato di emergenza in tre province per le violente proteste contro l’inflazione.

La misura consente al presidente di mobilitare l’esercito per mantenere l’ordine e di dichiarare il coprifuoco (Reuters)

Ultimo minuto

Leggi le ultime notizie dalle principali agenzie giornalistiche del mondo

Ultim’Ora – Notizie e idee dal mondo, trascurate o minimizzate dai media italiani di oggi.

Ultim’Ora III/169 – Le aziende di combustibili fossili “prendono l’umanità per la gola”, afferma il segretario delle Nazioni Unite.

In controtendenza, la Bank of Japan mantiene i tassi estremamente bassi.

La Banca del Giappone ha mantenuto tassi di interesse estremamente bassi, segnalando la sua determinazione a concentrarsi sul sostegno della tiepida ripresa dell’economia dalla pandemia. A conclusione di due giornate di riunione,  la BOJ ha mantenuto i tassi al -0,1% per il breve termine e il rendimento a 10 anni intorno allo 0% con un voto di 8-1. (CNBC)

La Cina vara la sua terza portaerei.

La costruzione della portaerei Fujian è iniziata a Shanghai nel 2018 e ha comportato la collaborazione di diversi cantieri del paese. (Al Jazeera)

Un’indagine durata tre anni solleva il velo su una vasta attività di riciclaggio nella Columbia Britannica.

Un fiume di  denaro degli investitori asiatici ha fatto triplicare in due decenni i prezzi delle case. La Commissione Cullen, che ha condotto l’indagine,  sollecita norme più severe sugli agenti immobiliari e controlli più stringenti sui prestatori di mutui sia tradizionali che alternativi. (The Globe and Mail)

Milioni di birmani sono sconvolti  per l’imminente esecuzione di quattro prigionieri politici condannati a morte.

La giunta al potere, che ha annunciato le imminenti esecuzioni capitali, è messa in difficoltà dai ribelli all’inizio della stagione delle piogge, poco propizia  alle operazioni militari. (The Irrawaddy)

Nato: per togliere il suo veto,  Ankara pretende  fatti “concreti” da Helsinki e Stoccolma.

Nonostante la riluttanza della Turchia, il segretario generale dell’Alleanza Atlantica spera di celebrare l’adesione di Finlandia e Svezia alla fine di giugno. (Le Monde)

Per l’Alta corte del Giappone, la politica non ha responsabilità per  il disastro di Fukushima.

La sentenza ritiene che solo Tokyo Electric Power, l’operatore della centrale nucleare di Fukushima Daiichi, sia responsabile del disastro da 10,5 milioni di dollari. Il governo non può essere ritenuto responsabile perché i danni causati dallo tsunami che ha colpito l’impianto non avrebbero potuto essere evitati. (Kyodo)

Covid: ora i  bambini giapponesi hanno il permesso di tornare a parlare durante la pausa per il pranzo, mentre le infezioni diminuiscono.

La commissione didattica del Giappone occidentale pone fine all’obbligo del mokushoku (ossia il mangiare in silenzio), ma alcuni genitori affermato che la decisione è prematura. (The Guardian)

Le aziende di combustibili fossili “prendono l’umanità per la gola”, afferma il capo delle Nazioni Unite in un violento attacco.

António Guterres paragona le aziende di combustibili fossili alle aziende del tabacco che hanno continuato a promuovere i loro prodotti che creano dipendenza nascondendo o attaccando i consigli sulla salute che mostravano chiari legami tra fumo e cancro. Ma questa volta è peggio, perché c’è di mezzo una guerra. (The Guardian)

Lo chiamano “Dubaisk”: la nuova geografia dell’élite russa s’è spostata negli emirati.

Prima dell’invasione dell’Ucraina, i super ricchi russi  erano di casa nelle città europee. Le sanzioni hanno cambiato la geografia. Decine di migliaia di persone, in particolare giornalisti, attivisti e operatori tecnologici si sono riversati in Armenia, Georgia e Turchia. Alcuni hanno riparato in Germania o in Lettonia. I super ricchi hanno fatto di Dubai, la più grande città del Golfo Persico, la loro destinazione principale. (The New York Times)

La Tanzania accusata di violenze sui masai che protestano contro le espulsioni dalle proprie terre.

Il governo della Tanzania usa la violenza contro i pastori masai che resistono ai tentativi di sfrattarli da una delle destinazioni turistiche più popolari del paese, nell’ultimo conflitto tra coloro che vogliono trasformare il paesaggio africano in un grande e redditizio parco giochi e quanti lo considerano semplicemente casa propria. Alcuni dei dimostranti rimasti feriti negli scontri nell’area di Ngorongoro sono fuggiti nel vicino Kenya per cercare assistenza medica, temendo ritorsioni da parte delle autorità tanzaniane. (Associated Press)

La corte panamense respinge le accuse contro i fondatori dello studio legale al centro dei Panama Papers per lo scandalo delle tangenti brasiliane dell’operazione Lava Jato.

Tutte le accuse contro le quasi altre 40 persone indagate per il presunto riciclaggio di denaro relativo al caso sono state provvisoriamente archiviate. (Reuters)

Guerra civile in Etiopia: migliaia di tigrini incarcerati hanno subito privazioni e malattie.

Circa 9000 tigrini sono detenuti senza processo in prigioni improvvisate mentre il governo etiope da 19 mesi è in guerra contro gli insorti. Almeno 17 persone sono morte in carcere. (Reuters)

L’OMC approva un pacchetto di accordi commerciali “senza precedenti” dopo giorni di colloqui difficili.

L’accordo arriva nonostante il mancato raggiungimento di un consenso sui sussidi alla pesca e sulla rinuncia ai brevetti per la cura del covid. (Poitico)

Ultimo minuto

Leggi le ultime notizie dalle principali agenzie giornalistiche del mondo

Ultim’Ora – Notizie e idee dal mondo, trascurate o minimizzate dai media italiani di oggi.

Ultim’Ora III/168 – Ruanda e Congo stanno scivolando verso un’altra guerra. 

Covid: con un’assistenza sanitaria universale, gli Stati Uniti avrebbero potuto salvare 338.000 vite.

Troppe  persone sono morte perché l’assistenza sanitaria statunitense “lascia milioni di cittadini senza un accesso adeguato alle cure mediche”. (PNAS)

Nuovi dati confermano l’eccessivo riscaldamento globale dell’Artico.

Le temperature nella regione del Mare di Barents sono “fuori scala” e possono influenzare condizioni meteorologiche estreme negli Stati Uniti e in Europa. (Scientific Reports)

La Banca d’Inghilterra afferma che l’inflazione raggiungerà l’11%.

Intanto porta i tassi di interesse al livello massimo degli ultimi 13 anni. (CNN)

I Proud Boys di Trump avevano messo a punto piani per occupare i principali edifici governativi di Washington.

Un  documento rivela i piani per penetrare  negli edifici e bloccare il traffico al fine di impedire l’accesso delle forze dell’ordine. (The Guardian)

“Se non cambiano subito, quest’anno i democratici statunitensi  rischiano una sconfitta cocente.”

Le politiche progressiste che aiutano la classe operaia sono molto apprezzate dagli elettori. Perché allora  consentire che siano i repubblicani e i democratici conservatori a dettare l’ agenda politica? Un articolo del senatore progressista  Bernie Sanders. (The Guardian)

I giovani indiani protestano contro la perdita della sicurezza dell’ingaggio militare a vita.

In tutti gli stati si moltiplicano le manifestazioni da quanto si è diffusa la notizia che il contratto di ingaggio sarebbe durato solo quattro anni e non più a vita. Gruppi di manifestanti hanno occupato le fermate degli autobus e le strade, paralizzando il traffico sull’autostrada Gurugram-Jaipur. (The New Indian Express)

Libano: due membri di Hezbollah condannati all’ergastolo da un tribunale delle Nazioni Unite per la morte dell’ex primo ministro  Rafic Hariri nel 2005.

Entrambi gli uomini sono stati processati in contumacia ed è improbabile che vengano davvero tratti in arresto. Hezbollah si è sempre rifiutato di consegnare tutti i sospettati e non riconosce il Tribunale speciale delle Nazioni Unite per il Libano. (Le Monde)

Tunisia: sciopero nazionale del settore pubblico contro l’aumento dell’inflazione.

Il potente sindacato UGTT accusa anche il presidente Kaïs Saïed per il crescente accentramento dei poteri. (France 24)

Scienziati cinesi compiono un “passo importante” nella cura del morbo di Parkinson con cellule staminali.

La terapia con cellule staminali è considerata una strategia promettente poiché la malattia è causata dalla perdita di un tipo di cellula da un determinato punto del cervello. I ricercatori cinesi hanno scoperto una nuova tecnica che migliorerebbe l’efficacia e la sicurezza della terapia con cellule staminali nei modelli murini del morbo di Parkinson. I ricercatori in particolare avrebbero identificato due marcatori di superficie cellulare dei neuroni della dopamina, danneggiati o distrutti nel mesencefalo. (South China Morning Post)

Quando alla fine Pence ruppe con Trump, non fu affatto piacevole.

Nel terzo giorno di udienze, la commissione della Camera che indaga sull’attacco al Campidoglio si concentra sugli sforzi per impedire al vicepresidente Mike Pence di certificare i risultati delle elezioni del 2020. (The New York Times)

Chi  finanzia il comitato della “grande menzogna” di Trump? Le solite aziende.

Immediatamente dopo l’attacco del 6 gennaio, centinaia di società hanno annunciato il blocco dei finanziamenti ai politici repubblicani che avevano votato contro la certificazione della vittoria di Joe Biden. Per molte aziende il blocco è stato di breve durata. (The New York Times)

Francia: 40 jihadisti uccisi in attacchi con droni nel Niger.

La violenza estremista cresce nella regione del Sahel, il vasto territorio a sud del deserto del Sahara che comprende il Niger e i paesi confinanti. Tra questi, il Burkina Faso, registra sempre più frequenti attacchi jihadisti. (Associated Press)

Ruanda e Congo stanno scivolando verso un’altra la guerra.

Le tensioni decennali tra il Ruanda, che ha uno degli eserciti più efficienti dell’Africa, e il Congo, uno dei paesi più grandi e travagliati del continente, sono aumentate lungo il comune confine a poche ore di auto dalla capitale del Ruanda, Kigali. L’allarme è tale che il presidente del Kenya sollecita il dispiegamento immediato di una forza regionale di nuova creazione nell’est del Congo per mantenere la pace. (Associated Press)

Nella Nebulosa Tarantola, un’immagine mozzafiato mostra la nascita delle stelle.

Come in un brulicante vivaio stellare nella Nebulosa Tarantola, una colossale nuvola di gas e polvere accanto alla nostra galassia, gli astronomi hanno osservato la dinamica della formazione delle stelle, ottenendo un’immagine strabiliante del cosmo. (Reuters)

Ultimo minuto

Leggi le ultime notizie dalle principali agenzie giornalistiche del mondo

Ultim’Ora – Notizie e idee dal mondo, trascurate o minimizzate dai media italiani di oggi.

Ultim’Ora III/167 – La 12ma conferenza ministeriale dell’OMC prorogata di un giorno. Ma serve a poco.

La Danimarca ha un nuovo confine:  col Canada.

Da mezzo secolo, Canada e Danimarca litigano – per lo più, ma non sempre, molto educatamente- sulla non molto eccitante isola di Hans, una massa deserta di mezzo miglio quadrato nel Canale Kennedy dello Stretto di Nares, priva di fauna e vegetazione. L’affioramento roccioso si trova tra l’isola canadese di Ellesmere e la Groenlandia, territorio autonomo della Danimarca. Finalmente quella che è stata chiamata “guerra delle bandiere” o “del whisky” si è conclusa in maniera molto salomonica: l’isola verrà divisa in due, il 60% alla Danimarca, il resto al Canada. (The Copenhagen Post)

In Colombia, due donne di discendenza africana si contendono la vicepresidenza.

La femminista Francia Marquez, compagna di corsa del candidato di sinistra Gustavo Petro, e la biologa Marelen Castillo, che si presenta in tandem con l’imprenditore Rodolfo Hernandez, si affrontano alle elezioni presidenziali del 19 giugno. (Le Monde)

La 12ma conferenza ministeriale dell’OMC prorogata di un giorno. Ma serve a poco.

Quasi tutti i temi all’ordine del giorno, dal problema dei brevetti sui vaccini, alla pesca, alla sicurezza alimentare , all’ambiente, alla stessa riforma dell’organizzazione,  sono rimasti irrisolti. Oggi come oggi, “l’OMC si limita essenzialmente a gestire le regole commerciali esistenti. ” (OMC)

L’opposizione thailandese presenta una mozione di sfiducia contro un primo ministro “imperfetto”.

L’opposizione spera di far cadere il governo di Prayuth Chan-ocha retto da una coalizione di 17 partiti che assicurano una maggioranza di 253 parlamentari contro 208. Prayuth Chan-ocha, 68 anni, e altri 10 ministri sono accusati di corruzione, cattiva gestione economica e di minare la democrazia. (Reuters)

Il governo bulgaro dovrà affrontare un voto di sfiducia la prossima settimana.

Il partito di centrodestra GERB dell’ex premier Boyko Borissov  accusa l’amministrazione di Petkov di non aver adottato misure adeguate per contrastare l’aumento dell’inflazione, innescato dalla guerra in Ucraina. La votazione è attesa per la prossima settimana. (Reuters)

Il presidente indonesiano Joko Widodo licenzia il chiacchierato ministro del Commercio Muhammad Lutfi.

Sotto pressione per l’aumento dei prezzi dell’olio di palma, Muhammad Lutfi, definito da alcuni media  il “ministro della mafia dell’olio di palma”, verrà sostituito da da Zulkifli Hasan, ex ministro dell’ambiente, criticato a sua volta per non essere riuscito a fermare il disboscamento illegale. L’ex capo delle forze armate Hadi Tjahjanto dirigerà al suo posto il ministero degli affari agrari e della pianificazione territoriale. (The Business Times)

I cacciatori di alieni esultano per un misterioso segnale radio che potrebbe provenire da un pianeta simile alla Terra.

Il segnale a banda stretta proveniente dall’area della stella Kepler-438 soddisfa i criteri iniziali per parlare di intelligenza extraterrestre, afferma uno degli scopritori. Nell’orbita abitabile di Kepler-438 c’è uno dei pianeti più simili alla terra mai trovati al di fuori del sistema solare. (South China Morning Post)

Durante la sua visita nello Xinjiang, Michelle Bachelet, responsabile delle Nazioni Unite per i diritti umani,  “non è stata in grado di parlare con uiguri detenuti né con le loro famiglie”.

Michelle Bachelet riferisce al Consiglio per i diritti umani delle Nazioni Unite che non poteva muoversi liberamente, anche se il viaggio “ha fornito un’importante opportunità per sollevare preoccupazioni direttamente con alti dirigenti e funzionari” e per “ottenere le loro impressioni sulla situazione”. (South China Morning Post)

Cina: l’ex capo delle riserve statali di grano arrestato per corruzione.

Zhang Wufeng, è l’ultimo e di lunga lista di burocrati di grado superiore a livello nazionale sotto indagine per  corruzione. (Caixin global)

Secondo i nuovi libri di testo di Hong Kong ” la città non è mai stata colonia britannica”.

I nuovi manuali scolastici insegneranno che la Cina non ha mai riconosciuto i trattati che l’hanno ceduta alle potenze coloniali durante le guerre dell’oppio. (The Guardian)

La Commissione della Camera del sei gennaio è divisa sull’opportunità di rinviare Trump a giudizio.

Il disaccordo riflette il dibattito all’interno del comitato sulla migliore strategia per rinviare a giudizio l’ex presidente e gli altri responsabili. (The Washington Post)

Cinque paesi (Nigeria, Somalia ed Etiopia, Egitto e Yemen) duramente colpiti dalla crisi del grano in Ucraina.

La guerra in Ucraina ha fatto aumentare i prezzi alimentari a livello mondiale, ma sono i paesi in via di sviluppo a subirne il peso maggiore. (The Washington Post)

In un mondo affamato di energia la produzione petrolifera libica è strangolata dalle lotte intestine.

Il ministero libico del petrolio e del gas dichiara che la produzione di petrolio del paese è diminuita di oltre l’85%, raggiungendo  appena i 100.000-150.000 barili al giorno rispetto a 1,2 milioni di barili al giorno dell’anno scorso. Gli impianti petroliferi sono bloccati dalla rivalità tra le due principali fazioni in lotta per il controllo del governo libico. Il primo ministro di Tripoli Abdulhamid al-Dbeibah, salito al potere un processo sostenuto dalle Nazioni Unite, rifiuta di cedere il potere a Fathi Bashagha, nominato primo ministro a marzo dal parlamento con sede nell’est, a sua volta sostenuto dal sedicente Esercito nazionale libico (LNA). (The Washington Post)

La Romania si sogna potenza energetica.

Con l’aiuto di Washington, la guerra in Ucraina potrebbe portare a nuove scoperte nel settore del gas e ad investimenti nel nucleare. (The New York Times)

Invertendo una tendenza trentennale, negli Stati Uniti gli aborti tornano ad aumentare.

Un nuovo sondaggio rileva tendenze in crescita in tutti gli stati tra il 2017 e il 2020. L’inversione di sentenza che l’aveva reso legale. (Guttmacher Institute)

Dove è iniziata la peste nera? I detective del DNA trovano un indizio chiave.

Pescando frammenti di DNA batterico dai denti dei cadaveri di un antico cimitero, i ricercatori hanno trovato il punto di partenza della pandemia medievale che ha devastato l’Eurasia dal  1346 al 1353. Finora, le prove archeologiche più dibattute associavano l’inizio della pandemia ai cimiteri situati vicino al lago Issyk-Kul dell’odierno Kirghizistan. (Nature)

Il governo tedesco cerca di risolvere la disputa tra länder e governo centrale sulle autorizzazioni delle pale eoliche.

Alcuni stati tedeschi sono poco propensi a riservare ai parchi eolici almeno l’1,4% della propria superficie entro il 2026 e il 2% entro il 2032, sostenendo che gli abitanti delle zone rurali non vogliono turbine vicino alle proprie case. Il disegno di legge governativo darebbe agli stati una certa flessibilità, mentre le città-land di Berlino, Brema e Amburgo dovrebbero destinare all’eolico solo lo 0,5% della propria superficie. Inoltre i profitti dei parchi saranno condivisi con le regioni in cui sono costruiti, mentre le norme di protezione ambientale che attualmente ostacolano la costruzione delle turbine saranno allentate. (Associated Press)

Testato un dirigibile ad alta quota nel deserto del Nuovo Messico.

Un’azienda tecnologica che vuole portare la banda larga in aree più remote e monitorare le emissioni dell’industria petrolifera e del gas ha lanciato uno dei suoi dirigibili dal deserto del Nuovo Messico. (Rosswell Daily Record)

Oltre 100 piccoli pinguini blu spiaggiati nell’estremo nord del paese.

I piccoli pinguini blu, la specie di pinguino più piccola del mondo,  sono alti una trentina di centimetri e pesano circa due chili; hanno  piume di un azzurro pallido, tendente all’indaco, e adorano mangiare piccoli pesci come acciughe e sardine. Sono piccoli ma rumorosi. (New Zealand Herald)

Ultimo minuto

Leggi le ultime notizie dalle principali agenzie giornalistiche del mondo

Ultim’Ora – Notizie e idee dal mondo, trascurate o minimizzate dai media italiani di oggi.

Guerra in Ucraina: il dilemma degli europei di fronte alla domanda di adesione di Kiev.

La prima ministra della Scozia Nicola Sturgeon pubblicherà a giorni il suo progetto per l’indipendenza.

Il nuovo documento, che delinea un percorso verso una Scozia indipendente, sarà pubblicato all’inizio della prossima settimana.  (The National)

La Russia mette al bando 29 giornalisti britannici, compresi i corrispondenti del Guardian.

Nell’elenco delle persone non gradire figurano militari e parlamentari, oltre ai redattori dei principali media britannici. (The Guardian)

Un rapporto sul clima preparato per la Casa Bianca nel 1977 avrebbe potuto cambiare il mondo.

Anni prima che la crisi climatica entrasse nel linguaggio corrente, un promemoria preparato per il presidente Carter prevedeva una catastrofe. Nel 1977 Star Wars arrivava nelle sale cinematografiche, New York City rimaneva al buio per 25 ore e sul mercato arrivavano i primi personal computer Commodore ed Apple II. In quello stesso anno un promemoria di una pagina sui rischi ambientali  veniva fatto circolare per la prima volta ai massimi livelli del governo degli Stati Uniti. (The Guardian)

Il governo ungherese incasserà  oltre $ 600 milioni grazie alla tassa sul petrolio russo.

L’analisi di Eurointelligence afferma che questo profitto è “a spese di tutti gli altri paesi dell’UE”. (The Guardian)

Burkina Faso, s’aggrava il bilancio dell’attacco armato a Seytenga.

Sale ad almeno 79 morti il bilancio dell’attacco armato al villaggio di Seytenga, nel nord del Burkina Faso.

Secondo un nuovo rapporto pubblicato dal governo, le unità di intervento operative hanno recuperato altri 29 corpi mentre  le ricerche continuano. Il presidente pro tempore, il tenente colonnello Paul-Henri Sandaogo Damiba, ha dichiarato un lutto nazionale di 72 ore. (Euronews)

Russia: l’oppositore Alexei Navalny trasferito in un’altra colonia penale segreta.

Navalny è stato trasferito in una nuova colonia penale a “regime severo”, hanno annunciato i suoi parenti martedì 14 giugno, che però non sanno dove. (Le Figaro)

Guerra in Ucraina: il dilemma degli europei di fronte alla domanda di adesione di Kiev.

Venerdì prossimo, la Commissione dovrebbe specificare le condizioni per  la concessione dello status di candidato all’Ucraina. (Le Monde)

Revisione dello status dell’Irlanda del Nord: Londra rischia una profonda crisi con Bruxelles.

Il governo britannico ha presentato al parlamento un disegno di legge che contesta lo status doganale dopo la Brexit. La Commissione europea minaccia un’azione legale. (Le Monde)

Cambogia: avvocato dell’opposizione e altri 50  condannati per tradimento.

L’avvocato statunitense-cambogiano Theary Seng e 50 altri oppositori legati al disciolto Cambodia National Rescue Party (CNRP)  sono stati condannati fino ad otto anni di carcere con l’accusa di tradimento e istigazione al tradimento. Il verdetto conclude i due maxi processi iniziati nel 2020 contro esponenti dell’opposizione e critici del regime del premier Hun Sen.  (Deutsche Welle)

Da dove è arrivata l’acqua presente sulla luna? Scienziati cinesi trovano indizi nei campioni lunari.

L’analisi del suolo riportato sulla Terra suggerisce che parte della risposta è all’interno della stessa  luna, ma i ricercatori hanno anche trovato meno segni di presenza d’acqua di quanto si pensasse in precedenza. (Nature Communications)

Un gatto thailandese ammalato di covid potrebbe essere all’origine della pandemia.

Un gruppo di ricerca ha individuato un primissimo caso d’infezione in una veterinaria infettata dal virus mentre curava un gatto nella città meridionale di Songkhla. (South China Morning Post)

La tormentata  notte che ha convinto Trump a cercare di ribaltare l’esito delle elezioni.

La notte delle elezioni del 2020, i più stretti  consiglieri di Donald J. Trump lo invitavano a non dichiararsi vincitore. Ha ascoltato l’unico, Rudolph Giuliani,  che gli diceva quello che voleva sentirsi dire. (The New York Times)

Come Houston ha spostato 25.000 persone dalle strade dentro vere case.

La quarta città più grande degli Stati Uniti non ha risolto il problema dei senzatetto, ma i suoi notevoli progressi possono suggerire una via da seguire. (The New York Times)

Per il suo prossimo capitolo sulla politica dello Zero Covid, la Cina spera nei test di massa.

Per fare la spesa o utilizzare i servizi pubblici i residenti di molte città devono mostrare una PCR negativo. L’economia può attendere. (The New York Times)

Immagini satellitari suggeriscono che l’Iran si stia preparando per il lancio di un missile.

Le immagini di Maxar Technologies mostrano una piattaforma di lancio presso lo spazioporto Imam Khomeini nella provincia rurale iraniana di Semnan, teatro di frequenti recenti tentativi falliti di mettere in orbita un satellite. (Associated Press)

Un’ex guerrigliera curda ha un ruolo chiave nella candidatura della Svezia alla NATO.

Emineh Kakabaveh, eletta come indipendente al parlamento svedese, è una figura centrale nel radicale cambiamento della Svezia e della Finlandia a favore dell’adesione alla NATO. La Turchia si oppone all’adesione alla NATO dei due paesi nordici, accusandoli di ospitare militanti curdi. Emineh Kakabaveh, forte sostenitrice dell’autodeterminazione curda in Medio Oriente e feroce oppositrice del presidente turco Recep Tayyip Erdogan, esercita un’influenza straordinaria. Il governo svedese, infatti, dipende dal suo voto per conservare la maggioranza in Parlamento.  (Associated Press)

Ultimo minuto

Leggi le ultime notizie dalle principali agenzie giornalistiche del mondo

Ultim’Ora – Notizie e idee dal mondo, trascurate o minimizzate dai media italiani di oggi.