Category Archive : News

Ultim’Ora  – IV/329  – La competizione per la sovranità digitale su Internet minaccia l’egemonia americana.

Altro tentativo di colpo di stato in Sierra Leone.

I tentativi di spodestare il presidente della Sierra Leone Julius Maada Bio si sono ripetuti nelle prime ore di domenica, quando un gruppo di soldati e agenti di polizia non identificati  hanno fatto irruzione nei principali depositi di munizioni della caserma Wilberforce, a Freetown, portando via armi pesanti. Il gruppo armato si è poi diretto verso le prigioni di Pademba Road dove ha liberato i prigionieri, molti dei quali sono rinchiusi da diversi anni senza processo, compresi i prigionieri politici. Il governo ha imposto il coprifuoco. [The Sierra Leone Telegraph]

Madagascar: Andry Rajoelina rieletto e già contestato.

Il presidente uscente ha ottenuto il 58,95% dei voti, dopo un’elezione tesa che l’opposizione non riconosce e di cui chiede l’annullamento. [L’Express de Madagascar]

La Somalia entra ufficialmente nel blocco commerciale dell’Africa orientale.

La Somalia, che dal 2012 cerca di aderire al blocco commerciale regionale, ne diventa l’ottavo membro. [Al Jazeera]

Il micoplasma è probabilmente il principale colpevole dell’epidemia di polmonite pediatrica registrata in vari paesi a partire dalla Cina.

L’emergere di una serie di focolai e ricoveri ospedalieri, che colpiscono principalmente i bambini, sono stati  segnalati all’inizio di questa settimana in Cina. I fattori determinanti vanno dal  virus respiratorio sinciziale, l’influenza, il Covid-19 e, forse, soprattutto, i  micoplasmi. [Forbes]

Gruppi di  sikh si recano in Pakistan per celebrare l’anniversario la fondazione della religione da parte di Guru Nanak.

Numerosi gruppi di pellegrini sikh sono arrivati in Pakistan attraverso il posto di controllo congiunto Attari-Wagah per celebrare il 554° Parkash Purab, cerimonia di apertura del “Guru Granth Sahib”, il libro di preghiere e inni che è alla base della loro religione.  [The Tribune]

La competizione per la sovranità digitale su Internet minaccia l’egemonia americana.

Le rivalità sul governo di Internet si intensificano in tutto il mondo. Tutti contro la società Icann (Internet Corporation for Assigned Names and Numbers), creata dagli Stati Uniti venticinque anni fa per gestire i nomi a dominio. Anche le Nazioni Unite e la Cina vogliono dire la loro sul futuro della “rete delle reti” .

La Cina sale nella classifica delle città più favorevoli alla scienza, mentre le rivali statunitensi ed europee perdono posizioni.

Pechino supera New York e sale al primo posto, seguita appunto da New York, Shanghai e Boston.

La prima città italiana che compare nella graduatoria è Roma, all’83mo posto. Milano è in 88ma posizione. Nella graduatoria figurano anche Trieste (136ma), Napoli  (182ma), Padova (187ma) e  Pisa (193ma). [nature]

In Asia, a donare organi sono soprattutto le donne, a riceverli prevalentemente uomini.

I risultati di un nuovo studio condotto in India si aggiungono a un insieme di indagini sui trapianti che illustrano l’impatto sulla vita e sulla morte della disuguaglianza di genere. [Daily Sun]

Stuprate durante la guerra in Etiopia, le donne sopravvissute ora vengono respinte dalle famiglie.

Più di 100.000 donne sarebbero state violentate durante i due anni di guerra civile nella regione settentrionale del Tigré in Etiopia. Le innumerevoli donne che hanno partorito in questo modo lottano contro un’agonia nascosta, spesso ostracizzate anche dalle famiglie. Una dozzina di sopravvissute allo stupro, diventate madri contro la loro volontà, raccontano a un ricercatore i loro drammi per ricostruirsi una vita doppiamente distrutta. [The Washington Post]

Il premio Nobel congolese per la pace dà il via alla sua campagna presidenziale con la promessa di porre fine alla violenza e alla corruzione.

Il dottor Denis Mukwege, 68 anni, si è rivolto a una folla di sostenitori nella città di Bukavu, nella provincia orientale del Sud Kivu, promettendo che avrebbe posto fine alla carestia anche in Congo, un paese ricco di risorse naturali, ma impoverito dalle guerre intestine e con alti tassi di povertà e fame. [Associated Press]

Sequestrata nel Golfo di Aden una petroliera chimica collegata a Israele.

Individui armati non identificati hanno sequestrato la petroliera Central Park che trasportava un carico di acido fosforico nel Golfo di Aden.  L’incidente è l’ultimo di una serie di attacchi nelle acque del Medio Oriente da quando è scoppiata la guerra tra Israele e il gruppo militante palestinese Hamas. [Reuters]

Attacco israeliano mette fuori servizio l’aeroporto di Damasco.

Le difese aeree siriane hanno intercettato missili israeliani provenienti dalle alture di Golan. Gli attacchi erano diretti anche contro gli avamposti di Damasco. Non sono stati forniti dettagli sull’entità dei danni al più grande aeroporto civile del paese. [Reuters]

Ultimo minuto

Leggi le ultime notizie dalle principali agenzie giornalistiche del mondo

Ultim’Ora – Notizie e idee dal mondo, trascurate o minimizzate dai media italiani di oggi.

Ultim’Ora  – IV/328 – Nonostante i divieti, in Europa le donne disabili continuano a essere sterilizzate.

Corea del Nord: il satellite spia appena lanciato ha scattato le prime foto di portaerei americane nelle acque della Corea del Sud, nelle Hawaii e in altre “principali regioni bersaglio”.

Kim Jong-un esulta per le foto scattate dal satellite spia nelle “principali regioni bersaglio” della Corea del Sud, dove si trovano le basi dell’esercito americano, e delle Hawaii. [Yonhap]

L’esercito cinese (PLA) conduce vere e proprie esercitazioni di combattimento lungo il confine tra Cina e Myanmar.

Questo è un segnale chiaro contro il deterioramento della situazione nel nord del Myanmar che Pechino intende inviare a tutte le parti. [Global Times]

L’Australia collabora con le Filippine per pattugliare il Mar Cinese Meridionale.

Le esercitazioni di tre giorni fanno seguito alle discussioni svoltesi all’inizio di quest’anno sui pattugliamenti congiunti per sottolineare l’impegno per una più stretta cooperazione e un ordine basato su regole chiare in tutta la regione. Nei giorni scorsi Manila ha avviato iniziative simili con gli Stati Uniti, concludendo i pattugliamenti iniziati nelle acque vicino a Taiwan. [The Canberra Times]

Un’ombra russa si allunga sul blocco dei camionisti polacchi al confine con l’Ucraina.

Gli organizzatori dello sciopero dei camionisti polacchi al confine ucraino hanno stretti legami con la Russia. Hanno sostenuto l’occupazione della Crimea da parte della Russia e alcuni di loro hanno votato contro la condanna dei crimini di guerra russi. [Euromaidan Press]

Decine di migliaia di manifestanti che chiedono il ripristino della monarchia nepalese si scontrano con la polizia.

La polizia antisommossa di Kathmandu ha usato manganelli e gas lacrimogeni per fermare decine di migliaia di sostenitori dell’ex re che tentavano di marciare verso il centro della capitale per chiedere la restaurazione della corona. [The Hindu]

11 morti e 22 feriti in un incendio in un grattacielo commerciale sulla Rashid Minhas Road di Karachi.

L’incendio è scoppiato al quarto piano di un edificio di sei piani nella capitale commerciale del Pakistan. [Dawn]

Una nave di proprietà israeliana presa di mira da un sospetto attacco con droni.

La nave aveva il localizzatore spento, segno che probabilmente i membri dell’equipaggio temevano  una minaccia nella regione. [Al Jazeera]

L’egiziano El-Sisi in sostiene il futuro Stato palestinese, ma “smilitarizzato”.

El-Sisi si è espresso in questi termini durante un incontro con i primi ministri spagnolo e belga che cercavano appoggi per una conferenza di pace. [Al Jazeera]

Tregua di Gaza: la nuova tattica di Hamas consiste nel mandare gli abitanti al nord.

Hamas esorta gli abitanti di Gaza a tornare nel nord della Striscia, dove l’esercito israeliano ha concentrato la sua offensiva di terra. L’accordo di tregua, in base al quale il gruppo terroristico libererà 50 ostaggi nell’arco di quattro giorni, impedisce agli abitanti di Gaza di tornare nel nord della Striscia. Dopo aver lanciato volantini che avvertivano di non tornare, le truppe israeliane avrebbero utilizzato misure di dispersione per impedire gi spostamenti  verso nord. Con una tattica tesa a prolungare la tregua, intanto,  Hamas ha annunciato un ritardo nella liberazione degli ostaggi, lamentando intralci nella distribuzione degli aiuti. [The Times of Israel]

Israele indaga su un nemico sfuggente e terribile: lo stupro come arma di guerra.

Le prime indicazioni di possibili violenze sessuali sono arrivate già il 7 ottobre, il giorno in cui migliaia di combattenti di Hamas e gruppi affini si sono riversati nelle città israeliane e hanno iniziato a trasmettere in diretta streaming spargimenti di sangue e torture. Un filmato mostrava diverse donne spogliate dei loro vestiti. Un altro video mostrava una donna, con le mani legate dietro la schiena, con sangue sul cavallo dei pantaloni. Un paramedico combattente di riserva israeliano ha detto al Post di aver trovato sui corpi di ragazze adolescenti  segni di violenza sessuale. [The Washington Post]

Il governo tailandese ha confermato  il rilascio di 10 ostaggi tailandesi da parte di Hamas.

Un primo gruppo di 10 cittadini tailandesi tenuti in ostaggio dai militanti di Hamas a Gaza sono stati rilasciati. Hamas detiene ancora 20 cittadini tailandesi. [Bangkok Post]

Per liberare i suoi cittadini detenuti a Gaza, il governo tailandese si è rivolto all’Iran.

Bangkok è impegnata in un’intensa attività diplomatica, principalmente con Teheran, sostenitrice di Hamas in Medio Oriente, per recuperare i lavoratori agricoli catturati da Hamas il 7 ottobre. [Le Monde]

A Gerusalemme Est, in un clima teso la liberazione dei detenuti palestinesi.

Tra i liberati dal carcere di Ofer, in Cisgiordania, ventiquattro donne e quindici minori sono stati riuniti alle loro famiglie. Hamas trae vantaggio da questi rilasci, con grande preoccupazione degli israeliani. [Le Monde]

In Messico “le donne non hanno diritto alla sicurezza”.

A tre anni dalle grandi mobilitazioni contro la violenza sulle donne, il paese registra ancora un numero molto elevato di femminicidi: circa 3.000 all’anno, nonostante gli interventi legislativi. [Le Monde]

Re Carlo  trasferirà 100 milioni di sterline in fondi etici dopo le rivelazioni sui Bona Vacantia.

Il ducato di Lancaster cambia la politica accogliendo le domande su come vengono utilizzati i beni dei morti senza eredi. [The Guardian]

Ascesa dello champagne sottomarino: “Non ho mai assaggiato un vino simile in vita mia”.

La scoperta di bottiglie intatte in un relitto del 1852 innesca lo sviluppo del processo di invecchiamento subacqueo, dando inizio a una nuova tecnica enologica. [The Guardian]

Stenosi aortica: le promesse del trattamento ecografico.

Una terapia non invasiva ideata da un gruppo francese, basata sugli ultrasuoni ad alta intensità, ha dimostrato la sua sicurezza ed efficacia su quaranta pazienti. [The Lancet]

Ambiente: gli eurodeputati bocciano una proposta volta a ridurre l’uso dei pesticidi.

Il parlamento europeo ha respinto con 299 voti il ​​testo, elemento cruciale del “Green Deal Ue”, teso a dimezzare l’uso dei pesticidi. Il disegno di legge ha diviso profondamente gli stati membri. [Les Echos]

Emirati Arabi Uniti: tecnici cinesi completano il più grande parco solare del mondo prima della Cop28.

Quattro  milioni di pannelli nel deserto fuori Abu Dhabi ridurranno le emissioni di carbonio di 2,4 milioni di tonnellate all’anno e forniranno energia a 200.000 famiglie. [South China Morning Post]

Nonostante i divieti, in Europa le donne disabili continuano a essere sterilizzate.

I governi hanno convenuto che questa pratica costituisce una violazione dei diritti umani. Ma hanno previsto eccezioni che dividono genitori, medici e assistenti sociali. La sterilizzazione forzata, con la sua storia di razzismo ed eugenetica, è vietata da numerosi trattati internazionali. Trentasette nazioni europee e l’Unione Europea hanno ratificato la Convenzione di Istanbul, che dichiara, senza eccezioni, che la sterilizzazione non consensuale è una violazione dei diritti umani. Un’indagine del New York Times, tuttavia, ha rilevato che oltre un terzo di questi stessi paesi ha previsto delle eccezioni per persone che il governo ritiene “troppo disabili” per potere esprimere un consenso. Alcuni paesi, poi, hanno vietato la pratica ma non l’hanno criminalizzata. [The New York Times]

Le iniziative di intelligenza artificiale del Pentagono comportano decisioni difficili sulle armi autonome in grado di uccidere.

L’intelligenza artificiale impiegata dalle forze armate statunitensi ha pilotato piccoli droni di sorveglianza nelle missioni delle forze operative speciali, aiutando l’Ucraina nella sua guerra contro la Russia. Tiene traccia della forma fisica dei soldati, prevede quando gli aerei dell’Air Force necessitano di manutenzione e aiuta a tenere d’occhio i nemici. Ora, il Pentagono è intenzionato a mettere in campo migliaia di veicoli autonomi dotati d’intelligenza artificiale relativamente economici per tenere il passo con la Cina. L’ambiziosa iniziativa, soprannominata Replicator, cerca di “galvanizzare il progresso nello spostamento troppo lento dell’innovazione militare statunitense per sfruttare piattaforme piccole, intelligenti, economiche e numerose”, ha affermato in agosto a vice segretaria alla difesa Kathleen Hicks. [Associated Press]

Ultimo minuto

Leggi le ultime notizie dalle principali agenzie giornalistiche del mondo

Ultim’Ora – Notizie e idee dal mondo, trascurate o minimizzate dai media italiani di oggi.

Ultim’Ora  – IV/327 – L’esposizione agli insetticidi riduce la concentrazione di spermatozoi e la fertilità.

Tumulti a Dublino dopo un attacco al coltello.

Decine di giovani di estrema destra  hanno bruciato auto e saccheggiato negozi, gridando slogan anti-migranti, dopo che un uomo ha ferito una donna e tre bambini con un coltello fuori da una scuola elementare. 34 arresti.  [The Irish Times]

Il più grande iceberg del mondo dopo 30 anni si rimette in moto.

Dopo essere rimasto ancorato  al fondo dell’oceano per oltre 30 anni, l’iceberg più grande del mondo, chiamato A23a, è di nuovo in movimento. L’iceberg si era  staccato dalla costa antartica nel 1986, ma si incagliò rapidamente nel Mare di Weddell, diventando, praticamente, un’isola di ghiaccio. Con una superficie di quasi 4.000 chilometri quadrati  ha  una superficie più che doppia della Grande Londra. [BBC]

L’ondata di malattie respiratorie tra i bambini in Cina non ha nulla di preoccupante.

Da metà ottobre 2023, l’Organizzazione Mondiale della Sanità monitora i dati dei sistemi di sorveglianza cinesi che mostrano un aumento delle malattie respiratorie tra i bambini della Cina settentrionale. Non è stato rilevato alcun patogeno insolito o nuovo. [OMS]

L’ambasciata afghana in India chiude definitivamente.

L’ambasciata afghana in India, ha annunciato la chiusura delle sue operazioni citando la “mancanza di risorse”. L’Ambasciata ha anche rilasciato una “dichiarazione inequivocabile” affermando che alcuni consolati non sono in sintonia con gli obiettivi di un governo legittimo o eletto, ma servono ancora gli interessi di un “regime illegittimo”. [The Times of India]

La Cina annuncia l’esenzione dal visto per sei paesi, fra cui l’Italia.

La Cina consentirà l’ingresso senza visto ai viaggiatori in possesso di passaporti ordinari provenienti da Francia, Germania, Italia, Paesi Bassi, Spagna e Malesia a partire dal primo dicembre 2023 fino al 30 novembre 2024. I cittadini di questi paesi possono entrare in Cina senza visto e rimanervi per non più di 15 giorni per affari, turismo e visite familiari. [China Daily]

La Germania sospenderà il “freno al debito” e presenterà un bilancio rivisto per il 2023.

Il ministro delle finanze Christian Lindner prevede di presentare la prossima settimana un bilancio supplementare per l’anno in corso per aumentare i limiti di prestito dopo che la Corte Suprema ha cancellato 60 miliardi di euro dai piani di spesa attuali. [Deutsche Welle]

Il blocco della frontiera polacca è una vera “pugnalata alle spalle” per gli esportatori di tubi ucraini, Ukrtruboprom.

L’associazione Ukrtruboprom afferma che, se lo sciopero ai confini con l’Ucraina continua, i produttori di tubi delle regioni vicine potrebbero fermare la produzione fin da metà dicembre. [Ukrainian News]

Il mondo è in prima linea nel disastro della Cop28, afferma il capo del clima delle Nazioni Unite.

Simon Stiell afferma che i leader devono “smettere di perdere tempo” e agire senza necessariamente aspettare il vertice cruciale di Dubai. [The Guardian]

Il partito del primo ministro olandese uscente esclude una partecipazione alla coalizione proposta da Geert Wilders.

I conservatori del Partito popolare per la libertà e la democrazia (VVD) di Rutte, guidato da Dilan Yeşilgöz-Zegerius, tuttavia hanno affermato che potrebbero sostenere Wilders in alcune votazioni. [The Guardian]

L’esposizione agli insetticidi riduce la concentrazione di spermatozoi.

L’autore dello studio afferma che “dobbiamo ridurre l’esposizione per garantire che gli uomini che vogliono concepire possano farlo senza difficoltà”. [The Guardian]

L’Autorità Palestinese potrà davvero governare Gaza dopo la guerra?

Considerata autoritaria e corrotta, l’Autorità Palestinese è ancora la scelta di Washington per gestire l’enclave. Molti credono che, se riesce a controllare Hamas, potrà essere credibile. [The New York Times]

Il partito di Taiwan più duro nei confronti della Cina ha un forte vantaggio con l’avvicinarsi delle elezioni.

Le speranze della Cina per un ricambio politico a Taiwan con un governo più favorevole a Pechino, rischiano di essere deluse. Il Partito Democratico Progressista, incline all’indipendenza, sarebbe sulla buona strada per ottenere un terzo mandato senza precedenti. Ciò aumenta i timori di un’iniziativa militare cinese. [The Washington Post]

Russi e cinesi discutono un progetto di tunnel Russia-Crimea.

Secondo comunicazioni intercettate dai servizi di sicurezza ucraini, dirigenti aziendali russi e cinesi con legami governativi discutono segretamente  sui piani per costruire un tunnel sottomarino che colleghi la Russia alla Crimea nella speranza di stabilire una via di comunicazione al sicuro dagli attacchi dell’Ucraina. Questi negoziati sottolineano la determinazione della Russia a mantenere il controllo sulla Crimea, una penisola annessa illegalmente nel 2014, così come la crescente dipendenza di Mosca dalla Cina. [The Washington Post]

La Russia etichetta l’ex primo ministro Kasyanov come “agente straniero”.

Il nome dell’ex primo ministro russo e ora critico del Cremlino, Mikhail Kasyanov, è stato aggiunto al registro degli agenti stranieri. La designazione di “agente straniero” richiede che le persone e le entità presenti nell’elenco segnalino questa qualità su tutti gli articoli che pubblicano e impongono rigorosi requisiti di rendicontazione finanziaria. Kasyanov è notoriamente considerato un esperto di debito estero, avendo condotto, quand’era ministro delle finanze, negli anni ’90, i negoziati per ristrutturare gli ingenti debiti commerciali dell’era sovietica, riuscendo a spuntare grossi sconti oltre a guadagnarsi la reputazione di negoziatore gentile ma tenace. [Reuters]

Gruppi paramilitari uccidono almeno 14 persone in un’incursione notturna in Congo.

Presunti militanti islamici hanno ucciso almeno 14 persone in un attacco contro un villaggio nella parte orientale della Repubblica Democratica del Congo. Si ritiene che gli aggressori siano ribelli delle Forze democratiche alleate (ADF), un gruppo armato ugandese con sede nel Congo orientale che ha giurato fedeltà allo Stato islamico e spesso fa irruzione nei villaggi, a volte con machete e accette. [Reuters]

Ultimo minuto

Leggi le ultime notizie dalle principali agenzie giornalistiche del mondo

Ultim’Ora – Notizie e idee dal mondo, trascurate o minimizzate dai media italiani di oggi.

Ultim’Ora  – IV/326 – Un voto dell’ONU mette in dubbio l’autorità fiscale globale dell’OCSE.

Israele subisce il più grande attacco da parte del Libano dall’inizio della guerra di Gaza.

50 proiettili sono stati lanciati dal Libano contro le città dell’Alta Galilea, nell’estremo nord del paese. [Anadolu]

Il figlio del capo parlamentare di Hezbollah ucciso in un attacco israeliano.

La morte del giovane potrebbe segnare un grave crescendo nel conflitto tra Israele e Hezbollah in Libano nel contesto della guerra di Gaza. [Al Monitor]

Il direttore medico dell’ospedale di Gaza Al-Shifa arrestato dalle forze israeliane.

Il direttore della struttura e diversi altri membri del personale medico sono stati arrestati dalle forze israeliane, perché ritenuti complici dei  combattenti di Hamas che avrebbero utilizzato i sotterranei dell’ospedale come loro quartier generale . [Arab News]

La polizia tedesca ha fatto irruzione in un centro legato all’Iran, per sospetto sostegno finanziario ad Hezbollah.

La polizia ha perquisito oltre 50 proprietà in sette diversi land, collegate al Centro islamico di Amburgo, che ha forti legami con l’Iran e le cui attività sono sospettate di violare l’ordine costituzionale tedesco. [Y net]

Liberazione dei primi ostaggi di Hamas: scelte laceranti  e una profonda sfiducia hanno segnato la conclusione delle trattative di Doha.

L’accordo tra Israele e Hamas ha richiesto negoziati dolorosi, ma, se avrà successo, potrebbe portare al rilascio di ulteriori ostaggi e al prolungamento del cessate il fuoco. [The New York Times]

L’India deve rispondere d’un altro complotto sospetto, questa volta  in territorio statunitense.

Gli Stati Uniti, pur non accusando pubblicamente Nuova Delhi di aver tentato di organizzare un omicidio sul suolo americano, hanno espresso preoccupazione ai funzionari indiani. Gli Stati Uniti avrebbero sventato un complotto per uccidere il leader separatista sikh Gurpatwant Singh Pannun sul suolo americano. [The New York Times]

L’IA ora è in mano ai suoi finanziatori.

La battaglia per OpenAI riguardava, almeno in parte, la contrapposizione tra due diverse visioni dell’intelligenza artificiale. Ha vinto quella legata ai finanziatori. Almeno inizialmente, il nuovo consiglio di amministrazione di OpenAI sarà composto da tre persone: Adam D’Angelo, amministratore delegato di Quora, Lawrence H. Summers, ex segretario al tesoro statunitense, e Bret Taylor, ex dirigente di Facebook e Salesforce . [The New York Times]

OpenAI “sta lavorando ad un modello avanzato così potente da allarmare il personale”.

Il nuovo modello Q* (leggi: Q-star) alimenta timori sulla sicurezza, e un gruppo di dipendenti aveva espresso preoccupazioni al consiglio ancor prima del licenziamento di Sam Altman. [The Guardian]

Re Carlo trae segretamente profitto dai beni dei cittadini morti.

Le attività finanziarie note come bona vacantia, possedute da persone morte senza testamento o parenti prossimi conosciuti, vengono devolute in favore del ducato. Negli ultimi 10 anni, il duca di Lancaster, ovvero Carlo III, ha beneficiato di fondi per circa 70 milioni di euro. Da tempo si sostiene che, al netto dei costi, i ricavi dei bona vacantia debbano essere donati in beneficenza. [The Guardian]

Una banca ombra cinese ammette un deficit di 42 miliardi di euro.

Zhongzhi, un gestore patrimoniale con legami con il problematico mercato immobiliare cinese, confessa di essere “gravemente insolvente”. [Financial Times]

La grande disillusione algerina nel Sahel.

La conquista di Kidal, una città del Mali nel nord, da parte dei paramilitari russi di Wagner è il colpo finale agli accordi di Algeri del 2015 che da tempo servivano alla strategia di influenza dell’Algeria nella regione. [Le Monde]

Il Burkina Faso avvia la costruzione della sua prima raffineria d’oro.

La fabbrica avrà una capacità produttiva annua di 150 tonnellate di oro puro al 99,99%, ovvero circa 400 kg al giorno. La sua entrata in servizio è prevista tra undici mesi. [Le Monde]

Migliaia di lavoratori agricoli e edili dello Sri Lanka sono pronti a partire per Israele nonostante la guerra.

Lo Sri Lanka, alla disperata ricerca di dollari e rimesse, prevede di inviare circa 20.000 lavoratori in Israele a partire dall’inizio del prossimo mese per lavorare nei settori agricolo ed edilizio. [Dawn]

Un progetto della provincia cinese del Guangdong mira a cancellare il confine digitale con Hong Kong e Macao, espandendo la cerchia del “tutto entro un’ora di distanza”.

Il piano promette di rendere più semplice la prenotazione dei biglietti, la registrazione delle imprese, lo sdoganamento aeroportuale e persino l’ottenimento dei pagamenti dell’assistenza sociale. [In pratica sarebbe un’annessione occulta. NdR]. [South China Morning Post]

Il vino rosso ti fa venire il mal di testa? Acquista una bottiglia più economica.

In passato la colpa veniva data ai tannini, ai solfiti e all’istamina. Ora, dopo aver testato circa una dozzina di composti presenti nel vino rosso, i risultati di un gruppo di ricercatori indicano un altro colpevole: la quercetina, un composto presente nelle bucce dell’uva. Uno studio pubblicato sulla rivista Scientific Reports afferma che la quantità di quercetina presente nel vino è direttamente correlata all’esposizione al sole dell’uva. [The Washington Post]

Daniel Noboa presta giuramento come presidente dell’Ecuador.

Daniel Noboa, un politico alle prime armi, erede di una fortuna costruita sul commercio delle banane, ha prestato giuramento come presidente dell’Ecuador, un ruolo che i cittadini chiedono venga utilizzato per ripristinare la sicurezza pubblica oggi in mano ai cartelli della droga e altre organizzazioni criminali. Il mandato di Noboa durerà solo fino a maggio 2025, ovvero ciò che resta del mandato dell’ex presidente Guillermo Lasso. Questi ha abbreviato il suo mandato quando ha sciolto l’Assemblea nazionale a maggio mentre i parlamentari preparavano una procedura di destituzione. [El Universo, Ecuador]

L’UE invia rinforzi in Finlandia per paura che dietro l’afflusso di migranti ci sia una strategia precisa della Russia.

L’agenzia di frontiera dell’Unione Europea invierà dozzine di agenti e attrezzature in Finlandia per aiutare a sorvegliare i suoi confini. Più di 800 migranti senza visti e documenti adeguati sono arrivati in Finlandia a partire da agosto, di cui più di 700 nel solo mese di novembre, rispetto alle poche dozzine di settembre e ottobre. [Associated Press]

Il grande vincitore delle elezioni olandesi Geert Wilders reclama la presidenza del consiglio, ma prima dovrà scendere a compromessi.

Geert Wilders, il populista di estrema destra che ha vinto le elezioni olandesi, dovrà smorzare le sue idee come la messa al bando del Corano, l’uscita dall’Unione Europea e il blocco di tutti gli aiuti esteri se vuole riuscire a formare un governo di coalizione. Per aggiungere la maggioranza necessaria di 76 seggi, ha bisogno del sostegno di almeno altri due partiti moderati: il conservatore Partito popolare per la libertà e la democrazia (VVD) del primo ministro uscente Mark Rutte, e il centrista Nuovo Contratto Sociale di Pieter Omtzigt, entrambi largamente filo-europei. [Reuters]

Un voto dell’ONU mette in dubbio l’autorità fiscale globale dell’OCSE.

Il primato dell’Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico nel coordinamento fiscale globale è minacciato dal voto maggioritario dei membri delle Nazioni Unite in favore di una proposta dei paesi africani per trasferire la cooperazione fiscale internazionale all’interno delle Nazioni Unite. Molti paesi in via di sviluppo lamentano da anni di non essere in grado di influenzare le discussioni sulla cooperazione fiscale globale in seno all’OCSE, dove vengono generalmente definite le regole per la tassazione transfrontaliera. [Reuters]

L’inviato ONU per la Libia spinge per un incontro sulle elezioni.

L’inviato delle Nazioni Unite in Libia ha chiesto ai principali esponenti del potere del paese di designare rappresentanti per un incontro volto a raggiungere una soluzione elettorale, in vista d’una elezione nazionale. Portare le fazioni rivali della Libia a tenere elezioni è da anni l’obiettivo principale della diplomazia, ma ci sono stati pochi progressi dopo il cessate il fuoco del 2020 che ha messo in pausa la maggior parte delle principali guerre tra le varie fazioni. [Reuters]

Ultimo minuto

Leggi le ultime notizie dalle principali agenzie giornalistiche del mondo

Ultim’Ora – Notizie e idee dal mondo, trascurate o minimizzate dai media italiani di oggi.

Ultim’Ora  – IV/325 – In Russia gruppi di mogli dei soldati protestano contro la “mobilitazione infinita”.

Accordo sugli ostaggi Israele-Hamas: il capo del Mossad riceverà i nomi degli ostaggi liberati in Qatar.

Hamas tiene la mano sul grilletto e farà i nomi dei 10 ostaggi che verranno rilasciati giovedì. Hezbollah sostiene che il cessate il fuoco debba valere anche per il sud del Libano. [The Jerusalem Post]

Il nuovo satellite spia della Corea del Nord renderà più sicura la regione?

La corsa allo spazio coreana ha grandi implicazioni per la sicurezza della penisola. [The Economist]

Modi ospita un incontro video tra i leader del G20, ma Xi e Biden si fanno rappresentare.

Mercoledì il primo ministro indiano Narendra Modi ha ospitato un incontro virtuale dei leader del Gruppo dei 20. Pechino è stata rappresentata dal primo ministro Li Qiang; Biden dalla sottosegretaria Yellen. [Bloomberg]

Putin: dobbiamo pensare a come fermare la “tragedia” in Ucraina.

Intervenendo all’incontro virtuale del G20, il presidente russo Vladimir Putin afferma che è necessario trovare una soluzione a quella che per la prima volta chiama guerra e non più “operazione speciale”. [The Times of India]

La Russia “denuncia”  la crisi al confine artico con la Finlandia.

La Russia dichiara che è in corso un’emergenza umanitaria in uno dei suoi posti di blocco al confine artico con la Finlandia, dove centinaia di migranti sono bloccati a temperature gelide. La Finlandia sta valutando la possibilità di chiudere alcuni dei quattro valichi rimanenti alla frontiera con la Russia o addirittura l’intero confine se il flusso di richiedenti asilo dal paese vicino continua. [The Moscow Times]

Il rinnovato gruppo Wagner russo si prepara a fornire difesa aerea a “Hezbollah o Iran”, dice la Casa Bianca.

Il gruppo mercenario russo Wagner si preparerebbe a rafforzare le difese aeree del movimento Hezbollah libanese o del regime di Teheran. [Arab News]

La Cina avrebbe demolito numerose moschee nelle sue province settentrionali.

Le immagini satellitari di Humans Rights Watch sembrano mostrare ingenti danni agli edifici religiosi islamici di quelle regioni. [The Telegraph]

Politica del cricket: Modi si crogiola nel successo indiano alla Coppa del Mondo.

Mentre il primo ministro Narendra Modi esulta per il successo del cricket indiano, i commentatori notano che sta anche cercando di trarre vantaggio da questo sport così popolare per aumentare il suo seguito in vista delle elezioni del prossimo anno. [rfi]

Changpeng Zhao: un altro re delle criptovalute detronizzato dai tribunali americani.

Alcune settimane dopo il processo Bankman-Fried, il miliardario fondatore del più grande centro di scambio di cripto valute, multato per 50 milioni di dollari, si dimette dall’impresa che ha fondato. [CNN]

Aumentano le speranze di una cura per il prurito dell’eczema, grazie a uno studio dei batteri della pelle.

Ricercatori affermano di aver scoperto un tipo comune di batteri che può scatenare l’irritazione. [Cell]

Il Pakistan sotto accusa per la “scioccante” tassa di uscita di 830 dollari imposta ai rifugiati fuggiti dai talebani.

Gli afghani in attesa di essere accolti nel Regno Unito e in altri paesi occidentali devono subire un duro salasso dopo la decisione “senza precedenti” del governo pakistano. Gli Stati Uniti prevedono di accogliere quasi 25.000 afghani; il Regno Unito ne accoglierà 20.000. [The Guardian]

Occorre vietare i jet privati per affrontare la crisi climatica, afferma Thomas Piketty.

L’economista francese afferma che la disuguaglianza di classe deve essere al centro della risposta climatica e chiede tasse progressive sul carbonio. [The Guardian]

Lo spettro della fame aleggia sul Ciad mentre i finanziamenti per gli aiuti alimentari rallentano.

Il Programma alimentare mondiale avverte che smetterà di fornire prodotti alimentari  a 1,4 milioni di persone, compresi i rifugiati del Darfur, mentre aumenta la domanda globale di assistenza. [The Guardian]

In Russia gruppi di mogli dei soldati protestano contro la “mobilitazione infinita”.

Madri e mogli rompono il silenzio per chiedere il ritorno dei loro cari mandati a combattere in Ucraina fin dal settembre 2022. Una richiesta non all’ordine del giorno del Cremlino. [Radio Free Europe/Radio Liberty]

Nel Regno Unito preoccupa il ritorno in campo del lobbista David Cameron.

La nomina a ministro degli esteri dell’ex primo ministro, nominato lord il 20 novembre, è mal digerita perché sul suo curriculum grava la sua recente carriera di lobbista, in particolare per la Cina. [Le Monde]

Il Parlamento europeo grazia la confezione di legno del Camembert.

Votando per escludere le casse di legno da una proposta di regolamento sugli imballaggi, Bruxelles vuole dimostrare  il suo desiderio di “allentare le tensioni” attorno alla nuova legislazione sugli imballaggi. [Le Monde]

In Francia, una campagna pubblicitaria che promuove la sobrietà irrita i commercianti.

Alla vigilia dell’inizio delle operazioni promozionali del “Black Friday” e del periodo degli regali di Natale, l’Alleanza del Commercio chiede il ritiro degli spot pubblicitari realizzati su iniziativa dell’Ademe (Agenzia francese per l’ambiente e la gestione dell’energia) che incoraggia i francesi a consumare meno. [Le Monde]

Un razzo cinese ha colpito la Luna con un carico segreto, lasciando un cratere “molto insolito”.

I ricercatori ritengono che la “spazzatura spaziale” che si è schiantata sulla superficie lunare l’anno scorso proveniva dal razzo Lunga Marcia utilizzato nella missione di prova cinese del Chang’e-5 del 2014. Secondo uno studio, l’impatto ha faperto due crateri, suggerendo che il razzo trasportasse dispositivi o strumenti “non divulgati”. [South China Morning Post]

Cosa è successo nel piccolo mondo dell’intelligenza artificiale?

La brusca espulsione di Sam Altman da OpenAI ha evidenziato profonde divisioni nel settore dell’intelligenza artificiale, ma si conclude col suo ritorno a sorpresa nell’impresa da lui fondata pochi giorni dopo. [The New York Times]

La Corea del Sud elimina la zona interdetta al volo vicino al confine con la Corea del Nord.

Il giorno dopo che Pyongyang ha messo in orbita il suo primo satellite spia militare, Seoul annuncia che non rispetterà più il divieto sui voli di sorveglianza. [The New York Times]

La crescente impronta globale del programma spaziale cinese preoccupa il Pentagono.

Mentre i suoi satelliti affollano i cieli, la Cina ha costruito stazioni di terra in più di una dozzina di paesi; le ultime due sono in costruzione in Antartide. [The Washington Post]

Il capo dell’AIEA afferma che l’esclusione di diversi ispettori nucleari da parte dell’Iran è un “serio colpo” al monitoraggio.

Il capo dell’Agenzia internazionale per l’energia atomica afferma che la decisione dell’Iran dello scorso mese di settembre impedisce a diversi ispettori esperti delle Nazioni Unite di monitorare il programma nucleare del paese. [Associated Press]

I leader di Visegard non sono d’accordo sui finanziamenti militari all’Ucraina ma concordano su altri tipi di aiuti.

I presidenti di quattro paesi dell’Europa centrale hanno trovato un terreno comune sull’Ucraina, nonostante le opinioni divergenti dei loro governi sul sostegno militare alla lotta contro l’invasione russa. La Repubblica Ceca, la Polonia, l’Ungheria e la Slovacchia, tutti e quattro i membri post-comunisti dell’Unione Europea e della NATO, formano un collettivo informale noto come Gruppo di Visegrad.  Al loro incontro annuale, il presidente ceco Petr Pavel, che li ospitava, ha sottolineato che i leader non avevano opinioni nettamente diverse sulla guerra, affermando che “siamo tutti d’accordo sul fatto che è nel nostro immediato interesse che l’Ucraina abbia successo”. [Associated Press]

I principali esponenti della chiesa evangelica dell’Iowa si schierano con DeSantis, contro Trump,  alle primarie presidenziali dello stato.

Il governatore della Florida Ron DeSantis raccoglie il sostegno dell’esponente evangelico dell’Iowa, Bob Vander Plaats, un aiuto necessario per una campagna presidenziale che ancora fatica a trovare slancio in vista delle primarie repubblicane del prossimo anno. Ma con l’ex presidente Donald Trump grande favorito per la nomina, la vittoria nell’Iowa, potrebbe non fare una differenza significativa. [Reuters]

Elezioni olandesi: il partito di estrema destra di Wilders si afferma come primo partito.

Il populista olandese di estrema destra antieuropeo  Geert Wilders, che ha promesso di bloccare l’immigrazione verso i Paesi Bassi, è in chiaro vantaggio. Secondo le rilevazioni all’uscita dai seggi, il Partito della Libertà (PVV) di Wilders conquisterebbe 35 seggi su 150, 10 seggi davanti alla coalizione di sinistra laburisti/verde di Frans Timmermans. [Reuters]

Ultimo minuto

Leggi le ultime notizie dalle principali agenzie giornalistiche del mondo

Ultim’Ora – Notizie e idee dal mondo, trascurate o minimizzate dai media italiani di oggi.

Ultim’Ora  – IV/324 – Il parlamento europeo  inserisce il nucleare tra le “tecnologie verdi”.

Crisi migratoria al confine russo-finlandese: i servizi segreti russi (FSB) organizzano il trasporto dei migranti fino al confine, sostiene un motel a Kandalaksha che li ospita.

Parallelamente alla guerra con l’Ucraina, Mosca sta conducendo un’altra guerra occulta con la Finlandia. Le armi usate, in questo caso sono i migranti.  [The Barents Observer]

L’accordo tra Francia, Germania e Italia minaccia di far fallire la legge sull’intelligenza artificiale dell’UE.

Mentre i grandi paesi cercano di imprimere il proprio marchio, la legge europea sull’IA rischia di arenarsi.

La crisi di bilancio tedesca si aggrava con il congelamento delle nuove spese.

Il ministero delle finanze tedesco ha imposto un congelamento della spesa a tutti i ministeri federali, aggravando la crisi di bilancio che ha scosso la coalizione di governo dopo la sentenza bomba della massima corte del paese. [Bloomberg]

La Corea del Nord lancia in orbita il suo primo satellite spia.

Il razzo che trasportava un satellite spia militare della Corea del Nord è passato sopra la prefettura di Okinawa nel Pacifico, spingendo il Giappone a emettere un breve invito ai cittadini della prefettura meridionale a mettersi al sicuro. [The Japan Times]

I rifugiati Rohingya arrivano ad Aceh, in Indonesia: i dinieghi di sbarco destano preoccupazione.

Dopo giorni di mare, quasi 1.000 musulmani rohingya provenienti dal Myanmar hanno raggiunto in barca la provincia indonesiana di Aceh negli ultimi sei giorni. [The Times of India]

Stupratori e sequestratori prendono sempre più di mira i migranti che attraversano la regione del  Darién Gap, al confine tra Colombia e Panama.

Mentre un numero record di persone intraprende il pericoloso viaggio tra la Colombia e Panama, Medici Senza Frontiere registra l’aumento delle violenze sessuali, anche su bambini. [The Guardian]

Il parlamento europeo  inserisce il nucleare tra le “tecnologie verdi”.

Il Parlamento di Strasburgo ha votato a favore dell’inclusione del nucleare tra le tecnologie verdi da sostenere, per garantire la competitività e la sovranità dell’Europa nei confronti di Cina e Stati Uniti. Il testo, che stila un elenco di tecnologie a “zero” emissioni di gas serra, rispecchia la  posizione degli eurodeputati su un progetto di regolamento volto a difendere la produzione di questi settori. L’obiettivo è ridurre entro il 2030 di consentire a questi settore di produrre il 40% del fabbisogno dell’Ue. [Le Monde]

Uno “stile di vita onorevole” è la condizione per restare in Svezia.

La coalizione di governo composta da destra e estrema destra ha annunciato martedì l’intenzione di espellere i cittadini stranieri che non rispettano “i valori fondamentali” del regno. [Le Monde]

Negli Stati Uniti i taxi a guida autonoma sono stati sospesi.

A seguito di un incidente a San Francisco, Cruise, la filiale autonoma della General Motors, ha sospeso le sue auto senza conducente. [Le Monde]

L’UE attacca la plastica cinese con l’obiettivo di contrastare le pratiche commerciali “sleali”.

Verranno imposti dazi antidumping fino al 24,2% sulle materie prime utilizzate per produrre bottiglie di plastica a seguito delle denunce delle aziende europee che le ritengono al disotto degli standard. [South China Morning Post]

Mentre il caos OpenAI aumenta, continuano le trattative per riportare Sam Altman alla guida dell’azienda.

Il passaggio a Microsoft dell’AD drammaticamente estromesso non è ancora finalizzato, prolungando la febbre di alcuni consigli di amministrazione della Silicon Valley. [The Washington Post]

Gli ucraini fuggiti verso Israele si ritrovano ancora in mezzo a un’altra guerra.

Da quando la Russia ha invaso l’Ucraina nel febbraio 2022, più di 45.000 ucraini hanno cercato rifugio in Israele. Ora stanno rivivendo lo stesso trauma. Alcuni hanno lasciato Israele. Molti restano, rifiutandosi di fuggire nuovamente. [Associated Press]

Papua Nuova Guinea in allerta dopo l’eruzione del vulcano Ulawun.

L’eruzione del Monte Ulawun continua a eruttare  fumo e cenere nell’atmosfera e potrebbe continuare per un lungo periodo. [Deutsche Welle]

Un tribunale pakistano dichiara illegale il processo svolto in un carcere contro l’ex primo ministro Imran Khan.

L’ex primo ministro Imran Khan era accusato di aver divulgato segreti di stato. Il tribunale speciale ha condotto il processo in una prigione per problemi di sicurezza. [Hindustan Times]

La Polonia riceverà più di 5 miliardi di euro in fondi UE per la ripresa.

La Commissione Europea ha dato il via libera al programma REPowerEU. La Polonia, pertanto, riceverà quasi 5,1 miliardi di euro. La prima metà potrebbe essere versata  a gennaio. [Gazeta Wyborcza]

Il governo israeliano approva l’accordo per la liberazione di circa 50 ostaggi israeliani e quattro  giorni di cessate il fuoco.

L’accordo prevede ulteriori rilasci successivi. Dei prigionieri palestinesi saranno liberati, ma non coloro che sono stati condannati per assassinio. L’accordo include l’accesso della Croce Rossa ai rapiti a Gaza.  [The Times of Israel]

Ultimo minuto

Leggi le ultime notizie dalle principali agenzie giornalistiche del mondo

Ultim’Ora – Notizie e idee dal mondo, trascurate o minimizzate dai media italiani di oggi.

Ultim’Ora  – IV/323 – La Terra supera i due gradi di riscaldamento medio nel giorno più caldo mai registrato.

I ribelli ormai controllano quasi il 50% del Myanmar. La giunta dice che la nazione è sull’orlo dello smembramento.

L’esercito del Myanmar, noto come Tatmadaw, si trova ad affrontare la più grande minaccia da quando ha preso il potere due anni e mezzo fa. [The EurAsian Times]

La Corea del Sud minaccia una risposta “necessaria” se il Nord lancia l’annunciato satellite spia.

Lunedì l’esercito sudcoreano ha intimato al Nord di interrompere “immediatamente” i preparativi per il lancio di un altro satellite spia militare, avvertendo di una risposta “necessaria” non specificata se Pyongyang dovesse persistere con il lancio. [Korea JoongAng Daily]

Alla ricerca d’un altro messia, l’Argentina elegge presidente l’utrapopulista libertario Javier  Milei col 55,69%  dei voti.

Nel suo primo intervento pubblico Milei conferma parte del suo annunciato gabinetto, ribadisce che privatizzerà la compagnia petrolifera nazionale YPF e i media pubblici, e fissa una data per la “dollarizzazione” della moneta. [Clarín]

Sánchez presenta un governo “femminista e di continuità economica”.

Pedro Sánchez manterrà i 22 ministeri e darà maggior peso nel suo esecutivo a María Jesús Montero e Félix Bolaños. Tra le novità, l’ex sindaco di Valladolid e deputato del PSOE, Óscar Puente, che subentra ai trasporti ed Elma Saiz come ministra della previdenza sociale; l’ex presidente delle Isole Canarie Ángel Víctor Torres diventa il nuovo ministro delle politiche territoriali e della memoria democratica mentre l’ex sindaco di Barcellona Jordi Hereu sarà il nuovo capo dell’Industria. [Expansión ]

Il gas europeo aumenta mentre, con le previsioni di un inverno rigido, aumentano i rischi di guerra.

Le temperature nel nord-ovest dovrebbero abbassarsi drasticamente  verso la fine del mese, mentre il sequestro di navi nel Mar Rosso evidenzia la minaccia per la navigazione in Medio Oriente e il rischio di allargamento del confllitto. [Bloomberg]

Crollo del tunnel di Uttarkashi: i soccorritori inseriscono un tubo largo 15 centimetri di diametro, mentre si valuta un terzo tunnel verticale.

Il nuovo tubo  consentirà di inviare prodotti alimentari e medicine ai 41 lavoratori intrappolati. [The Hindu]

La Terra supera i due gradi di riscaldamento medio nel giorno più caldo mai registrato.

Secondo dati provvisori, il 17 novembre la temperatura superficiale media globale è stata di oltre due gradi più alta rispetto ai livelli preindustriali per la prima volta da quando sono iniziate le misurazioni. [New Scientist]

Dopo sette mesi di guerra, il Sudan rischia il collasso.

Sette mesi di guerra tra generali rivali in Sudan hanno provocato migliaia di morti, milioni di sfollati e il rischio di disintegrazione del paese, che da prima dello scoppio delle ostilità si trovava in uno stato di estrema fragilità. [Africanews]

32 persone uccise durante gli attacchi segnalati in una regione contesa tra i due Sudan.

I pesanti combattimenti in una regione rivendicata dal Sudan e dal Sud Sudan hanno ucciso almeno 32 persone, tra cui un membro del contingente di pace delle Nazioni Unite. I civili e un soldato ghanese in servizio nelle forze di pace sono morti quando uomini armati sconosciuti hanno attaccato due villaggi nella parte meridionale della regione amministrativa di Abyei. [ABC]

Zelenskyj sostituisce il comandante delle forze mediche ucraine, non giudicato all’altezza del compito.

Commentando la decisione, il ministro della difesa ha scritto: “Era l’ora di risolvere i problemi del supporto medico per i nostri soldati”. [Kiyv Post]

Un adolescente ucraino rapito da Mariupol è tornato a casa.

Il Cremlino è accusato di aver trasferito illegalmente migliaia di minori ucraini in Russia e la Corte penale internazionale (CPI) ha emesso un mandato di arresto nei confronti del presidente Vladimir Putin per le presunte deportazioni. Il ritorno di Bohdan Yermokhin, che ha appena compiuto 18 anni,  è stato mediato dal Qatar e dall’UNICEF. [The Moscow Times]

Ursula von der Leyen “imperturbabile” dopo essere stata presa di mira dall’ultima campagna pubblicitaria  lanciata da Viktor Orbán.

Ursula von der Leyen è il bersaglio di una nuova campagna lanciata da Viktor Orbán in vista di una consultazione nazionale che lancia gravi accuse contro l’agenda politica dell’Unione europea. I cartelloni pubblicitari, affissi nelle strade di tutta l’Ungheria, con un evidente fotomontaggio raffigurano la presidente della Commissione europea in piedi accanto ad Alexander Soros, figlio 38enne del miliardario George Soros e attuale presidente della Open Society Foundations (OSF). Il testo a caratteri cubitali che recita: “Noi non balliamo al rito della loro musica!” [euronews]

Secondo un rapporto di Oxfam, l’1% più ricco del mondo produce più emissioni di carbonio rispetto al 66% più povero.

Le “élite inquinatrici” stanno saccheggiando il pianeta fino al punto di distruggerlo, afferma Oxfam in uno studio approfondito sulla disuguaglianza climatica. [The Guardian]

Quinta forza: la Cina sta aggiungendo un “comando dello spazio  vicino” ipersonico alle sue forze armate?

Ritenuta la prima al mondo, la nuova divisione fa capo agli alti livelli dell’Esercito Popolare di Liberazione. I ricercatori affermano che la zona fortemente contesa ai margini dello spazio potrebbe determinare l’esito delle guerre  future. [South China Morning Post]

Pagare forti penali per lasciare il lavoro? Lo sostengono alcuni datori di lavoro.

Alcune aziende statunitensi obbligano i propri dipendenti strategici a firmare contratti che comportano forti “penali” se se ne vanno. [The New York Times]

Il futuro di OpenAI precipita nel caos mentre numerosi dipendenti minacciano di passare a Microsoft.

Dopo che il consiglio di OpenAI ha respinto l’invito dei suoi principali finanziatori di reintegrare Sam Altman nella carica di AD, Microsoft ha assunto lo stesso Altman e il co-fondatore di OpenAI ed ex presidente Greg Brockman per guidare un nuovo gruppo di ricerca sull’intelligenza artificiale avanzata. Centinaia di dipendenti OpenAI hanno minacciano di passare a Microsoft per sostenere il deposto Altman. Il leader di Twitch, Emmett Shear, principale critico di Altman, assume la carica di amministratore delegato ad interim di OpenAI. [The Washington Post]

Messico: i conservatori cristiani transumano verso l’ex star della telenovela in corsa per le presidenziali.

Il giorno dopo che la Corte Suprema del Messico ha depenalizzato l’aborto, l’attivista di destra e produttore cinematografico Eduardo Verástegui si è registrato come candidato indipendente per la campagna presidenziale del 2024. Il guaio, per lui, è che ad ora gli manca il 93,8% delle firme necessarie perché la sua candidatura venga omologata dalle autorità elettorali. [MiIenio]

I candidati dell’opposizione congolese si ritirano per sostenere il miliardario Katumbi.

Altri due candidati dell’opposizione per le elezioni presidenziali della Repubblica Democratica del Congo del prossimo mese si ritirano in favore di  Moise Katumbi, ebreo, 58 anni, imprenditore milionario con interessi nel settore agricolo, minerario e logistico  ed ex governatore della regione ricca di rame del Katanga. [Reuters]

Ultimo minuto

Leggi le ultime notizie dalle principali agenzie giornalistiche del mondo

Ultim’Ora – Notizie e idee dal mondo, trascurate o minimizzate dai media italiani di oggi.

Ultim’Ora  – IV/322 – Legge europea sull’Intelligenza Artificiale: Germania, Francia e Italia raggiungono un accordo.

La milizia houthi sostenuta dall’Iran sequestra una nave mercantile ritenuta  israeliana.

Secondo un sito di monitoraggio navale, la nave è stata attaccata sabato nel Mar Rosso, mentre navigava sotto bandiera delle Bahamas. In passato, le navi di proprietà israeliana venivano attaccate da entità iraniane anche sen non battevano bandiera israeliana. Secondo Netanyahu, tuttavia,  la nave sequestrata sarebbe un mercantile di proprietà britannica gestito da giapponesi. [Israel Hayom]

Gli Stati Uniti negheranno il vistod’ingresso  agli “estremisti” israeliani che attaccano i palestinesi in Cisgiordania.

La decisione, annunciata dallo stesso presidente Biden, è la misura punitiva più significativa adottata dalla sua amministrazione nei confronti di Israele. [Haaretz]

Israele ha raccolto prestiti per sei miliardi di dollari per finanziare la guerra contro Hamas.

Le emissioni obbligazionarie di Israele per finanziare la guerra non sono considerate favorevolmente da tutti gli operatori del settore. [Financial Times]

Quasi 3.000 camion sono in coda al confine tra Ucraina e Polonia.

All’inizio di questo mese, i camionisti polacchi hanno bloccato le strade verso tre valichi di frontiera con l’Ucraina per protestare contro quella che definiscono inerzia del governo per la perdita di affari a favore dei concorrenti stranieri dopo l’invasione dell’Ucraina da parte della Russia nel febbraio 2022. [Ukrainska Pravda]

Putin parteciperà al vertice virtuale del G20.

Vladimir Putin prenderà parte al vertice virtuale del G20. Lo ha reso noto il programma televisivo russo Vesti. Il presidente russo  non ha partecipato agli ultimi due incontri del G20, in India a settembre e in Indonesia lo scorso anno. [The Moscow Times]

Legge europea sull’Intelligenza Artificiale: Germania, Francia e Italia raggiungono un accordo.

I tre governi sostengono impegni volontari, ma vincolanti per i piccoli e grandi fornitori di IA nell’Unione Europea che li sottoscrivono. I disaccordi tra i principali Stati membri dell’UE, tra cui la Francia, su come dovrebbe essere regolamentata l’intelligenza artificiale avevano minacciato di far naufragare la proposta di legge. [Euronews.]

Elezioni in Olanda: Pieter Omtzigt, il candidato favorito che non vuole vincere.

Estraneo al clan della politica e fondatore d’un nuovo partito, è in cima ai sondaggi, ma è pronto a sostenere un altro come primo ministro. La prossima settimana i Paesi Bassi andranno alle urne per le elezioni che decideranno il nuovo primo ministro. C’è solo un problema: l’uomo in testa ai sondaggi non sembra molto entusiasta di vincere. [Politico]

Gli investitori di OpenAI chiedono a Sam Altman di tornare a guidare l’azienda dopo il licenziamento improvviso di venerdì.

Il co-fondatore della società di intelligenza artificiale che ha creato ChatGPT è stato estromesso venerdì. La sua partenza è stata seguita dalle dimissioni di Greg Brockman, presidente di OpenAI, e di tre ricercatori senior: Jakub Pachocki, Aleksander Mądry e Szymon Sidor. Altman ora sta valutando il  ritorno, ma con un diverso consiglio di amministrazione e una nuova struttura di governo, mentre vaglia l’ipotesi di avviare una nuova società. [The Wall Street Journal.]

Crisi elettorale in Madagascar: gli osservatori internazionali invitano al dialogo.

Il presidente uscente Andry Rajoelina dovrebbe essere rieletto al primo turno dopo un voto boicottato dall’opposizione e caratterizzato dalla scarsa affluenza alle urne.  [Le Monde]

La guerra invisibile in Ucraina combattuta sull’etere.

In Ucraina infuria una battaglia nel regno invisibile delle onde elettromagnetiche, con segnali radio utilizzati per devastare i collegamenti con droni e truppe, localizzare obiettivi e ingannare le armi teleguidate.  Conosciuta come guerra elettronica, questa tattica si è trasformata in un gioco del gatto e del topo tra Russia e Ucraina, determinando silenziosamente gli avanzamenti o le perdite dell’una e dell’altra. Negli ultimi decenni, l’uso dell’attacco e della difesa elettronica era più sbilanciato. Nella guerra in Iraq degli anni 2000, gli Stati Uniti hanno utilizzato dispositivi appositi che impedivano agli ordigni esplosivi di comunicare con i loro detonatori remoti. Più recentemente, Israele ha confuso i segnali GPS nel suo spazio aereo con sistemi di guerra elettronica per confondere potenziali attacchi di droni o missili. [The New York Times]

Dalle compagnie aeree ai venditori di biglietti, le aziende sono in lotta con l’amministrazione statunitense  per lucrare con i supplementi spazzatura.

Un esercito di potenti e danarosi lobbisti è in guerra con l’amministrazione Biden per la repressione normativa decisa dal presidente contro i rincari occulti di prezzi o tariffe  travestiti da “supplementi”. [The Washington Post]

La Corte Suprema del Bangladesh conferma la decisione di escludere il più grande partito islamico dalle elezioni.

L’alta corte del Bangladesh ha respinto un appello del più grande partito islamico del paese che cercava di ribaltare una sentenza del 2013 la quale gli impediva di partecipare alle elezioni per aver violato la disposizione costituzionale sulla laicità. Il Bangladesh terrà le prossime elezioni nazionali il 7 gennaio. [Associated Press]

La prima legge nazionale sulla depenalizzazione della droga dell’Oregon è messa alla prova della crisi del fentanil.

Tre anni fa, il 58% degli elettori dell’Oregon ha votato per la depenalizzazione del possesso di piccole quantità di eroina, cocaina e altre droghe a favore di un’enfasi su un  diverso trattamento delle dipendenze.  I sostenitori proponevano un approccio rivoluzionario per lottare la dipendenza riducendo al minimo le sanzioni  e investendo invece nel recupero. L’esplosione del consumo di droghe, alimentata dalla proliferazione del fentanil, e l’aumento dei decessi dovuti agli oppioidi costringe ad un ripensamento della norma. [Associated Press]

Ultimo minuto

Leggi le ultime notizie dalle principali agenzie giornalistiche del mondo

Ultim’Ora – Notizie e idee dal mondo, trascurate o minimizzate dai media italiani di oggi.

Ultim’Ora  – IV/321 –   Argentina: odio e paura alla vigilia del voto.

Estonia: la prima ministra Kaja Kallas rieletta a capo del Partito Riformista, ma la sua vittoria sa più di sconfitta.

All’assemblea generale del Partito riformista, in cui sono stati eletti il presidente e il consiglio direttivo, hanno partecipato 1.128 membri. Kaja Kallas, candidata unica, ha ricevuto 87% dei voti, ma nell’elezione dei consiglieri è stata superata da due candidati, mentre Mart Võrklaev, suo principale alleato, non è stato eletto. [Eesti Päevaleht]

Sedicesima manifestazione contro l’amnistia a Madrid: 170.000 seguaci del partito popolare, Vox e Ciudadenos  manifestano  scandendo lo slogan “Non a mio nome”.

Gli organizzatori hanno redatto un manifesto in cui mettono in guardia da un processo “decostituente”. [El País]

 

Sabato il Partito nazionalista cinese (KMT) e il Partito popolare di Taiwan (TPP) sono riusciti a raggiungere un accordo per presentarsi uniti, ma non su un candidato unitario per le elezioni presidenziali di gennaio a causa delle divergenze sul margine di errore di campionamento e sulla metodologia del sondaggio d’opinione che dovrebbe dirimere la questione. [Taipei Times]

È morto a 95 anni Daisaku Ikeda, presidente  onorario della comunità buddista giapponese Soka Gakkai.

Ikeda si unì alla Soka Gakkai nel 1947 e ne divenne il terzo presidente nel 1960, espandendo l’organizzazione e trasformandola in una delle più grandi organizzazioni religiose della nazione. Fu anche attivamente coinvolto in politica, fondando nel 1964 il Komeito (Partito del governo pulito), che sostiene la coalizione del Partito Liberal Democratico. Ikeda si dimise da presidente di Soka Gakkai nel 1979 e ne divenne presidente onorario, continuando a mantenere un forte potere nell’organizzazione. [The Japan News]

Una nave da guerra cinese ignora le richieste di Canberra e ferisce con potenti “impulsi”  sonar dei subacquei della marina australiana.

Pochi giorni dopo l’incontro del primo ministro Anthony Albanese con il leader cinese Xi Jinping, una nave da guerra cinese ha messo in pericolo i sommozzatori australiani che lavoravano per liberare l’elica impigliata dell’incrociatore Toowoomba. [The New Daily]

Soccorso ai minatori intrappolati nel tunnel dell’Uttarakhand: dopo sette giorni, si passa al piano C con lo scavo d’ un altro tunnel.

Gli operai sono intrappolati dietro oltre 50 metri di macerie dalle 5.30 di domenica. Una macchina ad alta capacità arrivata da Delhi non è riuscita a perforare oltre la soglia dei 22 metri. [The Indian Express]

Kenia: un morto e centinaia di sfollati a causa delle forti piogge a Mombasa.

Forti piogge seguite da improvvise inondazioni hanno sommerso le città dell’Africa orientale, lasciando centinaia di migliaia di persone senza casa. Le  inondazioni e una frana sulla linea ferroviaria tra la capitale Nairobi e Mombasa hanno costretto le ferrovie del Kenya a interrompere i servizi merci che approvvigionano Ruanda, Uganda e Sud Sudan. [The Nation]

L’esercito israeliano scopre armi in una scuola superiore di Gaza mentre i combattimenti si espandono in nuove aree.

Le truppe effettuano incursioni contro diversi obiettivi nel nord di Gaza, smantellando le infrastrutture terroristiche ed eliminando numerosi combattenti di Hamas. [Y Net]

Le forniture di munizioni all’Ucraina sono diminuite dopo la guerra tra Israele e Hamas.

Zelenskyj afferma che l’Occidente ha rallentato la consegna di nuovi proiettili di artiglieria all’Ucraina in favore di Israele, mentre il Cremlino pianifica il suo defenestramento col cosiddetto complotto “Maidan 3”. [The Kyiv Independent]

La Russia accusa il Moscow Times di essere un “agente straniero”.

La Russia ha aggiunto il quotidiano moscovita in lingua inglese –che Ultim’Ora utilizza spesso come  fonte documentata e affidabile su quanto succede in quel paese- alla sua lista degli “agenti stranieri”, come  LinkedIn, YouTube, Instagram e Telegram , insieme a numerosi altri giornalisti e attivisti. Il registro russo degli “agenti stranieri”, lanciato nel 2012 in risposta a una legislazione simile degli Stati Uniti, è stato utilizzato in modo sproporzionato per colpire giornalisti indipendenti, attivisti e ONG. L’etichetta di “agenti stranieri” impone severi requisiti di rendicontazione finanziaria e potrebbe preludere a una sua chiusura. [The Moscow Times]

Il Texas mette all’indice i libri di testo scientifici che parlano del cambiamento climatico.

Il Texas State Board of Education, controllato dai repubblicani, ha vietato dalle scuole dello stato la maggior parte dei libri di testo che includono la scienza del clima per gli studenti dell’ottavo anno. Solo cinque testi su 12 sono stati approvati. [The Texas Tribune]

I partiti olandesi cercano di ammaliare gli elettori delusi dal governo dopo una serie di scandali.

Una frode previdenziale e accuse di razzismo istituzionale sono tra le questioni che hanno portato alla crisi di fiducia prima delle elezioni generali di questa settimana. Sandra Palmen è stata la prima a denunciare uno scandalo che ha visto accusare falsamente  31.000 famiglie olandesi, spesso con doppia cittadinanza, madri sole o famiglie sono state rovinate finanziariamente perché ingiustamente costrette a restituire ogni centesimo di anni di sussidi per l’infanzia. Ma Palmen, un’importante avvocata interna dell’ufficio antifrode, che nel 2017 aveva scritto  una nota ufficiale in cui affermava che quella campagna era una montatura, è stata l’unica funzionaria dell’ufficio delle imposte ad essere stata licenziata. Ora si candida per un nuovo partito politico guidato da un sostenitore della campagna in suo favore, Pieter Omtzigt, che propugna un contratto sociale per riparare gli scandali governativi in serie dei Paesi Bassi. [The Guardian]

“Queste sono le terre bibliche che ci sono state promesse”: i coloni ebrei in Cisgiordania sperano che il conflitto di Gaza favorisca la loro causa.

Gruppi per i diritti umani affermano che i coloni, incoraggiati  dal governo di destra, stanno sfruttando la guerra tra Israele e Hamas per fare pulizia etnica dei palestinesi. [The Guardian]

Conflitto in Sudan: le parti in guerra si incolpano a vicenda per l’attacco al ponte principale.

Tra civili uccisi e segnalazioni di stupri nel bel mezzo di intensi combattimenti tra esercito e paramilitari delle Forze di intervento, rapido, le due parti si accusano a vicenda di un attacco che ha danneggiato un ponte sulla diga di Jebel Aulia a sud di Khartoum, l’ultimo pezzo di infrastruttura chiave semidistrutto dai sette mesi di guerra civile. [The Guardian]

In Ucraina preoccupa l’interminabile caccia ai “collaborazionisti”.

Nelle aree liberate dall’occupante viene praticata una giustizia sommaria. Niente distingue insegnanti, impiegati o funzionari amministrativi di basso livello dagli ucraini che si sono deliberatamente schierati con la Russia. Nel complesso, sono stati aperti oltre 7.000 processi penali per collaborazionismo. [Le Monde]

Vertice Xi-Biden: i leader concordano di rivedere lo storico patto scientifico e tecnologico.

L’accordo firmato nel 1979 è sopravvissuto a 44 anni di alti e bassi diplomatici, ma potrebbe scadere fra pochi mesi se non rinegoziato. [South China Morning Post]

Ma sta funzionando la strategia militare di Israele per sradicare Hamas?

Israele sta facendo progressi nel controllo del territorio di Gaza, ma non ha sconfitto Hamas, né liberato la maggior parte degli ostaggi. E cresce la condanna internazionale per le vittime civili. [The New York Times]

Trovate le prime prove che gruppi di scimmie sanno cooperare.

Sebbene la cooperazione tra individui all’interno di gruppi sia comune anche in altri animali, raramente è stata osservata tale cooperazione al di fuori di tali gruppi. Due ricercatori hanno osservato comportamenti cooperativi, come la cura e la condivisione del cibo, nei bonobo scoprendo che gli individui che cooperavano maggiormente all’interno del proprio gruppo avevano anche maggiori attitudine a cooperare con quelli di altri gruppi. Inoltre, tale cooperazione non era né rara né opportunistica. [The New York Times]

Argentina: odio e paura alla vigilia del voto.

Una campagna elettorale in cui l’elettore sembra chiamato a scegliere tra l’odio e la paura è arrivata alla fine. Solo una parte più politicizzata della società voterà tra due modelli antagonisti del paese. È stata una campagna con molte imboscate, con consulenti che consigliavano di mentire ai candidati che affermavano una cosa al primo turno e l’esatto contrario al secondo turno. Soprattutto, è stata una campagna che ha portato una maggioranza meno politicizzata a basare il proprio voto su due questioni emotive: votare per rabbia o votare per paura. [Página/12]

Microsoft, investitore chiave in OpenAI, è stata colta di sorpresa dal defenestramento dell’AD, Sam Altman.

Il L’AD di Microsoft, Sam Altman, lo ha appreso  solo un minuto prima che la notizia fosse resa di pubblico dominio. La CTO Mira Murati è stato nominato AD ad interim. Il giorno dopo, Greg Brockman, presidente di OpenAI e del consiglio di amministrazione, ha annunciato che avrebbe lasciato l’azienda. L’unica spiegazione fornita dall’azienda è un conflitto di visione strategica tra consiglio ed Altman che vuole rendere rapidamente popolare e commercializzare l’intelligenza artificiale generativa. [Axios]

Ultimo minuto

Leggi le ultime notizie dalle principali agenzie giornalistiche del mondo

Ultim’Ora – Notizie e idee dal mondo, trascurate o minimizzate dai media italiani di oggi.

Ultim’Ora  – IV/320 – In Turchia, una feroce battaglia tra le due massime  corti giurisdizionali minaccia lo stato di diritto.

Un terremoto di magnitudo 7.2 scuote la provincia filippina di Davao Occidental.

la scossa è avvenuta intorno alle 16 a  circa 30 chilometri a sud-ovest della provincia di Sarangani, a10 chilometri di profondità. [The Manila Times]

Alla vigilia delle elezioni il sedicente trumpiano Milei, denuncia brogli ancor prima che si aprano le urne.

Il movimento di Milei La Libertad Avanza cerca di provocare irregolarità con l’obiettivo di creare lo scenario favorevole per eventualmente impugnare il risultato delle votazioni di domenica. Hanno anche accusato la gendarmeria di aver modificato i verbali delle elezioni generali, ma senza fornire alcuna prova. [Página/12]

Tunnel di Silkyara: la perforazione è stata interrottea dopo la posa di appena 24 metri del tubo di fuga di 80 centimetri di diametro.

L’interruzione è stata determinata da “vibrazioni” rischiose. Inoltre  la macchina utilizzata per praticare il foro si è danneggiata. [The Hindu]

Un errore contabile potrebbe affossare la coalizione tedesca.

Dubbi sulla sopravvivenza dell’alleanza a tre tedesca dopo la sentenza che blocca il passaggio di 60 miliardi di euro dal fondo pandemico ad altre destinazioni. [Politico]

Erdoğan va in  Germania per discutere di Gaza e dei rapporti bilaterali.

La prima visita di Erdoğan in Germania dal 2020 arriva poco prima delle elezioni municipali nelle quali spera di riconquistare le città di Ankara e Istanbul. La prospettiva di un migliore accesso al mercato dell’Unione Europea e della liberalizzazione dei visti sarebbe un regalo per gli elettori che lamentano l’elevata inflazione e le difficoltà economiche. All’ordine del giorno dei suoi colloqui dovrebbe figurare anche la richiesta della Turchia di acquistare 40 aerei da guerra. [Daily Sabah]

La Turchia rinvia la decisione sulla candidatura della Svezia alla NATO.

L’accordo della Turchia sull’adesione della Svezia appare collegato agli sforzi di Ankara per acquisire nuovi aerei da caccia F-16 dagli Stati Uniti. Tuttavia, sia i funzionari statunitensi che quelli turchi insistono sul fatto che qualsiasi accordo del genere non può essere legato all’adesione della Svezia alla NATO. [Hürriyet]

Dopo il disgelo con Biden, Xi Jinping incontra il giapponese Kishida per migliorare i rapporti bilaterali e  porre fine al contenzioso sulle acque reflue di Fukushima.

Il leader cinese afferma che non è nell’interesse di nessuno un’economia del tipo “piccolo cortile e recinzione alta”. A margine del vertice delle economie della Cooperazione economica Asia-Pacifico, Xi ha avuto colloqui individuali anche con i leader di Messico, Perù, Fiji, Giappone e Brunei, tutti. [Nikkei Asia]

Il Pentagono non supera la sesta  verifica contabile consecutiva.

La legge federale, dall’inizio degli anni ’90, richiede verifiche obbligatorie per tutte le agenzie governative. Il Pentagono ha iniziato a sottoporsi a tali verifiche solo a partire dal 2018, peggiorando sempre più i suoi indici di valutazione. Durante l’ultima verifica, 1.600 revisori dei conti hanno esaminato i 3,8 trilioni di dollari di attività e i 4 trilioni di dollari di passività, effettuando circa 700 visite in loco. Hanno scoperto che la metà delle attività del dipartimento della difesa non può essere contabilizzata. [The Hill]

Intelligenza artificiale: il regolamento europeo rischia di essere bloccato dagli interessi nazionali.

Volendo salvaguardare gli interessi delle proprie nuove imprese del settore, la Francia, appoggiata da Germania e Italia, s’oppone alla regolamentazione dei grandi modelli d’IA se il loro utilizzo non è «a rischio». Secondo i critici, in questo modo si fa il gioco dei giganti della tecnologia. [Le Monde]

In Turchia, una feroce battaglia tra le due massime  corti giurisdizionali minaccia lo stato di diritto.

Da settimane i magistrati della Corte costituzionale e della Corte di cassazione si scontrano sull’immunità spettante a un oppositore, Can Atalay, eletto deputato mentre era dietro le sbarre. [Le Monde]

L’Europa deve liberarsi della sua dipendenza dai programmi per l’intercettazione.

Gli sforzi europei per regolamentare queste “armi digitali” rimangono timidi, perché le cancellerie vogliono continuare a utilizzarle, pur sostenendo al tempo stesso la loro non proliferazione. [Le Monde]

Morto il peggior  boss del crimine informatico del Myanmar. I familiari estradati in Cina.

Ming Xuechang e tre suoi familiari erano ricercati in Cina per frode e sequestro  di persona, tra gli altri reati. Ming, che fra l’altro era stato parlamentare regionale dello stato Shan per la regione di Kokang, “si è sparato mentre veniva arrestato ed è morto più tardi mentre veniva soccorso”. Ming Xuechang era a capo di un gruppo che “ha organizzato e aperto covi di frode telefonica e informatica soprattutto a danno di cittadini cinesi”. Secondo le Nazioni Unite, nel 2023, solo in Myanmar, almeno 120.000 persone sono rimaste vittime delle attività truffaldine di organizzazioni come quella di MIng. [The Straits Times]

Nel centro di New York, alcune famiglie cominciano a riempire gli uffici svuotati dal telelavoro.

Cinque edifici del distretto finanziario verranno trasformati in abitazioni. Funzionerà anche fuori Manhattan? [The New York Times]

Il governo e il partito al potere introdurranno una legislazione speciale che vieterà la carne di cane.

La legge vieterà l’allevamento e la macellazione di cani destinati al consumo e la distribuzione e vendita di carne di cane. La repressione dei ristoranti che servono  carne di cane dovrebbe iniziare nel 2027, dopo un periodo transitorio di tre anni. La Corea del Sud conta circa 1.150 allevamenti di cani e oltre mezzo milione di cani allevati per la carne, una cifra significativamente in calo rispetto a decenni fa. [The Korea Times]

Il fallimento della tecnologia: come è crollato il decantato “muro di ferro” di Israele.

Hamas ha sfruttato le vulnerabilità create dalla dipendenza di Israele dalla tecnologia del “Muro di Ferro” per effettuare l’assalto più mortale nella storia del paese. Prima di infiltrarsi in territorio israeliano, i combattenti di Hamas hanno neutralizzato telecamere a lungo raggio, sensori sofisticati e armi telecomandate –una tattica nota all’interno del gruppo come “piano accecante”– per sfondare non visti la recinzione ad alta tecnologia. [The Washington Post]

Perché l’anguria è diventata un simbolo della causa palestinese.

Il frutto, viene utilizzato nell’iconografia palestinese da decenni, spesso come sostituto della bandiera palestinese, perché, una volta aperto, mostra i colori della bandiera: rosso, bianco, nero e verde. È anche un frutto popolare coltivato localmente. [The Washington Post]

Le nazioni dell’UE raggiungono un importante traguardo per fermare l’invio di rifiuti di plastica verso i paesi poveri.

In base a un accordo provvisorio, i 27 paesi dell’UE non potranno più esportare i propri rifiuti di plastica al di fuori del club dei paesi ricchi dell’Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico. Per entrare in vigore, il testo ora deve essere approvato formalmente sia dal Consiglio che rappresenta gli Stati membri dell’UE sia dal Parlamento europeo. [The Guardian]

Sale a 130 il bilancio delle vittime delle inondazioni in Kenya, Somalia ed Etiopia.

Almeno 130 persone sono morte in Etiopia, Kenya e Somalia a seguito delle forti piogge che hanno innescato quelle che le agenzie umanitarie hanno descritto come “inondazioni che si verificano una volta ogni 100 anni”. [Associated Press]

L’impopolarità di Biden e Trump alimentano le speranze dei candidati terzi per le elezioni americane del 2024.

Di fronte alla probabile scelta tra il repubblicano Donald Trump e il democratico Joe Biden nella corsa presidenziale del 2024, molti americani sono alla disperata ricerca di opzioni più giovani e meno controverse. [Reuters]

Joseph Boakai è molto vicino della presidenza liberiana, mentre il conteggio dei voti si avvicina alla fine.

Il leader dell’opposizione liberiana Joseph Boakai è sulla buona strada per diventare presidente, mentre lo scrutinio dei voti si avvicina al completamento.  Con il 99,6% dei voti scrutinati, Boakai è in testa con il 50,89% dei voti contro il 49,11% del presidente ed ex calciatore George Weah. [Reuters]

Elezioni in Madagascar: il presidente in testa al conteggio dei voti.

Il presidente del Madagascar Andry Rajoelina ha un prevedibile vantaggio in una tornata elettorale caratterizzata da una bassa affluenza alle urne, intorno al 60%, anche per il boicottaggio deciso dall’opposizione. L’imprenditore 49enne ed ex DJ è salito al potere sull’isola dell’Oceano Indiano con un colpo di stato del 2009, si è dimesso dopo quasi cinque anni come leader di un’autorità di transizione, quindi ha vinto le elezioni del 2018. L’opposizione sostiene che non avrebbe potuto ricandidarsi perché ha acquisito la nazionalità francese nel 2014,  che revocherebbe  automaticamente quella malgascia. [TRT Africa]

Ultimo minuto

Leggi le ultime notizie dalle principali agenzie giornalistiche del mondo

Ultim’Ora – Notizie e idee dal mondo, trascurate o minimizzate dai media italiani di oggi.